Azzolina: "Scuole aperte solo se esistono le condizioni per farlo". Cambia la maturità

Così il ministro dell'Istruzione ha parlato in Senato

Le scuole potrebbero non ripartire. E' l'ipotesi che sta prendendo forma l'informtiva al Senato di questo pomeriggio da parte del ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina.

"Si tornerà a scuola se e quando, sulla base delle indicazioni degli esperti, le condizioni lo consentiranno".

In buona sostanza le parole del ministro ricalcano quelle pronunciate nell'intervista concessa la scorsa settimana ospite della trasmissione 'Di martedì'. Senza la certezza di evitare contagi tra i banchi e nei corridoio dei vari istituti le lezioni proseguiranno in modalità smart. Questo è stato ripetuto anche oggi al Senato confermando anche l'anno scolastico 2019/2020 è salvo ovviamente 'in deroga al limite dei 200 giorni minimi'.

Al momento il decreto per arginare l'emergenza Coronavirus prevede la chiusura degli istituti fino al 3 aprile, ma il governo può allungare le misure restrittive per periodi non superiori ai 30 giorni. A tal proposito va detto che in Lombardia la chiusura delle scuole è stata prorogata al 15 aprile. L'ipotesi che va per la maggiore è quella di estendere a tutta Italia.

Così l'esame di maturità

"Sarà una maturità seria che tenga dell'emergenza" aveva detto il ministro. Un altro concetto ribadito ancora oggi e che però si aggiunge di un particolare. Lucia Azzolina è orientata a prevedere 'sei commissari interni con un presidente di commissione esterno'.

Ad oggi la data da cerchiare in rosso è quella del 17 giugno per la prima prova, a seguire quella di indirizzo.

Non è stato toccato il tema dell'alternanza scuola lavoro così come quello dei test Invalsi, due attività necessarie per accedere alla maturità. E' possibile però che vengano 'cancellate' almeno questo anno scolastico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Test rapidi in nove scuole superiori di Arezzo e provincia: l'elenco

  • La testimonianza di Liliana Segre riproposta nelle scuole toscane in occasione del Giorno della Memoria 2021

  • Scuole Sicure, test antigenici in tutte le Superiori, pubbliche e paritarie

  • Tirocini e praticantati sospesi, nuovo bando in apertura il prossimo 14 gennaio

  • “Tra memoria e ricordo”: gli studenti del Petrarca raccontano Shoah e Foibe

  • Scuole comunali dell’infanzia: aprono le iscrizioni

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento