Scuola, il calendario 2019-2020

Primo giorno di scuola il 16 settembre. Pubblicato il calendario con tutte le festività per l'anno scolastico 2019/2020

L'Ufficio scolastico regionale e la Regione Toscana hanno comunicato agli istituti scolastici i punti fermi del calendario per il prossimo anno scolastico. Primo giorno di scuola lunedì 16 settembre.

Le festività

Fissati i giorni di vacanza per gli istituti scolastici a cominciare da venerdì 1° novembre che comporterà un ponte. La Festa della Toscana, nella data del 30 novembre di ogni anno, non costituisce data di sospensione delle attività didattiche, né di chiusura delle scuole. La pausa natalizia andrà da martedì 24 dicembre a lunedì 6 gennaio 2020 compresi. Possibile quindi anche un altro ponte in questo caso, visto che il 23 dicembre cadrà di lunedì.
Le vacanze pasquali comprendono i tre giorni precedenti la domenica di Pasqua e il martedì immediatamente successivo al Lunedì dell'Angelo, quindi da giovedì 9 a martedì 14 aprile 2020 compresi.

Ecco l'elenco delle festività:

    • 1 novembre: Tutti i Santi;
    • 8 dicembre: Immacolata Concezione;
    • 25 dicembre: Santo Natale;
    • 26 dicembre: Santo Stefano;
    • 1 gennaio: Capodanno;
    • 6 gennaio: Epifania;
    • 12 aprile: Santa Pasqua;
    • 13 aprile: Lunedì dell'Angelo;
    • 25 aprile: Festa della Liberazione;
    • 1 maggio: Festa del Lavoro;
    • 2 giugno: Festa nazionale della Repubblica;
    • La festa del Patrono.

La scuola chiuderà i battenti mercoledì 10 giugno 2020, per la scuola dell'infanzia martedì 30 giugno 2020.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come ordinare i libri scolastici e averli a casa in 24 ore

  • 1,2 milioni per gli asili nido della provincia: ecco dove e come saranno investiti

  • Via la plastica dai banchi: ritorno in classe con la borraccia

  • Scuole superiori militari: liceo classico e liceo scientifico

  • Ritorno a scuola: 7 consigli per partire con il piede giusto

  • Riparte la scuola, Autismo Arezzo attacca: "Pochi docenti di sostegno. Alcuni precari e senza specializzazione"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento