Enrico Rossi conferma: "In Toscana la scuola riparte il 14 settembre"

Il commento arriva dalla pagina Facebook del governatore della Regione che aggiunge: "Dovranno passare sul mio corpo per spostarla"

"Ci sono colleghi presidenti di Regione che stanno pensando di posticipare l’apertura dell’anno scolastico. Chiarisco che per quanto mi riguarda resta la data fissata, a livello nazionale, del 14 settembre." Il governatore della Toscana Enrico Rossi non lascia spazio a dubbi dopo le prese di posizione diversificate che si stanno delineando in alcune regioni italiane: la data di riapertura delle scuola non cambia. L'annuncio arriva dalla pagina Facebook di Rossi che non usa mezzi termini: "Quando si trattava di industrie o di esercizi commerciali per un giorno in meno di ripresa dell’attività si era disposti a fare la rivoluzione. Ora per la scuola in troppi sono pronti ad accampare mille motivi per dilazionare. Dovranno passare sul mio corpo per farmi cambiare idea."

"Ci saranno forse problemi che non si risolvono certo posticipando l’apertura, ma affrontandoli e lavorando, come finora si è fatto in Toscana, con grande impegno e determinazione. Siamo chiamati tutti ad uno sforzo collettivo per la più giusta tra le cause: garantire l’educazione delle nuove generazioni. Sarà uno stimolo per lottare ancora di più contro il virus e quindi anche un bene per tutti" ha scritto infine Rossi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corso di formazione intensa (e gratuita), poi l'assunzione dei 7 migliori partecipanti. L'idea di un'azienda aretina

  • Comune di Arezzo, bando per l'assunzione di insegnanti per le scuole dell'infanzia

  • Due università telematiche trovano sede nel cuore di Arezzo

  • Come diventare interior designer

  • Bright-Night: torna la Notte delle ricercatrici e dei ricercatori in Toscana

  • Quasi sei milioni di investimenti negli edifici scolastici pubblici della provincia di Arezzo

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento