Come scegliere un buon corso d'inglese

Parlare in maniera fluente la lingue inglese rappresenta un vantaggio non da poco nel mondo del lavoro. Meglio provare a colmare le proprie lacune rivolgendosi ad uno dei tanti corsi d’inglese disponibili sul mercato

Conoscere ma soprattutto saper parlare la lingua inglese in maniera fluente rappresenta un vantaggio non da poco nel mondo del lavoro. Il gap tra l'Italia e il resto d' Europa resta preoccupante anche se le cose stanno cambiando. Ci vuole tempo ad ogni modo, e spesso non bastano le ore sui banchi di scuola.

Meglio allora provare a colmare le proprie lacune rivolgendosi ad uno dei tanti corsi d’inglese disponibili sul mercato. Con un’avvertenza: non basta pagare per apprendere, serve ovviamente l'impegno dello studente (di qualiasi scuola ed età). Vediamo dunque come scegliere un corso di inglese che sia in grado di garantirvi una formazione adeguata e allo stesso tempo spendibile sul vostro curriculum vitae. 

Come scegliere un buon corso d'inglese

Tanto per cominciare vi consigliamo di scegliere una scuola che offra diverse certificazioni internazionali (accertatevi ad esempio che la scuola operi effettivamente con i livelli di competenza previsti dal Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue A1, A2, B1, B2, C1, C2).

È altrettanto fondamentale che la scuola preveda un test d’ingresso per valutare le competenze effettive dello studente, in modo da inserirlo in un contestato adeguato alle sue effettive capacità. Assicuratevi inoltre che gli insegnanti siano madrelingua abilitati o certificati (conoscere bene una lingua non vuol dire automaticamente saperla insegnare).

Scuole d'inglese, qualche consiglio per non sbagliare

Altra cosa importante è che la scuola abbia corsi strutturati su più livelli e che la metodologia d'insegnamento comprenda le abilità linguistiche fondamentali  (lettura, scrittura, ascolto, conversazione). È importante anche che ci sia uno scambio dialettico tra gli allievi e il docente: è la "lingua viva" quella che dovete imparare e l’uso pratico è il solo mezzo per farlo. Vi consigliamo inoltre di chiedere espressamente il numero di alunni che saranno presenti in classe: va da sé che in una classe sovraffollata il docente avrà a disposizione meno tempo per seguirvi come si deve e chiarire tutti i vostri dubbi (e saranno molti).

Diffidate inoltre dalle scuole che vi promettono risultati strabilianti in pochissimo tempo: studiare una lingua vi costerà sudore e sacrifici. Se non siete pronti a farli, forse è meglio che desistiate dal principio.

A proposito di sacrifici: se volete davvero imparare l’inglese il consiglio è di non limitarvi a svolgere "compitino" in classe: dovrete impegarvi anche fuori dall'aula. Guardare documentari e film in lingua può essere un ottimo esercizio per migliorare il parlato; leggere articoli in lingua inglese vi aiuterà ad arricchire il lessico e vi fornirà qualche spunto da approfondire a lezione.

Corsi di lingua inglese ad Arezzo

Ecco alcuni centri, accademie e scuole a cui potete rivolgervi:

Scopri come impare l'inglese comodamente da casa

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’istituto Aliotti di Arezzo vola all’estero con il progetto Erasmus+

  • Lauree migliori per trovare lavoro

  • I nuovi istruttori di nuoto si formano in terra d’Arezzo

  • Didacta 2019, premiate le classi campioni di creatività. Studenti aretini protagonisti

  • Al Pionta 30 sanitari vengono formati per operare in contesti multiculturali

  • Concorso per le scuole del Casentino in memoria di Danilo Pesci

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento