VIDEO | Pier Luigi Rossi presenta Fraternita Giovani e Grazi illustra la prima mostra collettiva

Si sono riaperti i portoni dello spazio espositivo nel luogo sconsacrato che ricorda i Santi Lorentino e Pergentino in via Garibaldi

Si chiama Fraternita Giovani il progetto pensato per ridare vita allo spazio espositivo che ci trova nell'antico palazzo del Trecento che ricorda i Santi Lorentino e Pergentino. Una chiesa sconsacrata che riapre i suoi grandi portoni, sovrastati dalle pietre scolpite che risalgono proprio al 1300. 

E' stato il primo rettore della Fraternita dei Laici a volere questa apertura, realizzata in collaborazione con Leggere Arezzo, il mensile di approfondimento culturale che ha il suo principale animatore in Gabriele Grazi.

La prima mostra già allestita è composta da un collettivo di autori aretini tra cui lo stesso Grazi, contienevideo-performance, esposizioni pittoriche e fotografiche, nonché realizzate con l'arte del riciclo, fino all'opera tridimensionale con la forma di un cubo di stoffa all'interno del quale il visitatore può entrare al buio ed essere esso stesso parte dell'opera e interpretarla.

Lo spazio espositivo sarà aperto a ulteriori progetti per giovani, pensato dai giovani, "giovani nel pensiero" come ha tenuto a specificare lo stesso rettore Rossi. Potrà essere utilizzato come laboratorio per le scuole e ospitare presentazioni di libri e altre opere.

Per contattare gli organizzatori basta recarsi sul posto in via Garibaldi negli orari di apertura oppure scrivere a leggerearezzo@gmail.com.

Di seguito l'intervista a Gabriele Grazi e la visita virtuale alla mostra:

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Pier Luigi Rossi presenta Fraternita Giovani e Grazi illustra la prima mostra collettiva

ArezzoNotizie è in caricamento