Mercoledì, 23 Giugno 2021
Teatro

Teato nei cortili. La nuova rassegna per i più piccoli targata Nata

Dopo il successo ottenuto dal Teatro alla finestra, piccole performance mute eseguite fuori dai vetri delle scuole, che ha registrato più di cento repliche, adesso Nata Teatro parte con una nuova avventura, il Teatro in Cortile

Piccoli Sguardi è la rassegna che da più di venti anni Nata Teatro dedica alle scuola del Casentino. Sono tantissimi di solito gli spettacoli proposti, con grande varietà di temi e linguaggi. L’edizione di quest’anno ha dovuto fare i conti con le difficoltà derivanti dall’emergenza pandemica, ma la Compagnia non si è arresa e ha trovato tantissimo sostegno da parte degli enti locali e associazioni del territorio. Dopo il successo ottenuto dal Teatro alla finestra, piccole performance mute eseguite fuori dai vetri delle scuole, che ha registrato più di cento repliche, adesso Nata Teatro parte con una nuova avventura, il Teatro in Cortile.

“Non vedevamo l’ora di poter riportare ai ragazzi le storie raccontate dai nostri spettacoli - dice Lorenzo Bachini, musicista e attore della compagnia, in scena nello spettacolo “Il soldatino di stagno” assieme a Giorgio Castagna, che inaugura questa nuova iniziativa - La scuola primaria di Pratovecchio-Stia è stata la prima ad accoglierci nel proprio cortile, ma speriamo che ce ne siano tante altre. Il contatto diretto con i ragazzi, con gli spettatori, se pur a distanza di sicurezza, è ciò che rende il teatro unico, insostituibile, un’esperienza umana e sociale di altissimo livello, soprattutto per i ragazzi”.

Basta poco dunque per far rivivere l’emozione del teatro: un cortile, un giardino, un qualsiasi spazio all’aperto, e la voglia di lasciarsi andare alle emozioni. "Alla fine dello spettacolo - continua Bachini - al momento delle domande, una bambina ha alzato la mano e ha chiesto di poterci abbracciare. Ci sono venute le lacrime agli occhi per l’emozione: non poter fare una cosa così semplice ma così potente come dare un abbraccio ad un bambino è straziante, ma ci ha fatto rendere conto quanto fosse importante per loro il contatto e le relazioni  umane, e quanto lo spettacolo, l’esperienza teatrale, avesse mosso le loro emozioni ed avesse inciso così profondamente su di loro. È stato davvero toccante, abbiamo tutti un gran bisogno di socialità. Speriamo davvero di poter replicare quanto prima.”

Info e prenotazioni al numero 3351980510

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teato nei cortili. La nuova rassegna per i più piccoli targata Nata

ArezzoNotizie è in caricamento