rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Teatro Castiglion Fiorentino / Via Trieste, 6

Finocchiaro, Lodovini e Ragonese. Il teatro Mario Spina presenta la stagione 2021-2022

16 gli appuntamenti in cartellone, dal 2 dicembre 2021 al 19 maggio 2022, che segue tre linee direttrici: la rassegna teatrale che vede protagoniste le grandi interpreti della scena teatrale e cinematografica nazionale

Un ricco cartellone, per tornare a stare insieme, divertirsi, riflettere: questi gli intenti della stagione 2021/2022 del Teatro Comunale Mario Spina di Castiglion Fiorentino, con la direzione artistica di Luca Ricci, già direttore, insieme a Lucia Franchi, dell’Associazione CapoTrave/Kilowatt.

16 gli appuntamenti in cartellone, dal 2 dicembre 2021 al 19 maggio 2022, che segue tre linee direttrici: la rassegna teatrale che vede protagoniste le grandi interpreti della scena teatrale e cinematografica nazionale, quali Donatella Finocchiaro, Valentina Lodovini, Isabella Ragonese, Lucrezia Lante della Rovere, e la Compagnia CapoTrave; la rassegna domenicale dedicata alle famiglie e ai bambini; le prove aperte al termine delle residenze creative, un’occasione di incontro e scambio tra artisti e cittadini, per aprire i processi creativi agli spettatori.

"Ogni stagione teatrale - afferma Massimiliano Lachi, assessore alla cultura del Comune di Castiglion Fiorentino - rappresenta una sfida che volentieri affrontiamo. Questa edizione, che vede la direzione artistica affidata alla Compagnia CapoTrave/Kilowatt, si caratterizza non solo per il fatto che andranno in scena prevalentemente bravissime attrici, ma per il delicato e interessante compito che hanno, ovvero di rappresentare donne e il loro ruolo all’interno della società. Ciò che proponiamo agli spettatori, quindi, è un percorso che vorremmo intraprendere con tutti coloro, castiglionesi e non, che amano il teatro, si cibano di queste perle di cultura che arricchiscono in maniera così mirabile la nostra esistenza. Che lo spettacolo abbia inizio".

"Dopo l'exploit dei mesi scorsi - continuano Lucia Franchi e Luca Ricci, Associazione Culturale CapoTrave/Kilowatt -  quando Castiglion Fiorentino fu il primo teatro della provincia di Arezzo a riaprire e il secondo in Toscana, siamo adesso pronti per una stagione a pieno regime, con nomi noti al grande pubblico, spettacoli di qualità, domenicali per bambini e famiglie e un progetto nuovissimo che farà conoscere al territorio cosa sono le Residenze. In tutto 16 aperture di sipario che ci rendono orgogliosi del progetto artistico che andiamo a presentare".

Al via giovedì 9 dicembre, alle 21, con Taddrarite (pipistrelli), scritto e diretto da Luana Rondinelli, con Donatella Finocchiaro, pluripremiata attrice teatrale e cinematografica, vincitrice tra gli altri del Globo d'oro 2021 come miglior attrice protagonista per Le sorelle Macaluso, pièce teatrale e film di Emma Dante. Al centro dello spettacolo tre sorelle e una veglia funebre, per una notte di confessioni, tra il grottesco e l’ironico, e una rinnovata voglia di reagire. In scena, oltre alla Finocchiaro, Claudia Potenza e Luana Rondinelli.

Secondo appuntamento, giovedì 13 gennaio, alle 21, con Tutta casa, letto e chiesa, scritto da Dario Fo e Franca Rame, con protagonista Valentina Lodovini, noto volto televisivo e cinematografico, già vincitrice del David di Donatello come miglior attrice non protagonista per il film Benvenuti al Sud. Diretta da Sandro Mabellini, la Lodovini interpreta diverse figure di donna, in quello che è un vero e proprio spettacolo cult sulla condizione femminile, che debuttò a Milano, alla Palazzina Liberty, nel 1977, in appoggio alle lotte del movimento femminista.

Giovedì 27 gennaio, alle 21, Da lontano (chiusa sul rimpianto), scritto e diretto da Lucia Calamaro, per e con Isabella Ragonese, con la partecipazione di Emilia Verginelli. Da Lontano mette in scena il tentativo irragionevole di una figlia adulta, diventata terapeuta, di fare oggi quello che non aveva potuto fare a quei tempi: aiutare quella madre tribolata, che esisteva solo quando lei era bambina. Isabella Ragonese è pluripremiata attrice, drammaturga, regista teatrale; ha lavorato, tra gli altri, con Paolo Virzì, Mario Martone, Stefano Massini.

Giovedì 10 marzo, alle 21, Lucrezia Lante della Rovere è protagonista di L’uomo dal fiore in bocca, di Luigi Pirandello, adattato e diretto da Francesco Zecca. Un’originale riscrittura che vede protagonista la Donna Vestita di Nero, moglie dell’Uomo dal fiore in bocca, a cui non resta altro che attaccarsi con l’immaginazione alla vita. Lucrezia Lante della Rovere è attrice di cinema e teatro, vincitrice di numerosi premi, tra i quali il Taormina Film Fest come miglior attrice per Gli occhi dell'altro e il Premio Walter Chiari alla carriera.

Venerdì 8 aprile, alle 21, la compagnia CapoTrave presenta Piccola Patria, di Lucia Franchi e Luca Ricci, con Simone Faloppa, Gabriele Paolocà, Gioia Salvatori. Lo spettacolo affronta il tema politico dell’indipendentismo e si ispira alla vicenda storica della Repubblica di Cospaia, situata tra la Toscana e l’Umbria: un lembo di terra lungo 2 km e largo 500 metri che fu Repubblica indipendente dal 1440 al 1826, a causa di un errore di tracciamento dei confini da parte dei geografi della Repubblica di Firenze e dello Stato Pontificio.

Tre gli appuntamenti domenicali dedicati alle famiglie e ai bambini: domenica 12 dicembre, appuntamento con OZz. Della mancanza e dello stupore, spettacolo per i bambini dai 7 anni in su, della compagnia Kanterstrasse, tratto da Il meraviglioso mago di Oz di Lyman Franck Baum, di e con Simone Martini, Alessio Martinoli, Elisa Vitiello. Domenica 16 gennaio, la compagnia Teatro Perdavvero sarà in scena con I musicanti di Brema, dalla favola dei fratelli Grimm, per i bambini dai 3 anni in su, di e con Marco Cantori e Diego Gavioli. Domenica 13 febbraio, Tedacà presenterà Servizio favole (dai 3 anni in su), liberamente tratto dalle favole di Gianni Rodari, testo e regia Simone Schinocca, con Valentina Aicardi, Francesca Cassottana, Giulia Guida, Valentina Renna.

Saranno 8 le compagnie artistiche ospiti, in residenza creativa, al Teatro Comunale Mario Spina: 8 realtà, di teatro, danza o circo, che, al termine del periodo di lavoro in città, condivideranno con gli spettatori l’esito del processo creativo. 8 le prove aperte, a partire da giovedì 2 dicembre, con Libia, di Agata Tomsic e David Sacco, fondatori della compagnia ErosAntEros. Venerdì 21 gennaio, appuntamento con Idillio, di e con il coreografo Lorenzo Morandini; venerdì 11 febbraio, teatro e musica con la prova aperta di Josephine, adattamento de La cantante di Franz Kafka, di e con Tamara Bartolini e Michele Baronio.

Due gli appuntamenti di marzo: giovedì 3, con la compagnia Madame Rebiné che presenta Negozio di giocattoli, spettacolo di circo, di e con Andrea Brunetto, Max Pederzoli, Alessio Pollutri; venerdì 18, la prova aperta di Dov’è più profondo, di e con Irene Russolillo e Céline Angbeletchy.

Martedì 5 aprile, la compagnia Pop.Opera presenta Non commettere atti impuri, spettacolo teatrale di e con Roberto De Sarno, e con Raffaela Migliori. Giovedì 28 aprile, prova aperta di Boxes, spettacolo di teatro visuale, di e con Valeria Bianchi, Aurora Buzzetti, Giulia De Canio, della compagnia Unterwasser. Ultimo appuntamento, giovedì 19 maggio, con la prova aperta di Dalla carne e dalle ossa. Come non perdere la fede celebrando la messa, scritto e diretto da Omar Giorgio Makhloufi, con Veronica Dariol, Filippo Capparella, Paolo Fagiolo.

Le prove aperte al termine delle residenze creative sono realizzate con il contributo di Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche Giovanili e ANCI, nell’ambito del bando “Fermenti in Comune”, grazie al progetto “La Strada per Utopia” ideato dal Comune di Castiglion Fiorentino con le associazioni CapoTrave/Kilowatt e L’Ulcera del Signor Wilson.

INFO: Teatro Comunale Mario Spina via Trieste 6/7 Castiglion Fiorentino. Per info e assistenza telefonare al 339 4074895 (dal lunedì al venerdì, dalle 15 alle 18) www.facebook.com/teatromariospina

Il programma e i prezzi

Giovedì 9 dicembre, ore 21 - “Taddrarite (pipistrelli)” con Donatella Finocchiaro, Claudia Potenza, Antonia Truppo testo e regia Luana Rondinelli

Giovedì 13 gennaio, ore 21 - “Tutta casa, letto e chiesa” di Dario Fo e Franca Rame con Valentina Lodovini regia Sandro Mabellini

Giovedì 27 gennaio, ore 21 - “Da lontano. Chiusa sul rimpianto” scritto da Lucia Calamaro per e con Isabella Ragonese

Giovedì 10 marzo, ore 21 “L’uomo dal fiore in bocca” di Luigi Pirandello adattamento e regia di Francesco Zecca con Lucrezia Lante della Rovere

Venerdì 8 aprile, ore 21“Piccola Patria” di Lucia Franchi e Luca Ricci con Simone Faloppa, Gabriele Paolocà, Gioia Salvatori

Ingresso singoli spettacoli:  platea e I ordine 20 euro, II ordine € 16,00, III ordine € 12,00.
“Piccola Patria” posto unico a € 16. Abbonamento 5 spettacoli: platea e I ordine € 74, II ordine € 65, III ordine € 52.

Domenicale per bambini e famiglie

Domenica 12 dicembre, ore 17:00 “OZz. Della mancanza e dello stupore” tratto da “Il meraviglioso mago di Oz” di Lyman Franck Baum di e con Simone Martini, Alessio Martinoli, Elisa Vitiello.

Domenica 16 gennaio, ore 17:00 “I musicanti di Brema” dalla favola dei fratelli Grimm di e con Marco Cantori e Diego Gavioli

Domenica 13 febbraio, ore 17:00 - “Servizio favole” liberamente tratto dalle favole di Gianni Rodari testo e regia Simone Schinocca con Valentina Aicardi, Francesca Cassottana, Giulia Guida, Valentina Renna

Ingresso singoli spettacoli:  bambini € 6,00 adulti € 8. Abbonamento 3 spettacoli, bambini € 15, adulti € 20

Prove aperte al termine delle residenze

Giovedì 2 dicembre, ore 21 - ErosAntEros prova aperta di “Libia” (teatro) di Agata Tomsic e David Sacco ispirato alla graphic novel “Libia” di Francesca Mannocchi e Gianluca Costantini (Mondadori, 2019) con Rabil Brahim e Agata Tomsic, musiche di Bruno Dorella.

Venerdì 21 gennaio, ore 21 - Lorenzo Morandini prova aperta di “Idillio” (danza) di e con Lorenzo Morandini

Venerdì 11 febbraio, ore 21 - Bartolini/Baronio prova aperta di “Josephine” (teatro-musica) adattamento de “La cantante” di Franz Kafka di e con Tamara Bartolini e Michele Baronio

Giovedì 3 marzo, ore 21 - Madame Rebiné prova aperta di “Negozio di giocattoli” (circo) di e con Andrea Brunetto, Max Pederzoli, Alessio Pollutri

Venerdì 18 marzo, ore 21 - Irene Russolillo prova aperta di “Dov’è più profondo” (teatro-danza) di e con Irene Russolillo e Céline Angbeletchy

Martedì 5 aprile, ore 21 - Pop.Opera prova aperta di “Non commettere atti impuri” (teatro - v.m. 14 anni) di e con Roberto De Sarno e con Raffaela Migliori

Giovedì 28 aprile, ore 21 - Unterwasser prova aperta di “Boxes di e con Valeria Bianchi, Aurora Buzzetti, Giulia De Canio

Giovedì 19 maggio, ore 21 -  Omar Giorgio Makhloufi prova aperta di  “Dalla carne e dalle ossa. Come non perdere la fede celebrando la messa” (teatro) scritto e diretto da Omar Giorgio Makhloufi con Veronica Dariol, Filippo Capparella, Paolo Fagiolo

Ingresso alle singole prove aperte: posto unico € 5, per gli abbonati alla rassegna € 3,00

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finocchiaro, Lodovini e Ragonese. Il teatro Mario Spina presenta la stagione 2021-2022

ArezzoNotizie è in caricamento