rumorBianc(o) riapre il sipario. In scena Corpi al vento

Dopo il grande successo e l’entusiasmo del numeroso pubblico della I edizione 2019, ritorna il teatro archeologico nei siti di Cortona, progetto di rumorBianc(O), dove attori e spettatori convivono insieme nel creare un’atmosfera del tutto suggestiva all’ora del tramonto e in un palcoscenico naturale, quale la spettacolare gradinata-terrazza decorata da gruppi scultorei ed elementi architettonici di stile orientalizzante del parco archeologico del Sodo di Cortona.

I due appuntamenti, sabato 18 e 25 luglio alle ore 18:30, prevedranno due spettacoli teatrali e verranno preceduti, il primo da una visita guidata al sito archeologico, mentre il secondo da una moderna caccia al tesoro per tutte le età nel sito archeologico attraverso dei messaggi QR-code.  I biglietti dei due spettacoli, daranno il diritto a un ingresso gratuito al museo Maec, Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona, entro una settimana dalla data dello spettacolo. Inoltre, da quest’anno, sarà possibile acquistare il biglietto on line andando sulla pagina del Museo Maec www.cortonamaec.org.

Il progetto rumorBianc(O) ritorna quindi a farci vivere le emozioni del teatro dal vivo mantenendo, ovviamente, le giuste distanze e precauzioni.

“In questi mesi di lockdown ci siamo resi conto di quanto ci sia mancato poter andare a teatro, quella sensazione dell’essere dal vivo e di persona a fruire di un evento culturale - spiega Chiara Renzi, presidente di rumorBianc(O) e direttrice artistica della rassegna - In un momento come questo che stiamo vivendo, dare un segno di rinascita è importante e in questo senso il Comune di Cortona insieme al Museo Maec si confermano molto attenti. Inoltre, sono felice di avere la possibilità di riproporre un progetto che coniuga la bellezza con la storia del nostro territorio."

Il primo evento ospiterà lo spettacolo Corpi al Vento. Le due attrici/autrici, Ilaria Gelmi e Antonella Ruggiero, rievocano una storia antica, la celebre leggenda di Teseo e il Minotauro, un mito classico in chiave personale, femminile, ironica e contemporanea. Una storia antica narrata da due corpi e due voci che si impastano, disgiungono, intrecciano, sovrappongono, fino a diventare un solo corpo e una sola voce. Una madre, Pasifae, la madre del Minotauro, Arianna; la prima figlia, famosa per il filo con il quale portò Teseo in salvo dal labirinto; Fedra, la seconda figlia, una donna che non può trattenere una passione che le sgorga da dentro.

L’appuntamento sarà sabato 18 luglio ore 18:30, presso il Parco Archeologico Loc. Sodo di Cortona. Prima dello spettacolo il pubblico potrà effettuare una visita guidata al sito Archeologico.

Prenotazioni e info: www.cortonamaec.org rumor.bianco@gmail.com

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Musica, prosa e laboratori. La rassegna di Diesis Teatrango e Teatro Comunale di Bucine

    • dal 17 gennaio al 6 marzo 2021
  • La cucina di Chisciotte, anticipo di stagione per il Teatro Rosini di Lucignano

    • dal 16 febbraio al 9 marzo 2021
    • Teatro Lucignano
  • Spettatori erranti chiama Italia: quattro spettacoli di teatro digitale

    • dal 15 febbraio al 30 aprile 2021

I più visti

  • Valdichiana Village, via ai saldi invernali “intelligenti e sicuri”

    • dal 1 al 28 febbraio 2021
    • Valdichiana Outlet Village
  • "Evanescenze", In mostra a Galleria Ambigua le opere del pittore giapponese Tetsuji Endo

    • dal 4 settembre 2020 al 1 giugno 2021
    • Galleria Ambigua
  • L'Albero d'oro si ammira dal divano di casa. Visite online al museo di Lucignano, come partecipare

    • 28 febbraio 2021
    • Museo Comunale Lucignano
  • Mostra su Fellini al Museo dei Mezzi di Comunicazione

    • dal 24 ottobre 2020 al 30 giugno 2021
    • Mumec - Museo dei Mezzi di Comunicazione
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ArezzoNotizie è in caricamento