Eventi Centro Storico / Piazza San Francesco

L'emozionante Requiem di Mozart dell'Oida nella Basilica di San Francesco

In tutto 90 coristi, 52 strumenti, la direzione d’orchestra di Alessio Tiezzi e soprattutto un pubblico gremito, attento, curioso

È stata una serata emozionante quella di ieri sabato 1 dicembre ad Arezzo nella basilica di Piero della Francesca.

Oida, orchestra instabile di Arezzo, ha eseguito il requiem di Mozart per soli, coro ed orchestra affiancata dall’Orchestra Poliziana di Montepulciano e dal soprano Laura Andreini, il mezzosoprano Lilly Jørstad, il tenore Marco Rencinai e il basso Gabriele Lombardi. La Corale Poliziana era diretta da Judy Diodato e il Firenze Vocal Ensemble diretto da Ennio Clari.

In tutto 90 coristi, 52 strumenti, la direzione d’orchestra di Alessio Tiezzi e soprattutto un pubblico gremito, attento, curiosoche ha invaso pacificamente la Basilica e con grande empatia ha seguito l’esecuzione di uno dei brani più celebri di Mozart e della storia della musica, l’incompiuto per eccellenza. Lo spettacolo dell’orchestra e del coro di fronte al ciclo di affreschi di Piero della Francesca ha proiettato i presenti in una dimensione di grande concentrazione e palpabile emozione: dagli slanci impetuosi del “Confutatis” agli accenti drammatici del “Rex tremendae”, fra pause di riflessione dell’ “Introitus” e oasi di dolcezza del “Lacrimosa”, gli squarci di luce del “Recordare” e le tenebre del “Dies Irae”, eseguito anche con bis richiesto dalla platea alla fine dell’esecuzione. L’unione del genio mozartiano con le opere di Piero hanno esaltato la bravura dei musicisti e dei solisti per un risultato di bellezza infinita.

La serata è stata possibile grazie alla disponibilità del Polo Museale Toscano e dei Frati minori conventuali oltre alle realtà territoriali musicali e culturali che tre anni fa hanno dato vita al progetto dell’Orchestra “instabile”, un laboratorio di musica e linguaggio musicale legato al mondo dell’orchestra, aperto e rivolto a tutti.

Oggi alle 17,30 è prevista la replica presso l’Auditorium berrettarossa di Soci, frazione di Bibbiena in provincia di Arezzo. Un luogo altrettanto suggestivo, frutto del recupero e del restauro della “Chiesa Vecchia” del Paese. L’ingresso è libero con offerta per le attività di Oida.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'emozionante Requiem di Mozart dell'Oida nella Basilica di San Francesco

ArezzoNotizie è in caricamento