Eventi

La galleria permanente a Cielo aperto diventa la più grande d'Europa: in arrivo sei nuove opere

Domani alle ore 16 verranno ufficialmente inaugurate sei nuove opere della galleria permanente a Cielo Aperto e la nuova ,ostra “Cronache Quaranteniche, diario fotografico di un anno di pandemia” presso il Cifa, Centro Italiano per la Fotografia d’Autore

Nella foto Francesca Nassini (assessore) e Roberto Rossi (presidente Fiaf) (Foto ufficio stampa)

Domani alle ore 16 verranno ufficialmente inaugurate sei nuove opere della galleria permanente a Cielo Aperto e la nuova Mostra “Cronache Quaranteniche, diario fotografico di un anno di pandemia” presso il Cifa, Centro Italiano per la Fotografia d’Autore.

Alla Galleria a Cielo Aperto di Bibbiena, che comprende già 32 opere di grandi dimensioni dei più importanti autori della fotografia italiana, saranno aggiunti dunque lavori donati donati da altrettanti grandi autori della fotografia italiana e, nello specifico, si tratta di: Shangai, 2010 di Ivano Bolondi; Insediamento di Bet Hadassa Hebron, West Bank 1992 di Francesco Cito; Dario Fo, Milano, casa dell’artista, 27 aprile 1996 Di Guido Harari; da Il Dono, 2000-954-12: Rituale Vudù cascate di Aguas Blancas, Haiti, 2000 di Giorgia Fiorio;  Immagine per la copertina di “Tempo” n. 22 del 15-22 giugno 1946 di Federico Patellani;  Biafra, 1968 di Romano Cagnoni.

"Questo doppio evento, con il quale riportiamo Bibbiena al centro di un interesse culturale nazionale -afferma  Francesca Nassini, assessora alla Cultura - ci regala una grande emozione. Con le 6 opere che andremo ad inaugurare, il Museo della fotografia a cielo aperto di Bibbienam che già contava 32 fotografie, diventa il primo e più grande d’Europa, la più grande installazione diffusa di opere fotografiche in grande formato collocate permanentemente sulle facciate dei palazzi e lungo le mura del nostro centro storico. Poi la mostra del Cifa su un anno di pandemia è qualcosa di straordinario, che ci tocca nel profondo e ci riporta all’urgenza di un’attualità ancora tutta da comprendere. Grazie a Roberto Rossi e al Cifa. Il Comune continuerà per proprio conto ad investire su questa struttura e sui percorsi progettualità, perché ritenuti di grande valore sociale e culturale, oltre che turistico visti i numerosi appassionati che vengono qui per mostre ed eventi vari”.

L’iniziativa della Galleria permette al visitatore di compiere, camminando per le vie del borgo, un viaggio nella storia, nei ricordi e negli episodi del passato.
Tutte le fotografie della Galleria sono di grandi dimensioni - formato minimo 150x100 cm - stampate su materiale d-bond trattato per esterni e montate su cornici in Corten con bordo di 20cm. Le installazioni sono state realizzate con il contributo di Aziende locali e del Comune di Bibbiena, della Regione Toscana mentre le ultime sei sono state realizzate grazie ad un contributo della Fondazione CR Firenze.

 All’inaugurazione saranno presenti, oltre a Roberto Rossi presidente della Fiaf, Claudio Pastrone Presidente del Cifa e i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, anche molti dei grandi Autori le cui opere sono esposte nella galleria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La galleria permanente a Cielo aperto diventa la più grande d'Europa: in arrivo sei nuove opere

ArezzoNotizie è in caricamento