Bacco e Venere: il ruolo femminile nella storia del Vino

La Galleria Vino&Arte de Il Borro, tenuta nel cuore della Toscana di proprietà di Ferruccio Ferragamo dal 1993, apre le sue porte ai visitatori con una nuova mostra dal titolo evocativo “Bacco e Venere: il ruolo femminile nella storia del Vino”. Un percorso narrativo che si snoda tra le due figure mitologiche, considerate nella sfera amorosa l'una la cagione dell'altra.

Fil rouge della mostra come sempre è la tematica del vino, considerato preludio d’amore.

L'attenzione di Ferruccio Ferragamo per l'arte è ormai nota da tempo e ne è espressione la stessa Galleria Vino&Arte, che da oltre un decennio espone la sua collezione privata di incisioni, con un susseguirsi di nuove mostre.

Ruolo chiave del nuovo percorso espositivo è la figura della donna, che incarna personalità sempre diverse a seconda della situazione. La storia dell'arte permette infatti di osservare come il ruolo femminile non si limiti ad un passivo utilizzo del vino, ma mostri come spesso invece le donne conducono e dirigono gran parte di quelle attività dove questa bevanda è protagonista. Esse sono lo spirito di quelle occasioni di svago domestico che non sarebbe tale senza la presenza del vino sulla tavola; all'occorrenza sono però anche coloro che rimediano ad ebbrezze eccessive e, al termine della festa, rassettano e riportano la casa all'ordine.

Regine della casa, ma anche instancabili lavoratrici nei campi, partecipano attivamente a tutte le fasi della lavorazione del vino, dalla vendemmia alla vendita nelle fiere di paese o nei mercati.

La storia del vino intreccia però tanto da vicino le vicende dell'umanità, che nonostante le implicazioni con la religiosità greca e romana, trascende il paganesimo per divenire elemento fondante anche del culto cristiano. Il vino è infatti parte essenziale nel rito sacro della Santa Messa, per celebrare l'Ultima Cena. Ed ancora una volta attraverso la lente dell'arte vediamo le figure femminili che dal Vecchio al Nuovo Testamento hanno intrecciato le loro vicende con la storia del vino e la sua simbologia, partendo dalla più importante, la Vergine Maria.

Il percorso della mostra si snoda in 10 differenti sezioni (La Baccante - Ebe, la coppiera degli dei La coppiera degli uomini - Arianna, l'amante del vino - Il vino e gli amanti - Il vino e gli amanti - Lo spirito del focolare - Governare gli spiriti - La vite è donna - Spiriti liberi) soffermandosi ogni volta sul ruolo femminile nella storia vinicola, attraverso la celebrazione che di entrambi ha fatto l'arte, presentando un nuovo punto di vista per ricostruire lo stretto legame che unisce la storia dell'uomo a quella che, altrimenti, potremmo considerare solo come una semplice bevanda.

La mostra Bacco e Venere viene ospitata all’interno della Galleria Vino&Arte de Il Borro da domenica 25 marzo, visitabile tutti i giorni su prenotazione (winetour@ilborro.it | +39.055.977053). La visita alla galleria Vino&Arte prosegue nelle cantine sottostanti con la degustazione dei vini de Il Borro.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Banksy incontra Piero con la mostra “Affreschi Urbani” a Sansepolcro

    • dal 19 giugno 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo Civico Sansepolcro
  • Colori di rinascita. Elia Fiumicelli espone a Stia

    • dal 25 luglio al 1 novembre 2020
    • Ristorante Falterona
  • "Evanescenze", In mostra a Galleria Ambigua le opere del pittore giapponese Tetsuji Endo

    • dal 4 settembre 2020 al 1 giugno 2021
    • Galleria Ambigua

I più visti

  • Banksy incontra Piero con la mostra “Affreschi Urbani” a Sansepolcro

    • dal 19 giugno 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo Civico Sansepolcro
  • “Notizie di Storia”, periodico semestrale della Società aretina

    • dal 5 giugno al 31 dicembre 2020
  • Libri e letture: la collezione della biblioteca digitale del Valdarno di Sopra

    • Gratis
    • dal 18 aprile 2020 al 1 gennaio 2021
    • Biblioteca Digitale Valdarnese
  • Colori di rinascita. Elia Fiumicelli espone a Stia

    • dal 25 luglio al 1 novembre 2020
    • Ristorante Falterona
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    ArezzoNotizie è in caricamento