Mendelssohn, Mozart, Bizet rivivono all'anfiteatro: Oida in concerto

Sono le musiche di Mendelssohn, Mozart, Bizet a rendere unico il prossimo appuntamento di “Anfiteatro sotto le stelle” il cartellone che - fino a metà settembre - propone musica, danza, teatro, in uno dei luoghi più belli e magici della città di Arezzo. Domenica 26 luglio alle ore 21 l’Anfiteatro Romano diventa palcoscenico di eccezione per un concerto che vede protagonista l’Oida Orchestra Instabile di Arezzo, con Rita Cucé (pianoforte) e Marco Ferruzzi (direttore). Il programma si apre con i tre movimenti della Sinfonia n. 2 in re maggiore per archi di Felix Mendelssohn, viaggio nelle partiture di uno dei maestri del romanticismo musicale.

Quindi il pianoforte di Rita Cucè offrirà al pubblico il Concerto per pianoforte n. 12 in la maggiore, K 414 di Wolfgang Amadeus Mozart, opera che fa parte della triade dei concerti concepiti per il pubblico viennese, caratterizzata da una straordinaria ricchezza tematica e melodica. Saranno infine le musiche di Georges Bizet a chiudere il concerto con l’esecuzione di alcune partiture delle Carmen Suite (arrangiamento di A. Visotsky) e in particolare di Aragonaise, Gypsy Song, Flower Song, Card’s Scene Chanson du Toréador, Habanera e Les Toréadors.

L’ingresso è gratuito ma, in ottemperanza alle norme dettate dall’emergenza sanitaria, la prenotazione è obbligatoria sul sito www.discoverarezzo.com. Nei giorni di spettacolo la biglietteria dell’Anfiteatro sarà attiva a partire dalle ore 18.

Associazione OIDA – Orchestra Instabile di Arezzo è una realtà del panorama territoriale aretino che mira a promuovere la conoscenza e la diffusione del linguaggio musicale in tutte le sue forme. OIDA parte dall'alleanza tra due gruppi di amanti della musica: musicisti e cittadini. Intende così sviluppare un servizio di ascolto delle esigenze artistiche emergenti per valorizzare i talenti di bambini, giovani e adulti, integrandoli con le eccellenze nazionali e internazionali. Dal 2015 sono tante le collaborazioni di OIDA con artisti internazionali e altrettanto feconda la produzione di eventi e stagioni concertistiche.

Rita Cucé, nata ad Albenga, inizia lo studio del pianoforte all’età di 5 anni. Successivamente studia al Conservatorio "L. Cherubini" di Firenze e presso il Conservatorio di Perugia.

Si perfeziona con Carlo Grante e Fabio Bidini. In qualità di solista si è esibita in Italia e all'estero con importanti orchestre e maestri, come “Gli Archi della Scala” e il Maestro Donato Renzetti, e di recente la National Chamber Orchestra di Yeravan. Ha effettuato registrazioni televisive e radiofoniche. Il 7 Novembre 2005 è stata la prima donna occidentale, dopo 22 anni di guerra, a tenere un Recital a Kabul per l’inaugurazione della “Victoria Music School”, di cui è stata Direttrice Artistica e Vising Professor (pianoforte).

Dal 2010 al 2015 viene nominata dalla Regione Toscana a ricoprire l’incarico come Membro dell’Esecutivo della Fondazione Orchestra Regionale Toscana (ORT).  Oltre che docente di pianoforte al Liceo Musicale di Arezzo, da gennaio 2018 è incaricata dalla Scuola di Musica di Fiesole per l'insegnamento di “Pratica pianistica” nel Triennio Universitario presso la Casa della Musica di Arezzo. Dal 2018 a tutti oggi viene incaricata dalla Fondazione Guido d Arezzo come Responsabile per le produzioni musicali.

Marco Ferruzzi si è diplomato in Pianoforte presso il Conservatorio "F.Morlacchi" di Perugia. Ha seguito gli studi di Direzione di Coro e di Composizione diplomandosi presso il Conservatorio “L. Refice” di Frosinone sotto la guida di Antonio Poce. Ha studiato Direzione d’Orchestra con Marco Balderi, Giorgio Proietti, Fabrizio Maria Carminati e Romolo Gessi. Dal 1998 lavora come direttore, maestro del coro e maestro sostituto in molte produzioni sia italiane che estere. Ha lavorato per numerosissime e importanti opere di repertorio, collaborando con artisti di spicco del panorama operistico internazionale. Pianista collaboratore nelle master class e corsi di perfezionamento della “Accademia Internazionale Katia Ricciarelli” tenute dal soprano Katia Ricciarelli e dal tenore Francesco Zingariello ed ha collaborato alle masterclass di Mirella Freni presso l’Accademia CUBEC di Modena. Pianista eclettico e versatile, dotato di solida tecnica e prima vista fuori dal comune, è chiamato spesso come maestro sostituto al fianco di vari artisti di fama internazionale. Dal 1997 al 2010 è stato pianista per la Royal Academy of Dance of London. E’ direttore del Coro lirico e Orchestra Sinfonica della Pace, con cui svolge un’intensa attività concertistica iniziata nel 2007. Ha al suo attivo centinaia di concerti in formazioni da camera con cantanti e strumentisti con un vastissimo repertorio, dal ‘700 alla musica contemporanea. Svolge un’intensa attività come direttore d’orchestra alla guida di numerose compagini orchestrali spaziando dal repertorio sinfonico a quello operistico.  Dal 2004 a tutt’oggi è stato direttore artistico di numerosi festival e stagioni concertistiche.

“Anfiteatro sotto le stelle” è un cartellone voluto da Comune di Arezzo e Fondazione Guido d’Arezzo e realizzato in collaborazione con la Direzione regionale musei della Toscana, con la collaborazione della Fondazione Arezzo Intour. Main sponsor Coingas Spa. Con il contributo di Camera di Commercio Arezzo-Siena, Tesi Srl.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • PianoBeethoven: doppio appuntamento con Oida, Andrea Turini e Vincent Campos

    • 13 dicembre 2020
    • Pieve San Giovanni Battista
  • Le sonate di Beethoven, Debussy e Schumann eseguite da Gabriele Geminiani e Giovanni Valentini

    • dal 6 dicembre al 6 novembre 2020
    • Pieve San Giovanni Battista

I più visti

  • Banksy incontra Piero con la mostra “Affreschi Urbani” a Sansepolcro

    • dal 19 giugno 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo Civico Sansepolcro
  • “Notizie di Storia”, periodico semestrale della Società aretina

    • dal 5 giugno al 31 dicembre 2020
  • Libri e letture: la collezione della biblioteca digitale del Valdarno di Sopra

    • Gratis
    • dal 18 aprile 2020 al 1 gennaio 2021
    • Biblioteca Digitale Valdarnese
  • "Evanescenze", In mostra a Galleria Ambigua le opere del pittore giapponese Tetsuji Endo

    • dal 4 settembre 2020 al 1 giugno 2021
    • Galleria Ambigua
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ArezzoNotizie è in caricamento