Lucia Baldini. In Alto - danza e movimento

  • Dove
    Spazio Marconi
    Via Piave
    San Giovanni Valdarno
  • Quando
    Dal 05/04/2019 al 21/04/2019
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

LUCIA BALDINI

in Alto – danza e movimento

dal 5 al 21 aprile

spazio Marconi – via Piave – San Giovanni Valdarno

Protagonista super partes è il corpo umano: accennato, sfumato, oppure pienamente visibile nelle fotografie, in movimento totale, coinvolgente, studiato e primario al contempo, nella danza.

La fotografia giocando tra bianco/nero e colore le straordinarie immagini di Lucia Baldini –  fotografa di palcoscenico da circa  trenta anni e autrice di fotografie che hanno per soggetto Carla Fracci, uniche al mondo e protagoniste di innumerevoli esposizioni – “giocano” con il corpo umano impegnato nella danza, suggerendo e/o annuendo a forme e movimenti. Talvolta nelle immagini prevale l’intenzione di evocare soltanto e di lasciare la facoltà di interpretazione a chi osserva. Talvolta invece l’impeto di energia insito in una sequenza di movimenti voluti e coordinati, quali sono quelli del ballo, è colto e mostrato in tutta la sua pienezza e intensità travolgente. L’approccio della fotografa al tema della danza è sempre onirico, immaginifico, emozionale, mai distaccato né tantomeno freddo. Nelle sue immagini Lucia Baldini mette sempre un po’ di se stessa. E per lei intensità significa anche sensualità. Non è un caso che abbia elaborato una sorta di “affinità elettiva”con il tango, a cui ha dedicato ben quattro libri.

La danza: l’emozione che suscita sempre, in qualsiasi modo esso diventi soggetto e protagonista primo di una rappresentazione il corpo umano, “macchina” perfetta.

Lucia Baldini racconta per immagini dagli anni ottanta. Inizia a collaborare con festival e compagnie di teatro, danza e musica, in particolare per oltre 12 anni con Carla Fracci. Da compagnie e musicisti argentini si lascia coinvolgere dalla cultura del tango che la porta a realizzare quattro libri fotografici. Dall’incontro con Carlo Mazzacurati ha iniziato a lavorare nel mondo del cinema. Crea video-installazioni e sperimenta con supporti e materiali diversi. Ha esposto suoi lavori in Italia e all’estero e alcune sue opere fanno parte di collezioni pubbliche e private. Il suo lavoro di fotografa di scena la porta sempre più spesso a far nascere collaborazioni in cui il suo sguardo può partecipare alla creazione registica di spettacoli teatrali e di danza. Conduce seminari e laboratori sulla fotografia di scena e sull’identità.

Da sempre porta avanti un suo progetto di ricerca legato all’onirico.

Per informazioni: www.luciabaldini.it – www.fotoclubpalazzaccio.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • La regola di Piero: Mimmo Paladino dialoga con il maestro della luce

    • dal 15 giugno 2019 al 31 marzo 2020
    • Varie sedi
  • La Casa Museo Bruschi resta chiusa, ma apre virtualmente le sue porte

    • dal 12 marzo al 5 aprile 2020
    • Casa Museo Ivan Bruschi
  • La Pediatria in mostra, foto di bambini e sorrisi nella hall dell’ospedale

    • dal 10 febbraio al 1 aprile 2020
    • Ospedale San Donato

I più visti

  • La regola di Piero: Mimmo Paladino dialoga con il maestro della luce

    • dal 15 giugno 2019 al 31 marzo 2020
    • Varie sedi
  • Il risveglio di un gigante e Cristiada in visione gratuita online

    • dal 13 marzo al 5 aprile 2020
  • Un Bonelli al giorno. Fumetti omaggio con la noia 

    • Gratis
    • dal 23 marzo al 5 maggio 2020
  • La Casa Museo Bruschi resta chiusa, ma apre virtualmente le sue porte

    • dal 12 marzo al 5 aprile 2020
    • Casa Museo Ivan Bruschi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ArezzoNotizie è in caricamento