menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Laterina Medievale, tre giorni ‘di Ferro e di Fuoco’ al Castello

Presentata in palazzo del Pegaso l’edizione 2019 della Festa in programma il 26, 27 e 28 luglio. Il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani: “Qui si rivive il clima del‘300”

L’edizione 2019 di “Laterina Medievale di Ferro e di Fuoco” è stata presentata in palazzo del Pegaso questa mattina, venerdì 19 luglio. La Festa è in programma il 26, 27 e 28 luglio nel territorio di Laterina e, anche quest’anno, animerà il centro storico di parate, danze acrobatiche, giocoleria e spettacoli pirotecnici grazie all’organizzazione dell’Associazione culturale “La Rocca”.  

“Laterina una delle città che maggiormente si presta alla festa medioevale, una delle più suggestive della Toscana” ha osservato il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, introducendo la conferenza stampa in sala Barile. “Visti i figuranti che in continuazione girano in centro e che indossano costumi particolarmente curati; i giochi di fuoco dei giocolieri, la riproduzione di battaglie, perfino il cibo medievale - ha aggiunto il presidente - si annunciano tre serate durante le quali, entrando nel borgo, si rivive il clima che era alla base della contesa di Laterina tra Firenze ed Arezzo fin dalla prima metà del ‘300”.

In effetti, come spiegato da Valentina Pedani,  presidente dell’Associazione culturale “La Rocca”, uno degli appuntamenti riguarda proprio “La non battaglia di Ca’ della Riccia. Fatti, storie, credenze di Laterina, dal Medioevo ai nostri giorni”, riproposta in un video documentario in cui si ricostruisce l’episodio “Dei due eserciti di Firenze e Arezzo che si fronteggiarono, in quell’occasione, senza spargimenti di sangue”. La storia di “Laterina contesa” è anche un modo, conferma Pedani, per “esaltare l’estrema importanza della narrazione dei fatti accaduti nel Medio Evo e che si tramandano ancora”. Una trasmissione che avviene sempre e comunque “con allegria”, precisa la presidente dell’associazione che in questi giorni 200 mobilita persone che lavorano ininterrottamente per allestire la Festa, momento culminante di un’attività portata avanti tutto l’anno.

Alberto Benini, assessore alla cultura del comune di Laterina Pergine Valdarno, ha ricordato che quest’anno è la sedicesima edizione della manifestazione: “L’amministrazione è veramente orgogliosa che un’associazione composta dalla popolazione nostro territorio, e che unisce tutte le generazioni per lavorare e preparare questa festa che di fatto riporta il borgo di Laterina agli antichi fasti del Medioevo e che tutti gli anni riesce a migliorarsi”.

Ecco dunque parate e animazioni, danze acrobatiche, giocoleria e spettacoli pirotecnici. I combattimenti della Compagnia della Spada e le esibizioni dei rapaci dei Guelfi Falconieri, mentre il Sipario Medievale allestirà il mercato con dimostrazione di arti e mestieri. Taverne, botteghe borghigiane e punti ristoro saranno aperti fino a tardi, con menù medioevale. Ogni giornata di festa inizierà con l’apertura del Castello, del Medieval mercato e del bivacco. L’ingresso è gratuito.

La manifestazione ha il patrocinio del Comune di Laterina Pergine Valdarno, della provincia di Arezzo e della Regione Toscana.

Laterina Medievale fa parte del calendario delle Manifestazioni Storiche della Provincia di Arezzo e della Regione.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dopo 25 anni torna la Carta dei Sentieri del Pratomagno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento