menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiera del Mestolo tra sculacciate e prodotti artigianali. La storia, le date, la sosta e i consigli anti borseggio

Tutte le informazioni, storiche e non, riguardanti l'evento che prenderà il via domani mattina all'interno dell'Arena Eden

Sono oltre 250 i banchi che prenderanno posto dal 9 all'11 settembre nel centro storico di Arezzo.
L'Arena Eden e le aree limitrofe si trasformano per l'occasione lasciando libero spazio agli ambulanti della Fiera del Mestolo.
Un evento particolarmente atteso dagli aretini che, ogni anno, accorrono in massa da tutti e quattro gli angoli della provincia per fare acquisti e passeggiare tra uno stand e l'altro.

L'evento, malgrado negli anni si sia fortemente trasformato lasciando sempre meno spazio ai manufatti artigianali, è nato come mostra dei talenti e dei prodotti dell'ingegno.

In passato gli aretini raggiungevano la parte bassa della città murata (via Spinello) incuriositi da ciò che i vari ambulanti giunti dai paesi vicini avrebbero potuto offrire. Paioli di rame, attrezzi per l'agricoltura, biancheria, lenzuola, tovaglie e attrezzi per le faccende di casa erano tra gli oggetti che più comunemente venduti.

Si narra che “mentre i mariti contrattavano con i mercanti per l'acquisto di conigli e polli, le mogli si davano da fare per collezionare oggetti utili per la casa ma soprattutto che sarebbero andati a costituire il corredo per il futuro matrimonio delle figlie”.

E a questo proposito, tra le finalità della manifestazione si narra che ci fosse anche quella di trovare la propria futura sposa.
Il detto “Sedere mestolato entro l'anno accasato” rende bene l’idea di quello che rappresentava la fiera per gli aretini. Durante la tre giorni, secondo i racconti popolari, vi era l'usanza, da parte dei giovanotti di corteggiare a suon di mestolate le fanciulle che passavano per le vie. I ragazzi, individuata la propria “vittima”, le comunicavano il proprio interesse sculacciandola con una mestolata sul sedere.

Oggi più niente di tutto questo accade anche se la fiera continua a fare il pieno di visitatori.

Il Calcit

Questa iniziativa ideata da Franco Palazzini nel 1995  in occasione della fiera di settembre vide poi nel  1999 la realizzazione  del Mestolo più  grande del mondo  ( mt.5,44x1,10)   certificato con attestato ed inserimento ufficiale nei guiness dei records mondiali.
Saremo  presenti all'angolo in fondo a Corso Italia di fronte ai bastioni con circa 1000 mestolini che offriremo dietro offerta libera.
Cogliamo l'occasione per sottolineare l'ottimo successo della mostra mercato del Gruppo Femminile Calcit  con un ricavato di circa 13.000 euro.
Il ricavato delle due iniziative sarà destinato al sostentamento delle cure domiciliari oncologiche  - Servizio Scudo.

Modifiche al traffico per la Fiera del Mestolo

La fiera di settembre è l'occasione per muoversi in centro a piedi visto anche quanto è previsto dalla disciplina del traffico e della sosta. 
Dalle 20 di domenica 8 settembre alle 8 di giovedì 12 il parcheggio Eden non è utilizzabile. Il divieto di sosta, abbinato a quello di transito, coinvolge ovviamente tutte le strade dove si svolge l’esposizione: via Spinello, via Niccolò Aretino, via Guadagnoli, via Margaritone, via Assab, via Pietro Aretino, via dell'Anfiteatro, via della Societa Operaia, via Madonna del Prato, via San Giovanni Decollato. Il tratto di via Pietro Aretino compreso tra il civico 8 e via del Ninfeo è disciplinato a doppio senso di circolazione, in via Lorentino d’Arezzo è invertito il senso di marcia e la circolazione dei veicoli autorizzati ad accedere alla ztl B seguirà il percorso via Lorentino d’Arezzo - via Madonna del Prato - via San Giovanni Decollato - corso Italia - via Crispi. In via San Giovanni Decollato è istituito il senso unico di circolazione in direzione di via Madonna del Prato Corso Italia. L’accesso dei veicoli dei residenti di via della Società della Operaia e di via dell’Anfiteatro è disciplinato secondo il seguente percorso: via Lorentino d’Arezzo, via Madonna del Prato, via San Giovanni Decollato, piazza San Iacopo, via dell’Anfiteatro. In uscita: via dell’Anfiteatro, corso Italia, via Crispi. Nel tratto di via Guadagnoli non interessato dalla fiera compreso fra il civico 73 e via Crispi è istituito il divieto di sosta con rimozione. Nel tratto compreso fra via del Ninfeo e via Crispi è istituito il doppio senso di circolazione: i veicoli che transitano in direzione di via Crispi giunti all’intersezione hanno l’obbligo di arrestarsi, dare la precedenza e svoltare a sinistra. Piste ciclabili di via Niccolo Aretino, via Guadagnoli e parcheggio Eden non utilizzabili.

Fiera del Mestolo: date e programma

Consigli anti borseggio e scippo

Occhio anche alle borse. Ecco i consigli: le signore devono sempre tenere la borsetta chiusa, o portata d’avanti, o infilata all’avambraccio. Per i signori è meglio non tenere i portafogli nelle tasche posteriori dei pantaloni. Occhio alle persone che spingono tra i banchi, non sono sempre semplici maleducati. Pur restando cortesi, attenzione a chi chiede informazioni cercando di distogliere l’attenzione dalle borse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento