Cultura

Il Natale contagia tutta la provincia, gli eventi del weekend aretino

Spettacoli, musica, gastronomia. Mancano cinque settimane al 25 dicembre, ma fioccane le iniziative in tutta la provincia in questo weekend. VENERDI 1° DICEMBRE Arezzo Arezzo Città del Natale - gli appuntamenti Arezzo Arezzo Passioni...

città del natale61

Spettacoli, musica, gastronomia. Mancano cinque settimane al 25 dicembre, ma fioccane le iniziative in tutta la provincia in questo weekend.

VENERDI 1° DICEMBRE

Arezzo Arezzo Città del Natale - gli appuntamenti



Arezzo Arezzo Passioni Festival winter: ore 17,30 circolo artistico di Arezzo. Andrea Scanzi intervista Loriano Macchiavelli. Presentazione del romanzo giallo "Tempo da Elfi", edito da Giunti e scritto a quattro mani con Francesco Guccini. Macchiavelli e il celebre cantautore hanno dato vita, ormai da venti anni, a un sodalizio letterario di successo, che ha prodotto le serie di gialli ambientati sull'Appennino tosco-emiliano e che vedono per protagonisti il maresciallo dei Carabinieri Benedetto Santovito e l'ispettore della Forestale Marco Gherardini detto Poiana.

E' proprio Poiana a tirare le fila di un'indagine complicata in "Tempo da elfi". Il paese in cui gli eventi si svolgono è l'immaginario Casedisopra, una sorta di Macondo di montagna, isolato e sospeso in una dimensione fuori dal tempo. Compaiono gli "elfi", giovani che hanno deciso di vivere lontano dal mondo globalizzato: proprio uno di loro viene trovato ammazzato in fondo a un dirupo. E per l'ispettore Poiana inizia l'indagine più difficile.
Loriano Macchiavelli, classe 1934, è uno scrittore di pièces teatrali e di romanzi gialli e polizieschi. Ha frequentato l'ambiente teatrale bolognese sia come autore che come attore e organizzatore. Come scrittore ha creato la figura del brigadiere Antonio Sarti, approdato in tv in due serie Rai, una andata in onda alla fine degli anni '70 e una agli inizi degli anni '90. Macchiavelli ha inoltre scritto e sceneggiato altri telefilm, ma anche radiodrammi per la Rai. Dal 1997 collabora con Francesco Guccini, il loro romanzo "Macaronì" ha vinto il premio Alassio Centolibri. Ha fondato e dirige la rivista "Delitti di carta". I suoi lavori sono tradotti anche in Francia, Russia, Germania, Spagna, Ungheria, Repubblica Ceca, Portogallo e Giappone.
L'evento sarà trasmesso in diretta facebook sulla fanpage dell'Arezzo Passioni Festival.

Arezzo Mercatini di Natale in piazza Grande

Arezzo Alle ore 17,30, l'Accademia Petrarca di Lettere, Arti e Scienze di Arezzo, per la Classe Scienze, presenta una tornata dedicata al Dottore Marcello Caremani, infettivologo ed ematologo , professionista a tutti noto. Parlerà sul tema: " Dalla medicina dei templi alla medicina laica".
L'incontro avverrà nella Casa del Petrarca, sede storica dell'Accademia, in Arezzo via dell'Orto n. 28 con ingresso libero e gratuito anche alla cittadinanza.

Arezzo Dopo la bella giornata della Festa di Santa Cecilia, un altro momento importante attende il Gruppo. L'appuntamento è per la Cena Sociale annuale che si svolgerà dalle ore 20:30 presso l'Hotel Minerva. Assieme a tutti i Soci saranno come di consueto presenti anche rappresentanze istituzionali della Città e delle altre componenti della Giostra del Saracino. Durante la serata si farà il punto delle uscite fatte nell'anno in corso e saranno prospettate quelle future, oltre alla tradizionale consegna del Premio "Eros Ricciarini" e delle attestazioni di longevità di appartenenza al Gruppo. Per questi motivi tutti i Soci sono invitati a partecipare dando conferma al Socio Samuele Dini.

Arezzo Chiara Zampieri è cultore della materia in Storia contemporanea presso il Dipartimento di Scienze storiche, geografiche e dell'Antichità dell'Università degli Studi di Padova. Si è laureata in Scienze Storiche all'Università di Padova con una tesi intitolata Il Partito socialista italiano e il terrorismo: i rapporti con Autonomia operaia organizzata (1978-1982), vincitrice del Premio nazionale Luigi Di Rosa 2012. Nel 2017 ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Scienze Politiche presso l'Università di Roma Tre con una tesi sul dibattito politico italiano intorno alla legislazione antiterrorismo fra 1978 e 1982. I suoi interessi di ricerca riguardano la storia politica e delle culture politiche dell'Italia repubblicana, il terrorismo e le risposte al terrorismo in Italia e all'estero negli anni Settanta e Ottanta. Fra le sue pubblicazioni: "Il garantismo del Partito socialista italiano negli anni del terrorismo: un altro capitolo del «duello a sinistra»?", Mondo contemporaneo, n. 1/2016, pp. 63-98; Socialisti e terroristi 1978-1982. La lotta armata e il Psi: indagini e testimoni, l'Ornitorinco, 2013, Milano.

Castiglion Fiorentino Due conferenze che Telmo Pievani terrà a Castiglion Fiorentino, venerdì 1 e sabato 2 dicembre. Molti i commenti e le prese di posizione arrivate sui social all'annuncio del dibattito. Segnale dell'importanza dei temi al centro della discussione che si prevede, dunque, alquanto dibattuta. L'appuntamento per il pubblico è quello di venerdì 1 dicembre al teatro Mario Spina di Castiglioni, alle 21.15, con la conferenza dal titolo L'evoluzione umana, una storia al plurale (e piena di sorprese), un viaggio attraverso le tappe (per niente scontate) dell'evoluzione della specie.
Si tratta di un appuntamento più unico che raro per incontrare una delle menti più brillanti del nostro tempo nella splendida e intima cornice del Teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino. L'incontro, promosso dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Castiglioni è ad ingresso gratuito. Come anticipa il filosofo nella nota al programma della serata: "Gli ultimi anni sono ricchissimi di sorprese e di avanzamenti nello studio dell'evoluzione umana, il cui quadro appare molto piu? interessante e variegato del previsto. Grazie alla convergenza di dati molecolari, fossili e paleoecologici, la discendenza degli ominidi si presenta oggi come un "cespuglio" lussureggiante di specie, spesso conviventi fino a tempi recenti, con una molteplicita? di soluzioni adattative eterogenee. Fino a una manciata di millenni fa non eravamo la sola specie umana sul pianeta, ma condividevamo i nostri territori con almeno altre quattro specie del genere Homo, la cui estinzione recente resta un mistero. Le ultime notizie sull'evoluzione umana sono davvero sorprendenti e ci portano a riscrivere ampie parti di cio? che sta scritto nei manuali scolastici". Telmo Pievani si fermerà anche sabato 2 dicembre a Castiglioni per l'incontro rivolto alle scuole dal titolo Nati per uccidere? Il tema è la pretesa origine biologica della violenza nella specie umana. La controversia è affrontata a partire dalla complessità dei punti di vista coinvolti, da quello scientifico a quello storico antropologico.

Castiglion Fiorentino Filosofo e storico della biologia, esperto di teoria dell'evoluzione, autore di numerose pubblicazioni nel campo della filosofia della scienza. A Castiglion Fiorentino arriva Telmo Pievani, ospite di livello internazionale, un vero e proprio scienziato divulgatore di razza, che incontrerà il pubblico per condurlo in un viaggio attraverso le tappe (per niente scontate) dell'evoluzione umana. Si tratta di un appuntamento più unico che raro per incontrare una delle menti più brillanti del nostro tempo nella splendida e intima cornice del Teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino. L'incontro, promosso dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Castiglioni, dal titolo L'evoluzione umana, una storia al plurale (e piena di sorprese), si terrà venerdì 1 dicembre, alle 21.15 ed è ad ingresso gratuito. Si tratta di una serata fortemente voluta da Massimiliano Lachi, assessore alla Cultura del Comune toscano e che segna una delle tappe più alte di un percorso intrapreso oltre un anno fa con gli Stati Generali della Cultura. Come spiega Lachi: "Questa serata rappresenta una delle occasioni piu? preziose, e rare, di condivisione del sapere e delle conoscenze. Sarà un momento capace di accendere riflessioni e dibattiti accattivanti e sui generis, infrangendo stereotipi e schemi mentali.
E? cosi? che prosegue il nostro "cantiere" nell'intenzione, sempre viva e partecipata, di portare avanti un progetto che, nato come sfida, si e? affermato con favore ottenendo convincenti riscontri".
Saranno messe al centro dell'incontro con Telmo Pievani la ricerca di nuove traiettorie, nuove vedute, spazi creativi d'indagine che possano intrecciarsi e potenziarsi, intessendo la trama in fieri degli Stati Generali della Cultura.
Come anticipa il filosofo nella nota al programma della serata: "Gli ultimi anni sono ricchissimi di sorprese e di avanzamenti nello studio dell'evoluzione umana, il cui quadro appare molto piu? interessante e variegato del previsto. Grazie alla convergenza di dati molecolari, fossili e paleoecologici, la discendenza degli ominidi si presenta oggi come un "cespuglio" lussureggiante di specie, spesso conviventi fino a tempi recenti, con una molteplicita? di soluzioni adattative eterogenee. Fino a una manciata di millenni fa non eravamo la sola specie umana sul pianeta, ma condividevamo i nostri territori con almeno altre quattro specie del genere Homo, la cui estinzione recente resta un mistero. Le ultime notizie sull'evoluzione umana sono davvero sorprendenti e ci portano a riscrivere ampie parti di cio? che sta scritto nei manuali scolastici". Telmo Pievani si fermerà acnhe sabato 2 dicembre a Castiglioni per l'incontro con le scuole dal titolo Nati per uccidere?

Castiglion Fiorentino Al Teatro Signorelli appuntamento con il balletto: di scena Cenerentola

Cortona Per il secondo appuntamento con la stagione 2017/2018, in programma venerdì 1 dicembre 2017 alle ore 21, il Teatro Signorelli propone una pièce di danza tra le più celebri e al tempo stesso innovative: Cenerentola

Kaos Balletto di Firenze, con la sua ultima produzione, mette in scena in chiave contemporanea, una Cenerentola inusuale che esce fuori dai consueti canoni principeschi di bellezza e ci mostra la sua protagonista in una veste diversa, quasi disagiata rispetto al resto della società.

La coreografia è a quattro mani di Roberto Sartori e Christian Fara, i costumi di Stefania Coretti, la maitr de ballet è Katiuscia Bozza, il lighting design Giacomo Ungari.

L'interessante scelta di affrontare l'opera a quattro mani deriva dalla voglia di dare punti di vista allineati nello scopo ma allo stesso tempo diversi nell'approccio.

La stessa preferenza viene espressa anche a livello musicale. Le splendide musiche di Sergej Prokof'ev e Gioacchino Rossini vengono unite alternando due partiture, da una parte quella di Rossini e il suo melodramma giocoso e ironico e dall'altra quella più poetica di Prokof'ev.

Tra le oltre 300 varianti di questa fiaba, gli autori hanno scelto la più famosa e popolare, quella di Charles Perrault, in cui Cenerentola è una bellissima giovane, orfana di entrambi i genitori, schiavizzata dalla matrigna e dalle sue sorellastre e che giunta la notizia che a corte si terrà un ballo organizzato dal re per trovare moglie al principe, con l'aiuto magico della fata madrina riuscirà ad andarvi e ad avverare il sogno.

Tuttavia Cenerentola, secondo il punto di vista dei coreografi Sartori e Fara, non è la bella fanciulla che risponde all'ideale di perfezione fisica, ma un personaggio del tutto nuovo.

Annoverabile tra gli emarginati dalla società per i suoi modi, aspetto ed amicizie, svantaggiata, i suoi valori non sono evidenti, ma visibili solo a chi ha la pazienza di conoscerla, di approfondire la sua storia, scoprirla. In una società grottesca come quella descritta, con le sue bruttezze e carente di sensibilità, lei è esclusa perché diversa e la sua bellezza nascosta richiede grandi sforzi per essere apprezzata.

Luci e ombre, quindi, su un personaggio che non è così semplice come ce l'hanno sempre dipinto. Le sorellastre e la matrigna restano personaggi importanti della storia con la loro carica di insofferenza e invidia, ma la ritrovata sensibilità del principe e l'appagante lieto fine ristabilirà i giusti equilibri.

I temi trattati non sono, tuttavia, mai gravi ma sempre ricchi di una ironia scherzosa. Infatti i coreografi hanno voluto che questo spettacolo fosse pervaso proprio da profonda ironia e poesia spostandosi tra descrizioni caratteriali più delicate e umori più leggeri e giocosi. Ciò che si ottiene è uno spettacolo adatto a tutti, inserito in un luogo e un tempo indefinito che potrebbe benissimo coincidere con il qui ed ora. Un tema quindi adatto ad un vasto pubblico, dagli adulti, che troveranno davanti a loro uno spettacolo catartico, ai più piccoli, che avranno l'occasione di guardare la storia da un punto di vista diverso, anche se di estrema attualità, e su cui potranno lavorare anche a livello didattico ed educativo.
Info Teatro Signorelli 0575 601882 info@teatrosignorelli.com

Laterina La stagione teatrale Storie Sospese reloaded del Teatro Comunale di Laterina venerdì 1 dicembre ore 21.15 propone "Tre uomini in barca (per non parlar del cane)" regia di Francesca Barbagli produzione Libera Accademia del Teatro, una riduzione teatrale tratta dal romanzo umoristico di J.K.Jerome che nasce dalla passione condivisa dagli attori per il romanzo e dalla sfida di ricreare sul palcoscenico quelle situazioni esilaranti che hanno fatto ridere e sorridere almeno quattro generazioni di lettori. Chi, almeno una volta nella vita, non ha pensato di partire per una avventurosa avventura, tipo: scalare un picco innevato, attraversare il Sahara in cammello, trascorrere un mese in un isola deserta? E magari abbiamo pensato di partire proprio con i nostri migliori amici, gente imbranatissima e non avvezza ai disagi, esattamente come noi. Uno spettacolo insomma che intende divertire con garbo, riattualizzando un intelligente testo classico dell'umorismo, adatto per tutte le età. Info e prenotazioni: info@drittoerovescio.net tel. 0553986471 cell. 3382715639

Sansepolcro Marco Parente, "I passi della cometa": la poesia incorruttibile di Dino Campana. CasermArcheologica. Ingresso libero

Subbiano Quest'anno il Natale a Subbiano si saluta con un'iniziativa che pone al centro l'uomo, le sue tradizioni più belle e il cibo come cultura e come comunicazione, come linguaggio trasversale e universale. Insomma un messaggio di pace che passa attraverso l'esaltazione della diversità. Dal 1° al 3 di Dicembre, infatti, nel centro storico di Subbiano si terrà la manifestazione Folk and Food stand gastronomici di cucina internazionale, balli tradizionali e musica tipica. I paesi presenti saranno Grecia, Italia, America, Romania, Germania, Messico, Argentina, Spagna, Albania.

SABATO 2 DICEMBRE

Arezzo Arezzo Città del Natale - gli appuntamenti

Anghiari "CLASSICA VALTIBERINA" è il secondo evento organizzato dal Teatro Stabile e dalla Compagnia dei Ricomposti di Anghiari. Protagonista del concerto è la soprano Noemi Umani (prima cantante professionista anghiarese) che nel 2017 ha vinto il primo premio della 71ma edizione del concorso "Comunità Europea" del teatro lirico sperimentale "A. Belli" di Spoleto, che ha visto come presidente della giuria internazionale il soprano Edda Moser. Sul palco insieme a lei, altri giovani cantanti: Rachele Raggiotti (mezzo soprano), Emanuele Fagotti (Tenore) e Diego Savini (Baritono), oltre alla figura del "servo di scena" interpretata da Andrea Valbonetti. L'evento "CLASSICA VALTIBERINA" è stato promosso con l'obiettivo di valorizzare e di dare visibilità ai musicisti e ai cantanti anghiaresi che negli anni si sono diplomati nei vari Conservatori Musicali. Un concerto pensato per permettere loro di farsi apprezzare dai nostri compaesani e da tutti gli appassionati di questo genere di musica. Appuntamento alle ore 21 al Teatro di Anghiari. Ingresso 10 euro. Info e prevendite presso il Teatro di Anghiari (telefono 0575 788659) martedì e giovedì dalle ore 18:00 alle 19:30 e sabato dalle ore 10,30 alle ore 12,30.

Arezzo Il Quartiere di Porta del Foro ha organizzato per le 20,30 la tradizionale "Cena dei Figuranti", che si terrà presso la sede del Quartiere di Vicolo della Palestra. La serata sarà un modo per ritrovarsi e rivivere insieme i momenti delle due edizioni 2017 del Saracino. Il Consiglio direttivo, per l'occasione, offrirà la cena a tutti coloro che hanno indossato il costume nelle due Giostre e nelle varie uscite durante l'anno, mentre per i non Figuranti che vorranno comunque partecipare alla serata, il costo della cena sarà di 15?. Il menù della cena prevede un antipasto toscano, maccheroni al sugo, arista con piselli e dolci casalinghi. Acqua e vino sono compresi nel prezzo.

Arezzo Si avvicina per la città di Arezzo un nuovo weekend di Fiera Antiquaria.

Non perdetevi l'esposizione collaterale "I MEZZI DELLA MEMORIA IN MOSTRA" organizzata dal Museo dei Mezzi di Comunicazione presso la sede dell'ente del comunale in Piazza Grande, sotto le Logge Vasari.. una vera e propria provocazione su un'ipotetica, futura, eclissi della memoria, circondati dall'atmosfera unica di "Arezzo Città del Natale". Sabato 2 e domenica 3 dicembre 2017 (10:00 - 13:00 / 14:00 - 18:00). INGRESSO GRATUITO

Maggiori info su www.museocomunicazione.it

Arezzo Presentazione del libro fotografico "Imperfetto", sabato 2 dicembre alla libreria Mondadori di Arezzo alle ore 17.30, per l'occasione sarà presente l'editore Stefano Vigni - Seipersei

Arezzo Teatro in piazza

Arezzo Alle ore 22, al Circolo Culturale Arci Aurora di piazza Sant'Agostino l' Associazione Culturale Musicanti del Piccolo Borgo presenta, l'anteprima di "Pifferi, musiche e zampogne", il festival di musica popolare che animerà le serate aretine del 7/8/9 dicembre festeggiando la sua 22esima edizione. Sarà il "Coro vesuviano" a dare il via alla manifestazione, curata, diretta e animata dalla tenacia del suo direttore artistico Silvio Trotta.

Coro Vesuviano è un gruppo formato da donne che cantano con la teatralità e la forza comunicativa proprie della tradizione popolare napoletana, presenteranno la loro opera prima: "It's a girl ? femmenesagerate!" prodotto da RadiciMusic Records.

Il cd è dedicato a tutte le donne fatte sparire, (talvolta prima ancora di nascere), Eva del Paradiso Terrestre, Antigone di Tebe, Gertrude da Monza, Eleonora Pimentel Fonseca, Margherita Hack; tutte le Befane (dentro e fuori), e tutte le Brave Donne che studiando e giocando, cantando, imprecando e cucinando, alzano la testa, avanzano come Maruzze lasciando traccia di sé e imprimono passi di pace su questa terra.



I testi raccontano la realtà d'oggi vista attraverso lo sguardo femminile, la violenza con cui si tenta di soffocare diritti e libertà recenti, le vicende di donne che hanno lasciato traccia di sé nella Storia? Il linguaggio, popolare e sanguigno nell'invettiva come nell'affrontare temi e pensieri alti, si fa spesso beffardo ed autoironico quando si riferisce al vissuto. Propongono un suono strano, antico e nuovo, mescolando ai ritmi vesuviani tradizionali contributi attuali, di varia provenienza tra musiche popolari napoletane, musica moderna, sonorità blues e rap. Musiche e arrangiamenti di Anna Maria Palladino Caccavale, testi originali di Anna Maria Palladino Caccavale, Maria Pia Nacca, Adriana D'Anna, Antonella Aliperta, Ausilia Tarallo

Arezzo Appuntamento alle ore 17



Arezzo Ultimo appuntamento con le visite guidate del Centro Guide Arezzo e Provincia al Teatro Petrarca: primo turno alle 10 e secondo alle 11,30. I partecipanti potranno vedere il teatro, scoprire la sua storia e i segreti della macchina scenica risalente all'Ottocento e ancora oggi utilizzata.
Prenotazione obbligatoria tramite sms o telefonando al numero 3343340608 oppure inviando una mail, segnalando il numero dei partecipanti, all'indirizzo info@centroguidearezzo.it.

Arezzo Uno sguardo sulla storia di Saione con Anna Bartolini e Patrizia Fazzi appuntamento alle 17 Santo Stefano al Pionta ingresso libero.


Arezzo Torna la mostra-mercato "Sotto l'albero di Natale" organizzata dal Gruppo Femminile del Calcit di Arezzo. Quest'anno è la XXIII edizione e, come d'abitudine, è allestita presso le sale-mostra del Circolo Artistico in corso Italia, n.108. Inaugurazione alle ore 10. Orario apertura continuato: al mattino dalle 10 alle ore 19. Le signore del Gruppo, nell'arco di un intero anno, hanno progettato, e realizzato poi, il mercatino per offrire prodotti di creatività e raffinatezza alla portata economica di chiunque voglia dare un contributo agli obiettivi in corso del Calcit aretino. L'ispirazione va ricercata soprattutto nella valorizzazione delle festività religiose di fine e principio d'anno. Ma nella sostanza è il Natale il vero soggetto proposto in evidenza pur nella piacevolezza accattivante e l'utilità delle cose poste all'attenzione. Saranno presentati lavori a maglia,stoffe pregiate, lavori a tombolo, ad uncinetto, a chiacchierino, quasi tutti realizzati manualmente anche con l'intento della ricerca del tempo passato, in sintesi legato al ricordo nelle nostre donne. Non manca il modernariato ed altri oggetti donati al Calcit da diversi imprenditori aretini.


Arezzo Presentazione libro "Imperfetto" di Luca Cacioli editore Seipersei presso la libreria Mondadori di Arezzo alle ore 17.30. Luca Cacioli, giovane fotografo aretino, con un'inclinazione per l'architettura, le geometrie, l'ordine e la pulizia dell'immagine, presenta in galleria il suo primo progetto fotografico dal titolo "Imperfetto". Le sue immagini, in un bianco e nero rigoroso, ricco di toni, pulito ma sporco allo stesso tempo, ci presentano una realtà degradata, declassata, abbandonata, come tante altre del nostro Paese. Ogni immagine di questo libro ha un significato profondo, e l'abilità con cui il fotografo costruisce questo corpo di lavoro, si svela nel titolo del progetto e nella sua definizione, che non è altro che il contrario di quello che state leggendo. La cura nei dettagli e la perfezione delle fotografie di Luca, si oppongono in forte contrasto con i contenuti delle immmagini. Pulizia contro sporcizia, rigore contro caos, perfezione contro imperfezione. "Imperfetto" è una testimonianza di quei luoghi che portano dentro una storia amara del nostro Paese, perchè la riflessione che questo progetto dovrà stimolare non resti sospesa nel tempo e nello spazio come tante altre realtà di questo tipo in cui l'Italia galleggia. Unitamente all'inaugurazione Luca presenterà il libro omonimo della mostra edito da Seipersei.
Arezzo Nuovo appuntamento nell'ambito della stagione di prosa e danza del Teatro Petrarca, organizzata dall'amministrazione comunale in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo Onlus. Sabato 2 e domenica 3 dicembre in replica, alle 21, va in scena "Mariti e mogli" con Monica Guerritore e Francesca Reggiani. Tratto dall'omonimo film di Woody Allen, adattato e diretto da Monica Guerritore, con Ferdinando Maddaloni, Cristian Giammarini, Enzo Curcurù, Lucilla Mininno, Malvina Ruggiano, Angelo Zampieri. Produzione a.Artisti Associati/Pierfrancesco Pisani/Parmaconcerti.
Nel riadattamento teatrale di "Mariti e mogli" di Woody Allen, Monica Guerritore ha voluto sottolineare l'immutabilità delle pulsioni umane: l'attrazione, il voler essere diversi da quel che si è, la voglia di un'altra vita. Lo spettacolo si svolge in una sola notte in una sala da ballo, un luogo non definito ma realistico, dove una volta a settimana dopo il lavoro si incontrano un gruppo di persone, che riflettono sulla presenza o l'assenza dell'amore dialogando con il pubblico per svelare quello che sta accadendo nel loro mondo interiore. Otto personaggi compiono uno sfrenato girotondo amoroso nel quale mariti, mogli e amanti rimangono intrappolati nell'insoddisfazione cronica di una banale vita borghese e in cui Cupido si divertirà a far nascere amori, far esplodere crisi coniugali, tradimenti e divorzi.

Arezzo Mercatini di Natale in piazza Grande

Arezzo Conferenza di Cristina Acidini e Alessandra Baroni Vannucci, ore 17 al Palazzo della Fraternita dei Laici in piazza Grande, Arezzo.

Arezzo Di seguito il calendario dei festeggiamenti del quartiere di Porta Sant'Andrea per il patrono:

Alle ore 17, nel Museo del Quartiere la cerimonia del "Battesimo del Quartierista": solenne investitura dei colori biancoverde per i nuovi nati, ma anche per gli adulti. Al termine aperitivo presso il Circolo Biancoverde nel cortile del museo.

La sera stessa, alle 20.30 nella Sala d'Armi, la tradizionale "Cena del Patrono". Menù: mega-antipasto con affettati e bruschette, polenta con salsiccia, varietà di dolci fatti in casa, vinsanto acqua e vino. (per i bambini menù alternativo a richiesta: penne al ragù, arista con patate e dolci vari). Costo 18 ? (10 ? per i bambini). Prenotazioni entro venerdì 1 dicembre presso Tommaso (tel. 333 1868218) o Claudio (tel. 333 7400125).

Arezzo Ore 22, al Karemaski andranno di scena i 'Racconti Punk di Provincia', all'interno della rassegna WE.STORY 2017, ideata da Effetto~K, un laboratorio creativo portato avanti da giovani professionisti, che elabora, produce e costruisce eventi attorno a storie, narrazioni e suoni. A Olmo, prima andrà di scena la presentazione del libro "Clash to me", con l'autore Andrea Merendelli, poi con la presentazione del disco "Divertissement Avec Du Punk Rock" dei Monsieur Blumenberg (in trio).

Clash to Me è La vita di un punk toscano, un ribelle contadino che sogna Londra e vive fra i cipressi e i campi di tabacco kentucky. Il sogno del caos metropolitano, il disordine di vite vissute male e in fretta, i gesti di inutile (ma a volte straordinaria) follia. Una storia scritta come se fosse suonata, cantata e raccontata con rabbia, umori neri e ironia. Un ritmo incalzante per una colonna sonora ideale dominata dalla voce di Joe Strummer (voce dei CLASH e di un'intera vita). Così nasce il racconto punk, memoria adulta di ex giovani sbandati che bestemmiano la ridente Toscana, sognando Londra e il degrado urbano. Una storia di acerba follia e auto-esclusione, con un salto mortale verso il presente dove i sopravvissuti, oggi maturi e integrati, sono stati riassorbiti da questa bella società che, a parole, volevano "fottere".

A seguire, i Monsieur Blumenberg, che rimasticheranno in mille modi diversi alcuni capolavori dei Clash, dei Sex Pistols, di Iggy Pop e di altri mostri sacri. Ne uscirà un vero e proprio viaggio originalissimo nella storia del punk rock di cui è davvero difficile stancarsi! Burlone e leggero, ma mai frivolo e sempre musicalmente valido, sembra volerci dire che una marimba può comunque restituire l'elegia musicale e rivoluzionaria di un brano, basta continuare a credere nel potere ribaltante e ineliminabile della Musica. Ascoltare la sua "Lust for life" per credere.

Ma il weekend dedicato alle narrazioni, a cura di Associazione culturale Effetto K, in collaborazione con CasermArcheologica, Karemaski e Teatro di Anghiari non finisce qua. Già dal giorno prima, venerdì 1 dicembre, sempre dalle 22, proprio alla CasermArcheologica (in via Niccolò Aggiunti 55, a Sansepolcro), Marco Parente ne "I passi della cometa - La poesia incorruttibile di Dino Campana". Non un vero e proprio concerto, o un reading, ma "una camminata finalizzata all'ascolto. Un soundwalking tra parole, chitarre, scarpe che battono, sassofono, pianoforte e gli "strati sonori".

Mentre domenica 3 dicembre, stavolta dalle 18.00, al Teatro di Anghiari (in Via Bozia 3, Anghiari), la Compagnia Chille de la Balanza, metterà in scena la Lettera a una Professoressa, di e con Claudio Ascoli. Lo spettacolo è liberamente ispirato al libro-creazione collettiva degli allievi di Barbiana, scritto con la "regia" di Don Lorenzo Milani. Una messinscena particolare che propone una, anzi tre diverse scritture collettive. Come la "Lettera" fu una creazione collettiva di sei allievi sotto la guida del Priore, lo spettacolo dei Chille propone tre scritture collettive? con la partecipazione attiva degli spettatori.

Bibbiena Alle ore 16,30, in collaborazione col Gruppo Archeologico Casentinese, verrà presentato il volume "Dai no-global ai new-global", scritto da Vincenzo Valtriani: per discutere di un approccio diverso al tema della globalizzazione interverranno, oltre all'autore, lo psicoterapeuta Marco Tulli e, per l'ass. Tecla onlus, Nadia Conti.

Bucine Alle ore 21,15 la Compagnia Diesis Teatrango/Laboratorio Permanente di Teatro Sociale, porterà in scena una performance ispirata al poemetto East Coker di T.S. Eliot, poeta e drammaturgo. Il poemetto è un'opera di natura filosofica, di non semplice comprensione: una fitta trama di simboli e immagini, oggetti e luoghi intorno al concetto di tempo. Alma Tempore, è l'esito conclusivo del percorso di creazione teatrale ispirato al poemetto di T.S. Eliot, su cui hanno lavorato i partecipanti al Laboratorio Permanente di Teatro Sociale. Alcuni frammenti del testo, individuati durante il laboratorio, hanno suggerito agli attori lo sviluppo di azioni e relazioni, fisiche e verbali, per giungere, attraverso il processo di scrittura scenica ad una trama che è composizione per assonanze, ritmi, incontri, distacchi. In evidenza lo scorrere del tempo, il suo ritmo, le sue mille e molto spesso incomprensibili facce. La quotidianità fatta di gesti ripetuti che definiscono lo spazio fisico e personale, un qui ed ora casuale, che accade e trasforma.

Ideazione ed elaborazione scenica: Piero Cherici, Barbara Petrucci
con: Graziella Bettini, Massimo Currò, Elisa Fini, Daniele Gonnelli, Alessandro Grassi, Chiara Melani, Irina Mirzoeva, Filippo Mugnai, Sandra Piomboni, Lucia Romoli, Andrea Roselletti, Simonetta Testi

055 99 1663 / 338 3662475
SMS: 3398936957
INFO@DIESISTEATRANGO.IT

Castiglion Fiorentino Due conferenze che Telmo Pievani terrà a Castiglion Fiorentino, venerdì 1 e sabato 2 dicembre. Molti i commenti e le prese di posizione arrivate sui social all'annuncio del dibattito. Segnale dell'importanza dei temi al centro della discussione che si prevede, dunque, alquanto dibattuta. L'appuntamento per il pubblico è quello di venerdì 1 dicembre al teatro Mario Spina di Castiglioni, alle 21.15, con la conferenza dal titolo L'evoluzione umana, una storia al plurale (e piena di sorprese), un viaggio attraverso le tappe (per niente scontate) dell'evoluzione della specie.
Si tratta di un appuntamento più unico che raro per incontrare una delle menti più brillanti del nostro tempo nella splendida e intima cornice del Teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino. L'incontro, promosso dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Castiglioni è ad ingresso gratuito. Come anticipa il filosofo nella nota al programma della serata: "Gli ultimi anni sono ricchissimi di sorprese e di avanzamenti nello studio dell'evoluzione umana, il cui quadro appare molto piu? interessante e variegato del previsto. Grazie alla convergenza di dati molecolari, fossili e paleoecologici, la discendenza degli ominidi si presenta oggi come un "cespuglio" lussureggiante di specie, spesso conviventi fino a tempi recenti, con una molteplicita? di soluzioni adattative eterogenee. Fino a una manciata di millenni fa non eravamo la sola specie umana sul pianeta, ma condividevamo i nostri territori con almeno altre quattro specie del genere Homo, la cui estinzione recente resta un mistero. Le ultime notizie sull'evoluzione umana sono davvero sorprendenti e ci portano a riscrivere ampie parti di cio? che sta scritto nei manuali scolastici". Telmo Pievani si fermerà anche sabato 2 dicembre a Castiglioni per l'incontro rivolto alle scuole dal titolo Nati per uccidere? Il tema è la pretesa origine biologica della violenza nella specie umana. La controversia è affrontata a partire dalla complessità dei punti di vista coinvolti, da quello scientifico a quello storico antropologico.

Castiglion Fiorentino Dalle ore 15 con il patrocinio dell'OPE Osservatorio Parlamentare Europeo, del Comune di Castiglion Fiorentino, AUGE Accademia Universitaria degli Studi Giuridici Europei e dall'Associazione NOI Polizia, a colpi di liriche, autori provenienti da ogni parte d'Italia si sfideranno difronte alla terza commissione di giuria, capitanata dal Prof. Luca Filipponi presidente dello Spoleto Festival Art, da anni cultural partner del Premio Wilde. Tutto in diretta. Tutto a braccio. L'emozione come ogni anno sarà tangibile. Durante l'evento verranno attribuiti i Wilde VIP European Award, onorificenze attribuite a personaggi celebri per meriti sociali e o culturali. In questa decima edizione troviamo in nomination nomi di prima grandezza come: Barbara D'Urso, Sergio Vastano, Marco Carena, Tony Binarelli e Striscia la notizia. Chi si aggiudicherà l'ambita pergamena non è dato saperlo fino alla fine. Daniele Cappa, presidente e fondatore del Premio fa trapelare solo che ci sarà un collegamento telefonico con Madrid nel quale verrà attribuito uno specialissimo Wilde VIP European Award alla nota attrice Lucia Bosè. In teatro sarà esposta l'opera artistica creata dal maestro Cosimo Abbatepaolo, pittore noto per avere realizzato molte opere per innumerevoli star internazionali, per rappresentare la X edizione del Premio Wilde. L'opera verrà successivamente messa all'asta per finanziare progetti socio culturali.
L'ingresso in teatro è gratuito e libero a tutti, fino ad esaurimento posti disponibili.

Cortona Ore 16, biblioteca del Comune e dell'Accademia Etrusca di Cortona. L'iniziativa culturale nasce per promuovere la lettura e la scrittura come terapia.
Le relatrici, attraverso le loro opere letterarie e la loro esperienza professionali, racconteranno come dar vita ad opere e attività concrete rivolte ad una visione olistica della persona.
E' il primo evento di una trilogia dedicata alla Nascita a 360 gradi.
Attraverso le opere letterarie della scrittrice Emma Fenu, scopriremo che si può essere comunque Madri, nonostante le strade complesse che conducono alla realizzazione di un desiderio. Lo farà attraverso filastrocche dedicate ai bambini e attraverso la fusione di tante storie di donne.
Elisabetta Bellagamba, psicologa e psicoterapeuta, ci accompagnerà alla scoperta di uno strumento potente (e facilmente reperibile) capace di guarire e rigenerare: la scrittura.

Montagnano "Inverno in Compagnia" è il titolo delle iniziative che si terranno a Montagnano durante i cosiddetti mesi 'freddi', organizzate dall'Associazione culturale il Giogo, l'Oratorio San Prospero, l'U.S Montagnano ed il Comitato Sagra della Nana.
Il primo evento è in programma per sabato 2 dicembre, alle ore 21, al Teatro San Prospero con il concerto 'Aspettando Natale' a cura del coro Stranevoci di Arezzo diretto dal maestro Luisella Orsini e dal pianista Matteo Trimigno. In programma brani natalizi e gospel. Ingresso gratuito.
Nei fine settimana, infine, si terranno serate dedicate allo sport, giornalismo, cultura, salute, gastronomia, spettacoli e film per bambini.

Montevarchi "Via della Felicità" di Martina di Tommaso, presentato in anteprima mondiale in concorso al 58esimo Festival dei Popoli, sarà proiettato alla sala Filanda di Ginestra Fabbrica della Conoscenza, alle ore 19, alla presenza della produttrice Alessandra Grilli (Controra Film) che introdurrà il documentario con un saluto in sala a inizio proiezione. L'iniziativa, a cura di Betadue Cooperativa Sociale, in collaborazione con Controra Film, è promossa dal Comune di Montevarchi. Il racconto di Elisa, che decide di emigrare per cercare un futuro migliore è prodotto da Controra Film con Rai Cinema, con il sostegno dell'Apulia Film Commission e di Siae e Sillumina - copia per i giovani, per la cultura, e distribuito da ZaLab. Il film nasce prima di tutto dall'incontro di due donne: quello fra una madre coraggiosa e la regista Di Tommaso che ha deciso di seguirla per due anni. "Quando ho conosciuto Elisa l'ho seguita all'istante, travolta dalla sua determinazione e dal suo coraggio" afferma la regista. Elisa ha 36 anni, ed è la madre di Anthony e del piccolo Gabriele. È cresciuta a Enzineto, un quartiere dormitorio del barese e questo le basta per desiderare che i suoi figli non facciano altrettanto. L'unica via della felicità che riesce a vedere è quella dell'espatrio. Affascinata dai racconti della nuova vita di sua sorella, decide di raggiungerla in Germania. Una volta lì, Elisa si scontra con una realtà fredda e complessa, dove il sole tramonta presto e il silenzio amplifica la solitudine, uno strano nuovo mondo in cui lei e i suoi figli faticano a trovare un posto. "Elisa ed io ci siamo riconosciute e scelte a vicenda, con lei ho voluto raccontare l'atto di coraggio di una madre necessario a compiere un salto nel buio verso un altrove incerto" racconta Martina Di Tommaso, che per questo soggetto è stata, fra gli altri, finalista Premio Solinas Documentario, agli Italian Doc Screenings e ha vinto il premio di sviluppo di In Progress del Milano Film Network. Via della felicità è anche una fotografia intima e discreta di una famiglia alla ricerca di uno spazio di felicità possibile, un ritratto di una lotta silenziosa, quella che Elisa e i suoi figli hanno dovuto compiere per restare in Germania e non tornare indietro.

Terranuova Bracciolini "Guida per Picci(o)in viaggiatori" Laboratori per i più piccoli per guidarli alla scoperta del Valdarno alle ore 16.30 presso Palazzo Concini si terrà un laboratorio rivolto a bambini dai 5 ai 10 anni e incentrato sull'uso di una guida speciale "Guida per Picci(o)in viaggiatori", il volume realizzato e curato dalla Cooperativa Itinera Certa con il contributo dei comuni del Valdarno. Sulla guida è illustrata la storia dei tredici comuni del Valdarno aretino e fiorentino, i loro edifici più importanti e i musei da visitare. A guidare i bambini in questo "viaggio" cartaceo sarà la mascotte di nome Guido che, di pagina in pagina, condurrà i più piccoli alla scoperta del Valdarno. "Si tratta di un'iniziativa che intende insegnare ai giovani cittadini a conoscere il loro territorio - spiega Caterina Barbuti assessore alla promozione del territorio - Una conoscenza in senso lato, che spazia dalla geografia alla cultura e alle tradizioni, nonché alle caratteristiche paesaggistiche, affinché anche i più piccoli sappiano apprezzare la ricchezza del luogo in cui vivono". La guida, oltre a fotografie e illustrazioni, con le quali intende condurre i piccoli lettori alla scoperta della storia di ogni centro abitato, propone alcuni giochi che mettono alla prova, in maniera divertente, il lettore. Al termine dell'incontro a ciascuno dei bambini presenti sarà regalata una copia della guida.

Terranuova Bracciolini Paolo Fresu & Daniele Di Bonaventura in concerto. Evento speciale in collaborazione con il Comune di Terranuova Bracciolini. Dopo esperienze ormai quasi decennali insieme, Fresu e di Bonaventura esplorano una dimensione espressiva intima in cui il trombettista sardo e il bandoneonista marchigiano cercano e ritrovano la poesia dei piccoli suoni e di un gesto musicale non magniloquente ma proprio per questo ancora più espressivo e significativo in un'epoca di crescente rumore e pressione acustica. L'attenzione è tutta sui colori generati dal soffio che scorre nei pistoni degli strumenti di Fresu e fa vibrare le ance del bandoneon di di Bonaventura: in questo senso va la rinuncia del trombettista all'uso dei suoi fedeli effetti elettronici, che vengono invece usati nelle esibizioni dal vivo del duo, come significativi sono i passaggi in cui sono i suoni del metallo percosso da Fresu o quello dei tasti premuti a vuoto da di Bonaventura a fare da accompagnamento ritmico: segni sonori ispirati alla miglior tradizione di quello che potrebbe essere definito l'umanesimo strumentale del jazz in cui la presenza di rumori "parassiti" restituisce la fisicità del rapporto con gli strumenti musicali, dal soffio del tenore di Ben Webster al ronzio del basso di Charles Mingus: essenziale in questo processo la prospettiva sonica curata da Stefano Amerio.

biglietti: ?30 platea ?25 galleria



info & prenotazioni: auditoriumfornaci@gmail.com +39 338 78 29 224 +39 335 69 19 900 +39 339 47 62 352



Sansepolcro Ultimo spettacolo in programma "Influenza", di InQuanto Teatro, sarà in scena alle ore 21. Vincitore del progetto "SIAE - Sillumina, copia privata per i giovani, per la cultura" "Influenza" è uno spettacolo da guardare come si sfoglia un libro di illustrazioni, lasciandosi trasportare dalle immagini in un mondo alternativo. Qui, tra memoria e invenzione, prendono vita le suggestioni del passato, i ricordi, i desideri e le paure, le presenze di un universo misterioso eppure familiare. inQuanto teatro, collettivo artistico fondato a Firenze nel 2010, si occupa di teatro, didattica e arte nella sfera pubblica, sviluppando e sostenendo i progetti dei suoi membri. Nel corso degli anni ha ricevuto diversi riconoscimenti, fra cui la Menzione Speciale della Giuria al Premio Scenario 2011.


Stia ore 16 Stia, Palagio Fiorentino. Presentazione del volume di Riccardo Merlo
ESTATE 1944 UN BAMBINO E LA GUERRA
Interverranno:
Nicolò Caleri, Sindaco di Pratovecchio Stia
Francesco Trenti, Consigliere comunale - Pratovecchio Stia
Italo Galastri, SPI Sindacato Pensionati Italiani
Cristina Ragazzini, Istituto Comprensivo Alto Casentino
Riccardo Merlo, autore
Modera l'incontro Mauro Meschini, giornalista
Nell'occasione sarà allestita un'esposizione con le tavole originali raccolte nel libro
A cura di SPI CGIL Lega Casentino con il patrocinio del Comune di Pratovecchio Stia


Subbiano Quest'anno il Natale a Subbiano si saluta con un'iniziativa che pone al centro l'uomo, le sue tradizioni più belle e il cibo come cultura e come comunicazione, come linguaggio trasversale e universale. Insomma un messaggio di pace che passa attraverso l'esaltazione della diversità. Dal 1° al 3 di Dicembre, infatti, nel centro storico di Subbiano si terrà la manifestazione Folk and Food stand gastronomici di cucina internazionale, balli tradizionali e musica tipica. I paesi presenti saranno Grecia, Italia, America, Romania, Germania, Messico, Argentina, Spagna, Albania.




DOMENICA 3 DICEMBRE

Arezzo Arezzo Città del Natale - gli appuntamenti

Anghiari Il cinema firmato Mearevolutionae non si ferma. Questo inverno film cult nel panorama underground davvero imperdibili. Si parte con "Fargo dei fratelli Cohen che sarà proiettato in un luogo da troppo tempo chiuso, la sala audiovisivi. Un buon modo per vivere uno spazio comune godendo di un film avvincente. Ore 21,15 in sala Audiovisivi di Anghiari.

Anghiari Alle ore 17:30, presso il Teatro di Anghiari, si terrà lo spettacolo LETTERA A UNA PROFESSORESSA della Compagnia Teatrale Chille de la Balanza.
Lo spettacolo è inserito all'interno del Festival We.Story - Il Festival delle storie da raccontare a cura dell'Associazione Effetto K.

Lettera a una professoressa è uno spettacolo liberamente ispirato all'omonimo libro collettivo degli allievi della Scuola di Barbiana, curato da don Lorenzo Milani e pubblicato nel 1967.

Arezzo Si avvicina per la città di Arezzo un nuovo weekend di Fiera Antiquaria.
Non perdetevi l'esposizione collaterale "I MEZZI DELLA MEMORIA IN MOSTRA" organizzata dal Museo dei Mezzi di Comunicazione presso la sede dell'ente del comunale in Piazza Grande, sotto le Logge Vasari.. una vera e propria provocazione su un'ipotetica, futura, eclissi della memoria, circondati dall'atmosfera unica di "Arezzo Città del Natale". Sabato 2 e domenica 3 dicembre 2017 (10:00 - 13:00 / 14:00 - 18:00). INGRESSO GRATUITO

Maggiori info su www.museocomunicazione.it

Arezzo Quokka cafè and Pub in collaborazione con Inkorsivo & Rooftop Studio presenta Vinyl Sunday #2 Dalle ore 17.30. Vinyl Sunday è un modo differente di vivere in pieno relax quelle poche ore che dividono la domenica dal lunedì, grazie all'ausilio della musica, sprigionata dai solchi dei vinili selezionati dal dj di turno e accompagnata dalla buona cucina, dalle ottime birre e dagli squisiti drink del Quokka cafè and Pub.
Secondo ospite di questa nuova rassegna Michele Osaka Casini (alias Joe Delirio), ideatore dell'ormai consolidato HOP! PARTY, batterista della band aretina OSAKA FLU e grande amante del vinile. Per l'occasione Michele selezionerà 45 e 33 giri dal sound rockabilly e punk, senza dimenticarsi del rock'n'roll targato anni '50, '60 e '70: un viaggio sonoro che non necessità di biglietto.

Arezzo La danza contemporanea d'autore ad Arezzo "Taikokiat Shind?" di e con Masako Matsushita / Karamazov Associati in collaborazione con Mugen Yahiro. Teatro Mecenate di Arezzo. Continua la decima edizione di INVITO DI SOSTA! Il secondo appuntamento in programma è "Taikokiat Shind??", uno spettacolo ideato e coreografato da Masako Matsushita, in collaborazione con Mugen Yahiro (taiko artist), che coniuga tradizione giapponese, danza, taiko e musica elettronica.

Arezzo Nuovo appuntamento nell'ambito della stagione di prosa e danza del Teatro Petrarca, organizzata dall'amministrazione comunale in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo Onlus. Sabato 2 e domenica 3 dicembre in replica, alle 21, va in scena "Mariti e mogli" con Monica Guerritore e Francesca Reggiani. Tratto dall'omonimo film di Woody Allen, adattato e diretto da Monica Guerritore, con Ferdinando Maddaloni, Cristian Giammarini, Enzo Curcurù, Lucilla Mininno, Malvina Ruggiano, Angelo Zampieri. Produzione a.Artisti Associati/Pierfrancesco Pisani/Parmaconcerti.
Nel riadattamento teatrale di "Mariti e mogli" di Woody Allen, Monica Guerritore ha voluto sottolineare l'immutabilità delle pulsioni umane: l'attrazione, il voler essere diversi da quel che si è, la voglia di un'altra vita. Lo spettacolo si svolge in una sola notte in una sala da ballo, un luogo non definito ma realistico, dove una volta a settimana dopo il lavoro si incontrano un gruppo di persone, che riflettono sulla presenza o l'assenza dell'amore dialogando con il pubblico per svelare quello che sta accadendo nel loro mondo interiore. Otto personaggi compiono uno sfrenato girotondo amoroso nel quale mariti, mogli e amanti rimangono intrappolati nell'insoddisfazione cronica di una banale vita borghese e in cui Cupido si divertirà a far nascere amori, far esplodere crisi coniugali, tradimenti e divorzi.

Arezzo Presentazione del volume "L'aria ride", Aska Edizioni. Appuntamento alla Feltrinelli Point di via Garibaldi.

Arezzo Alle ore 17,30 presso l'Oratorio dei Santi Lorentino e Pergentino, via Cavour 188, gentilmente messo a disposizione dalla Fraternita dei Laici, avrà luogo un Concerto del coro Vocinsieme. Si tratta di un importante incontro musicale: il coro, composto da persone provenienti da esperienze diverse, ma unite dal profondo amore per il canto, è diretto da Anna Seggi, nota musicista aretina con una significativa esperienza di vocalità e pratica corale.
Il coro Vocinsieme si esibirà a favore dell'Associazione Il Casolino ONLUS, in particolare a sostegno di Casa di Elena, la Casa famiglia per persone in situazione di handicap, situata in località San Leo nella casa colonica leopoldina messa a disposizione dalla Fraternita dei Laici.
Si tratta di una serata di beneficenza particolarmente significativa, sia come occasione per far conoscere e sostenere i progetti dell'Associazione Il Casolino, sia come evento culturale per la peculiarità e il pregio del programma musicale.
Per eventuali informazioni: Tel. 3662670555.

Arezzo Mercatini di Natale in piazza Grande

Arezzo Continua la decima edizione della rassegna di danza contemporanea d'autore INVITO DI SOSTA, ideata e organizzata dall'Associazione Sosta Palmizi, con il sostegno del Comune di Arezzo.
Il secondo appuntamento in programma è "Taikokiat Shind??", uno spettacolo ideato e coreografato da Masako Matsushita, in collaborazione con Mugen Yahiro (taiko artist), che coniuga tradizione giapponese, danza, taiko e musica elettronica.
In scena domenica 3 dicembre, alle ore 17 al Teatro mecenate di Arezzo, il progetto è all'insegna della multidisciplinarietà e nasce da due autori italo-giapponesi, lei danzatrice- coreografa e lui artista del taiko. Da questo essere al confine tra due culture prendono vita le prime sperimentazioni che condurranno all'incontro con il sound designer, aprendo il progetto al lavoro non solo su culture distanti, ma verso un dialogo tra passato e futuro, attraverso un ambiente multidisciplinare dove la tradizione si incontra con nuovi linguaggi e nuove tecnologie. In Taikokiat Shindo?, l'arte e? la strada attraverso cui risvegliare le energie del mondo spirituale e realizzarsi in tutta la sua potenza.
Al termine dello spettacolo il pubblico potrà confrontarsi con gli artisti, partecipando a un prezioso momento di conoscenza e approfondimento.

Bibbiena La mattina, in occasione della Giornata della Disabilità, verrà ospitata al Museo una delegazione dell'Unione Italiana Ciechi di Firenze, che visiterà l'esposizione attraverso il percorso per ipo e non vedenti allestito la scorsa primavera.

Castiglion Fiorentino Prosegue la rassegna Pomeriggi a Teatro alle ore 17 al Teatro Mario Spina con lo spettacolo Piccolo, spettacolo realizzato in residenza presso il Teatro Mario Spina (Castiglion F.no) e il Teatro Dovizi (Bibbiena) con il sostegno di Officine della Cultura e NATA - Rete Teatrale Aretina
Il burattinaio Luca Ronga, testo e regia Gino Balestrino, musiche Andrea Mazzacavallo, scene Eva Sgrò, burattini Brina Babini, LuciOmbre Anusc Castiglioni, foto di scena Ilaria Costanzo, produzione La Bagattella

Uno spettacolo dedicato alla nascita, a quella dell'evento reale ma anche alla nascita che continuamente viviamo nel quotidiano. La nascita come atteggiamento di continua sorpresa nel veder sorgere le emozioni, la propria voce o nello scoprire i colori, il tatto, il ritmo, il tempo. Un atteggiamento naturale nei bambini, da riscoprire per gli adulti. Lo spettacolo attraversa le fasi iniziali della vita. Piccolo cade nel tempo ed è da lì che comincia tutto. L'incontro con i personaggi scandisce gli eventi: l'uccello diventa guida vocale, i fiori, i colori e le stelle con la luna sono la magia della natura, il pesce nel profondo del mare svela la nascita dei pensieri. Tutto si placa per conoscere l'altro, il gioco con il cane, il dolore con Hayde burattino e l'amore con Burattina. Uno spettacolo fuori dal tempo dedicato all'infanzia ma anche a quegli adulti che con sorpresa e amore scoprono la vita nei suoi aspetti contrastanti.

Info e prenotazioni:
Officine della Cultura, via Trasimeno 16, Arezzo, tel. 0575 27961
Rete Teatrale Aretina, via Bicchieraia 34, Arezzo, tel. 0575 1824380
Presso il Teatro un'ora prima dello spettacolo

Pomeriggi a Teatro - prezzi biglietti
platea, palchi ? 8 - bambini, ragazzi fino a 14 anni ? 6 - adulti accompagnati dai bambini ? 6

Pieve Santo Stefano Inizia ufficialmente il Pieve Village Winter che caratterizzerà Pieve per il mese di dicembre fino all'Epifania. Una serie di eventi all'insegna della semplicità e dello stare assieme, che vedranno Proloco di Pieve, Comune ed associazioni pievane al centro dell'organizzazione.
Sarà allora il pomeriggio di domenica 3 che darà il via alle feste , assieme ai ragazzi delle scuole, prima con il lancio delle lanterne volanti, poi con il conto alla rovescia che darà il via alle illuminazioni di Natale. Contemporaneamente, dal 3 e per tutte le domeniche natalizie, sorgerà un giardino d'inverno dedicato ai più piccoli con casetta di Babbo Natale, che accoglierà le letterine dei bambini, e giochi , ubicato in Piazza Pellegrini, che sarà attivo tutte le domeniche del mese, mentre nella Piazza della Collegiata accanto all'Albero di Natale , ogni domenica dal 3 in poi, verrà acceso un grande fuoco attorno al quale sarà possibile gustare vin brulè, cioccolato caldo e caldarroste.
Le scuole saranno protagoniste l'8 Dicembre con il mercatino di Natale della Materna, ed il 16 e 17 Dicembre con il Mercatino delle scuole Elementari, con tanto di canti natalizi ed eventi collaterali.
La domenica 17 in più ci sarà la Winter Baby Dance per i più piccoli, assieme all'esibizione dei cantanti della scuola di Canto della Disperata Gang.
Non mancano i consueti concerti di Natale: la Pieve Jazz Big Band sabato 16 Dicembre per il suo decennale, la Filarmonica Brazzini guidata da Marta Paceschi giovedì 21 Dicembre e quello del Coro della Collegiata sabato 23 Dicembre, con ospiti le soprano Alessandra Benedetti e Stella Peruzzi, passando per il grande saggio di Danza proposto dalla scuola Academy ballet per Martedì 19 Dicembre.
Grande evento in piazza sabato pomeriggio 23 Dicembre, sempre a cura della Proloco del presidente Luigi Locci, con la Tombolata di Natale in piazza della Collegiata. In premio una settimana bianca per 2 persone ad Andalo (TN), il tutto accompagnato dalla Banda di Pieve che allieterà i presenti nel pomeriggio lungo le strade del centro.
La notte di Natale si terrà la tradizionale Messa alle ore 22,30 ed al termine cioccolato caldo e panettone per tutti offerti dalla Proloco.
Ed infine forse la tradizione pievana più bella ed antica, quella dei Befani, che nel pomeriggio del 5 Gennaio 2018 porteranno la lieta Novella della nascita del bambin Gesù nelle campagne , nelle frazioni ed in Paese.
Concludiamo nominando doverosamente tutte le associazioni ed i gruppi che collaborano a questo Natale: in testa la Proloco, il Comune, i commercianti di Pieve, la Filarmonica Brazzini, la Pieve Jazz Band, la Disperata Gang, il Coro della Collegiata, academy ballet, gli anonimi Vespisti Pievani (nelle vesti dei Babbi Natale), le scuole di Pieve, i Befani e la Parrocchia guidata da Don Carlos.

Sansepolcro E' prevista peroggi l'accensione del grande albero di Natale in Piazza Torre di Berta a Sansepolcro, alla presenza delle istituzioni, delle categorie economiche e delle associazioni cittadine per dare il via ufficialmente al ricco programma di eventi che caratterizzeranno tutto il periodo natalizio nella città pierfrancescana. "Natale al Borgo", questo il nome della rassegna, è organizzato dal Comune di Sansepolcro in collaborazione con Confcommercio, Confesercenti e Associazione Commercianti del Centro Storico e con il supporto di Banca di Anghiari e Stia, Gori Ferramenta e Giorni Aldo.

Stia ore 11 Stia, Pieve Santa Maria Assunta
VIRGO FIDELIS, PATRONA DELL'ARMA DEI CARABINIERI
S.Messa officiata dal Vescovo di Fiesole S.E. Mons. Mario Meini
A cura dell'Associazione Nazionale Carabinieri - Sez. Pratovecchio Stia
Ore 12 Papiano, centro polifunzionale
INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA DEL IV CONCORSO FOTOGRAFICO PAPIANINO "I TESORI DEL CASENTINO"
Aperta fino al 7 gennaio con il seguente orario: domenica e giorni festivi: dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.30 sabato dalle 15.00 alle 17.30
Premiazioni 14 gennaio ore 16.00
Info 335/296157 338/17935327

Stia La ricorrenza della Virgo Fidelis, patrona dell'Arma dei Carabinieri, sarà celebrata domenica 3 dicembre a Stia su iniziativa della sezione A.N.C. di Pratovecchio Stia. Il programma prevede il ritrovo alle 10:45 in Piazza Bernardo Tanucci, e la funzione religiosa alle ore 11 nella Pieve di S. Maria Assunta, officiata dal Vescovo di Fiesole Mons. Mario Meini. Il Presidente della sezione ANC alto-casentinese ha rivolto un invito alla partecipazione popolare a questa festa. Virgo Fidelis, appellativo cattolico di Maria, madre di Gesù, fu scelta quale patrona dell'Arma dei Carabinieri l'11 novembre del 1949, data della promulgazione di un apposito Breve apostolico da parte di papa Pio XII. Il titolo "Virgo Fidelis", proposto con voto unanime dai cappellani militari dell'Arma e dall'Ordinariato militare per l'Italia, era stato scelto per la relazione al motto araldico dell'Arma (Nei secoli fedele). La ricorrenza venne fissata dallo stesso Pio XII per il 21 novembre, giorno in cui cade la Presentazione della Beata Vergine Maria.


Subbiano Quest'anno il Natale a Subbiano si saluta con un'iniziativa che pone al centro l'uomo, le sue tradizioni più belle e il cibo come cultura e come comunicazione, come linguaggio trasversale e universale. Insomma un messaggio di pace che passa attraverso l'esaltazione della diversità. Dal 1° al 3 di Dicembre, infatti, nel centro storico di Subbiano si terrà la manifestazione Folk and Food stand gastronomici di cucina internazionale, balli tradizionali e musica tipica. I paesi presenti saranno Grecia, Italia, America, Romania, Germania, Messico, Argentina, Spagna, Albania.


Oggi Folk and Food si unirà al mercatino natalizio promosso ed organizzato dal centro Commerciale Naturale Vie di Subbiano. Domenica oltre alle canzoni popolari toscane, ci saranno spazi gioco e animazione, laboratori per i più piccoli, il mangiafuoco, ma anche tante specialità da condividere in compagnia. Alle ore 15,30 ci sarà l'estrazione della Grande Tombola con buoni acquisto fatti dai commercianti.

Gallery

© Riproduzione riservata

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Natale contagia tutta la provincia, gli eventi del weekend aretino

ArezzoNotizie è in caricamento