Lunedì, 20 Settembre 2021
Cultura

I volontari Fraternita spalancano i portoni dei siti culturali di Arezzo, il programma

"Spalancare i portoni dei palazzi secolari per far vivere e vivere appieno il grande patrimonio artistico e culturale di Arezzo". E' questo l'indirizzo della Fraternita dei Laici, guidata da Pier Luigi Rossi, in queste settimane. Le iniziative...

minestrina

"Spalancare i portoni dei palazzi secolari per far vivere e vivere appieno il grande patrimonio artistico e culturale di Arezzo". E' questo l'indirizzo della Fraternita dei Laici, guidata da Pier Luigi Rossi, in queste settimane. Le iniziative, con la partecipazione dei volontari di Fraternita per le attività culturali, hanno preso il via sabato 3 giugno alle ore 15 quando il portone del museo è stato aperto e sono entrate 85 persone con biglietto gratuito, assistite dai volontari, sotto la vigilanza di Michele Loffredo direttore del Museo Medioevale. Oggi il portone è stato di nuovo aperto con i Volontari di Fraternita.

Altri due portoni sono stato riaperti in questi giorni: l'ingresso al sito archeologico nella Piazza di San Francesco, luogo suggestivo che custodisce ben 25 secoli di storia di Arezzo, sempre con la presenza attiva dei volontari di Fraternita.

Infine il secolare portone del Palazzo di Fraternita per ospitare una esposizione di antiquariato, organizzata dal Comune.

Il prossimo portone da aprire sarà il sito archeologico di Piazza San Nicolò che custodisce le mura dell'Arezzo etrusca e il tempio della triade celeste: Tinia (Giove), Uno (Giunone) e Minerva.

Chi vuole entrare nell'Albo dei volontari di Fraternita per le attività culturali può telefonare alla segreteria (0575-24694).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I volontari Fraternita spalancano i portoni dei siti culturali di Arezzo, il programma

ArezzoNotizie è in caricamento