menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Virtual Tour: così la storia di Castiglion Fiorentino viene raccontata a distanza

Valorizzazione e promozione del territorio e della destinazione turistica grazie alla capacità del tour virtuale di rendere l’esperienza realistica e coinvolgente

Quando, nel 2016, venne creato il virtual tour del Sistema Museale Castiglionese l’idea era quella di raggiungere il maggior numero di persone possibili concedendo loro di ammirare il patrimonio storico-artistico locale comodamente da casa propria. Oggi, a causa della pandemia Covid-19, questo nuovo strumento di comunicazione è stato adottato dai grandi musei nazionali ed internazionali per permettere all’arte di non fermarsi.

Il virtual tour offre la possibilità di muoversi e spostarsi in diversi punti di osservazione effettuando una vera e propria visita virtuale. Un’esperienza accessibile da computer, tablet e smartphone. “Il virtual tour è un viaggio virtuale che ti permette di visionare a 360° il Sistema Museale Castiglionese con la sensazione di trovarsi al suo interno. La scelta che ha portato ad investire sul tour virtuale è la convinzione che la promozione di una località turistica passa ormai prevalentemente dalla rete, fornendo al visitatore un motivo in più per visitare i nostri musei. Il livello qualitativo è eccezionale, rappresenta una rarità in quanto coniuga qualità fotografica, ricostruzioni 3D, immagini a 360 e informazioni di dettaglio” dichiara il sindaco Mario Agnelli, che in questa legislatura ha la delega al Turismo. 

Il sito web del Sistema Museale Castiglionese www.museicastiglionfiorentino.it permette dal suo interno di accedere a questo contenuto multimediale (https://www.museicastiglionfiorentino.it/virtual_tour_museo/virtual_tour_museo.html), oppure attraverso il link al portale turistico del Comune. “Il Sistema Museale dovrà integrarsi sempre di più nell’offerta promozionale della città aprendosi come set naturale per spot - sottolinea il sindaco Agnelli che aggiunge - nonostante le restrizioni sanitarie, il turismo culturale rappresenterà un importante volano anche per la ripresa economica. Da qui la scelta di prorogare fino al prossimo 19 settembre la mostra itinerante de ‘I Mille di Sgarbi” che vede le opere collocate in 4 siti favorendo, in questo modo, la visita a tutto il centro storico castiglionese”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento