Cultura

Vetrata del Quattrocento di Santa Maria del Sasso torna dopo il restauro

Tra i numerosi e grandi tesori d'arte conservati nel complesso monumentale di Santa Maria del Sasso Bibbiena (AR), vera e propria terza gemma del Casentino, con Camaldoli e La Verna, una rarissima e fino ad oggi non sufficientemente apprezzata...

santa maria sasso

Tra i numerosi e grandi tesori d'arte conservati nel complesso monumentale di Santa Maria del Sasso Bibbiena (AR), vera e propria terza gemma del Casentino, con Camaldoli e La Verna, una rarissima e fino ad oggi non sufficientemente apprezzata opera viene proposta al pubblico godimento. Si tratta della vetrata istoriata che rappresenta l'Assunzione della Madonna e posta da sempre nell'occhio della facciata del santuario.

La grande vetrata sottoposta a restauro sarà riposta nella sua sede in occasione della festività dell'Assunta del 15 agosto. Ma prima della sua riposizione, sarà visibile nel corso di una esposizione all'interno della Chiesa, nei giorni dell'8 agosto- festa di S.Domenico- e la successiva domenica 9 agosto.

L'importanza straordinaria di quest'opera è data da due motivi: prima di tutto il fatto che vetrate di questo genere, istoriate e colorate, sono rarissime nel periodo che la riguarda fine del '400 o, al massimo, inizio del '500. In secondo luogo il soggetto rappresentato, l'Assunzione della Madonna, Mistero che solo recentemente, nel 1950, è stato dichiarato Dogma di fede nella Chiesa Cattolica.

Nonostante gli studi e le ricerche d'archivio ad oggi non è stato possibile datarla esattamente così come non si conosce il nome dell'autore.

Della vetrata parla esplicitamente il questi termini l'autrice della nota ed esauriente pubblicazione su Santa Maria del Sasso, Suor Bernadetta Giordano, che dice tra l'altro: "Questa deve risalire al tempo della costruzione della Chiesa. Non si può con certezza affermare l'autore e l'esecutore del disegno (perché a quei tempi erano gli artisti a fare i disegni delle vetrate). Rappresenta la Madonna Assunta seduta tra le nubi circondata da quattro Angeli. Ricco il panneggio e la Madonna appare in figura statica per cui si può pensare ad un artista della scuola del Ghirlandaio?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vetrata del Quattrocento di Santa Maria del Sasso torna dopo il restauro

ArezzoNotizie è in caricamento