Domenica, 26 Settembre 2021
Cultura

Valdarno Cinema Fedic: ecco tutti i premi assegnati

La Giuria della 35° edizione del Valdarno Cinema Fedic composta da Sandra Ceccarelli, Presidente di Giuria, Ilaria Feole e Giuliano Taviani dopo aver visionato le 26 opere ammesse al Concorso, si è riunita il giorno 05 Maggio 2017 presso la sede...

La Giuria della 35° edizione del Valdarno Cinema Fedic composta da Sandra Ceccarelli, Presidente di Giuria, Ilaria Feole e Giuliano Taviani dopo aver visionato le 26 opere ammesse al Concorso, si è riunita il giorno 05 Maggio 2017 presso la sede del Festival per l'attribuzione dei riconoscimenti previsti dal regolamento e ha deciso di assegnare all'unanimità:

IL PREMIO "ADRIANO ASTI" AL MIGLIOR LUNGOMETRAGGIO

AL FILM: HOTEL SPLENDID di Mauro Bucci Per la forza con cui abbatte i luoghi comuni e i pregiudizi rendendoci partecipi, senza retorica ne pietismo, di tragiche storie di vita di cui tutti siamo corresponsabili. IL PREMIO "AMEDEO FABBRI" AL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO

AL FILM: VIDA EN MARTE di José Manuel Carrasco

Per la capacità di mettere in scena in pochi minuti una riflessione sul passato dei due protagonisti con piglio ironico e nostalgico allo stesso tempo.

IL PREMIO "LUCIANO BECATTINI" AL MIGLIOR DOCUMENTARIO DI PARTICOLARE RILEVANZA ESPRESSIVA

AL FILM: HOTEL SPLENDID di Mauro Bucci Per come racconta l'urgenza di chi fugge dall'inferno e l'urgenza di chi sceglie di dare un aiuto concreto. La giuria ha inoltre stabilito di assegnare i seguenti Gigli Fiorentini d'Argento: GIGLIO FIORENTINO D'ARGENTO ALLA MIGLIORE INTERPRETAZIONE FEMMINILE

A: GIUSI MERLI nel film A CASA MIA

Per un interpretazione in cui ogni sguardo racconta, più di mille parole l'intera parabola di un'esistenza.

GIGLIO FIORENTINO D'ARGENTO ALLA MIGLIORE INTERPRETAZIONE MASCHILE

A: ASIER HERNANDEZ nel film CIRILO Per la potenza espressiva di un interpretazione che trasmette la disperazione e la rabbia di un uomo che non ha più nulla da perdere. GIGLIO FIORENTINO D'ARGENTO PER LA FOTOGRAFIA

AL FILM: MOBY DICK di Nicola Sorcinelli

Per aver creato una avvolgente atmosfera notturna che ci immerge nei viaggi paralleli delle due protagoniste.

GIGLIO FIORENTINO D'ARGENTO AI DISEGNI E ANIMAZIONE

AL FILM: CONFINO di Nico Bonomolo Che con tratto essenziale e poetico realizza un omaggio alla settima arte raccontando una pagina buia di storia italiana. PREMIO FEDIC PER IL MIGLIOR FILM PRODOTTO DA UN AUTORE FEDIC

AL FILM: OFFLINE di Emanuela Mascherini

Per come racconta solitudine e incomunicabilità ai tempi dei social network.

PREMIO BANCA DEL VALDARNO ALL'OPERA CHE MEGLIO EVIDENZI I VALORI DELLA COOPERAZIONE E DELLA SOLIDARIETÀ

AL FILM: UOMO IN MARE di Emanuele Palamara Per aver raccontato la storia necessaria di un testimone di giustizia mettendo in luce le devastanti conseguenza di un atto così coraggioso. PREMIO A.N.P.I ALL'OPERA CHE MEGLIO INTERPRETI E RAPPRESENTI I VALORI STORICI E IDEALI DAI QUALI È NATA LA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA AL FILM: "PER LA SECONDA VOLTA" di Andrea Mugnai PREMIO "FRANCO BASAGLIA" AL FILM CHE MEGLIO RAPPRESENTI LE TEMATICHE DELLA SALUTE MENTALE NEL NOSTRO PRESENTE IN ITALIA E NEL MONDO; AL FILM: "INNER ME" di Antonio Spanò PREMIO MARZOCCO, SIMBOLO DELLA CITTÀ DI SAN GIOVANNI VALDARNO, INTITOLATO A MARINO BORGOGNI, ALLA MIGLIORE OPERA IN ASSOLUTO AL FILM: PAZZO & BELLA DI MARCELLO DI NOTO PER LA CAPACITÀ DI RIELABORARE STILEMI E CARATTERI DEL CINEMA DI GENERE CONIUGANDOLI CON UNO SGUARDO EMPATICO SULLA REALTÀ PRIMA DI SPERANZA DEI DUE PROTAGONISTI.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valdarno Cinema Fedic: ecco tutti i premi assegnati

ArezzoNotizie è in caricamento