Cultura

Un esordio a cinque cerchi: il “Signore degli anelli” Jury Chechi apre il Passioni Festival 2018

Quindici grandi ospiti più l'istrionico direttore artistico, dieci eventi ad ingresso libero, sei giorni di manifestazione: scatta l'Arezzo Passioni Festival più lungo di sempre. Sotto la regia di Andrea Scanzi, con il coordinamento di Marco...

passioni-chechi-1

Quindici grandi ospiti più l'istrionico direttore artistico, dieci eventi ad ingresso libero, sei giorni di manifestazione: scatta l'Arezzo Passioni Festival più lungo di sempre. Sotto la regia di Andrea Scanzi, con il coordinamento di Marco Meacci e Mattia Cialini, è ai nastri di partenza l'appuntamento culturale dell'estate aretina. Dall'11 al 16 luglio negli spazi del cinema Eden di via Guadagnoli 2 ad Arezzo, il Passioni vedrà la partecipazione di protagonisti del mondo dello sport, dello spettacolo, della letteratura, del giornalismo, della televisione, del web e del cinema. Tra i big dell'estate 2018: Pupi Avati, Gene Gnocchi, Andrea Purgatori, Antonio Padellaro, Giuseppe Catozzella, Massimo Carlotto, Achille Occhetto, il collettivo il Terzo Segreto di Satira, Andrea Zorzi, Davide Moscardelli. E inoltre l'attesissimo ex ginnasta campione olimpico Jury Chechi, oro ad Atlanta '96. Sarà proprio il "Signore degli anelli", il ginnasta più forte di tutti i tempi nella sua specialità, a rompere il ghiaccio del Passioni, lunedì 11 giugno alle 18,30, nell'incantevole cornice del giardino dell'Eden. Dopo il saluto del sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, Chechi parlerà della sua viscerale passione per gli anelli, dagli esordi, ai trionfi, passando anche per le dolorose cadute. Stimolato dalle domande del padrone di casa, il giornalista e scrittore aretino Andrea Scanzi, racconterà l'altra sua vita fuori dalle gare, tra politica, televisione e insegnamento in palestra.

Jury Chechi è toscano, nato a Prato nel 1969. Il nome di battesimo è un tributo al coraggioso cosmonauta russo Jury Gagarin. Ha iniziato ginnastica per caso, perché la sorella frequentava una palestra specializzata in artistica. La sua prima società è stata la Etruria Prato, si è messo in luce in Toscana e ha deciso di trasferirsi a Varese dove si è allenato con la prestigiosa Società Ginnastica Varesina. Dalla fine degli anni '80, specializzatosi nella disciplina degli anelli, è diventato inarrestabile. Ha partecipato alle Olimpiadi di Seoul nell'88, è diventato campione italiano nell'89 ed europeo nel '90. Non si è più fermato. Ha vinto sei titoli italiani consecutivi (fino al '95) ed è diventato il numero uno a livello internazionale. E' stato in grado di trionfare per 13 volte ai Giochi del Mediterraneo, 3 alle Universiadi, 4 agli Europei e 5 (di fila) ai Mondiali. Con le Olimpiadi è stato più sfortunato: si è rotto il tendine d'Achille prima di Barcellona '92. Ma poi si è rifatto ad Atlanta '96, conquistando l'oro. Ha cercato il bis a Sidney 2000, ma un altro grave infortunio gli ha impedito di partecipare. Ha meditato il ritiro, poi, per una promessa fatta al padre, è tornato sui suoi passi e con caparbietà si è rimesso in gioco: nel 2003 ha ripreso ad allenarsi e alla soglia dei 35 anni è tornato alle Olimpiadi, quelle di Atene 2004. E' stato il portabandiera dell'Italia e ha conquistato un'eroica medaglia di bronzo. Dopo il ritiro, è diventato testimonal e ha partecipato a numerose trasmissioni tv, sia a carattere sportivo che non.

L'intervista pubblica a Jury Chechi sarà trasmessa in diretta facebook, al pari di tutti gli altri eventi del Passioni 2018, sulla fanpage facebook della kermesse. L'Arezzo Passioni Festival è sostenuto da Atlantide Adv, Chimet, Estra, Italpreziosi, Atlantide Adv, Sabot, Ingram, Tft, Sabot. La manifestazione è inoltre in collaborazione con la Tenuta Sette Ponti, Crispino Idrocalor, La Feltrinelli Point, il ristorante La Pieve, l'Hotel Vogue e gode del patrocinio della Regione Toscana.

IL PROGRAMMA COMPLETO

LUNEDì 11 GIUGNO

Ore 18,30 - "Il signore degli anelli"

Lo straordinario ginnasta, campione olimpico (Atlanta '96) Juri Chechi si racconta. Saluto di apertura del sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli.

MARTEDì 12 GIUGNO

Ore 18,30 - "Con i piedi ben piantati sulle nuvole" Viaggio sentimentale in un Italia che resiste

Presentazione in anteprima nazionale del volume di Andrea Scanzi. Intervista all'autore di Chiara Calcagno. Saluto dell'Assessore della Regione Toscana, Vincenzo Ceccarelli. Introduce: Marco Meacci.

Ore 21 - "Quarant'anni dopo, i misteri del caso Moro"

Inchiesta pubblica con Andrea Purgatori conduttore di Atlantide su La7, con il giornalista e scrittore Antonio Padellaro e con la partecipazione di Achille Occhetto

MERCOLEDì 13 GIUGNO

Ore 18,30 - "E tu splendi"

Incontro con Giuseppe Catozzella, premio Strega giovani, scrittore rivelazione degli ultimi anni, autore del best seller "Non dirmi che hai paura" che presenta il suo ultimo romanzo

Ore 21 - "Blues per cuori fuorilegge e vecchie puttane" e "Cristiani di Allah"

Lo scrittore Massimo Carlotto protagonista di una serata con una doppia presentazione

GIOVEDì 14 GIUGNO

Ore 18,30 - "Zorro, il pallavolista volante".

La doppia vita di Andrea Zorzi, tra palco e parquet" Uno dei più grandi pallavolisti italiani della cosiddetta "Generazione di fenomeni" (due volte campione del mondo e argento olimpico Atlanta '96), si racconta.

Ore 21 - "Si muore tutti democristiani"

Il terzo segreto di Satira sale sul palco del Passioni Festival. Proiezione del primo film del collettivo satirico di videomaker e youtuber. A seguire, incontro con gli autori e gli attori

VENERDì 15 GIUGNO

Ore 18,30 - "C'è solo un Capitano!" Incontro pubblico con il capitano e bomber dell'Arezzo Davide Moscardelli, uno degli eroi dell'ultima, incredibile salvezza amaranto.

Ore 21 - "Gene Gnocchi Show" Incontro-intervista con il comico autore delle travolgenti copertine satiriche della talk di La7 "Di martedì".

SABATO 16 GIUGNO

Ore 18,30 - "Il signor Diavolo" Chiusura della kermesse all'insegna del grande cinema: incontro con il pluripremiato regista Pupi Avati, icona del Cinema italiano

Ore 21 - "L'arcano incantatore". Proiezione del film thriller di Pupi Avanti del 1996.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un esordio a cinque cerchi: il “Signore degli anelli” Jury Chechi apre il Passioni Festival 2018

ArezzoNotizie è in caricamento