Cultura

TuttoMozart. Oida svela tutti i volti e le evoluzioni del più grande genio della musica

In arrivo un nuovo appuntamento promosso da Oida, l’Orchestra Instabile di Arezzo che ha dedicato la terza imperdibile serata della sua stagione concertistica ad uno dei più grandi geni della storia della musica: Wolfgang Amadeus Mozart. Domenica...

17 FOTO L-pietro-billi-giorgio-magini-fotografo-04 (1)

In arrivo un nuovo appuntamento promosso da Oida, l'Orchestra Instabile di Arezzo che ha dedicato la terza imperdibile serata della sua stagione concertistica ad uno dei più grandi geni della storia della musica: Wolfgang Amadeus Mozart. Domenica 26 novembre alle ore 18, al Teatro Petrarca di Arezzo "TuttoMozart: evoluzione di un genio della musica", il concerto diretto da Pietro Billi con la partecipazione di Andrea Turini al pianoforte. Giovedì 23, alle 18, anteprima della serata presso il Quokka Cafè con gli Aperitivi musicali Oida. Un'occasione per conoscere da vicino i protagonisti del concerto, ma anche l'anima di Oida, che si declina attraverso le associazioni che ne fanno parte, per entrare nel vivo dello spettacolo, approfondendo i temi e le scelte musicali proposte.

Protagonista, del giovedì musicale di Oida, l'Associazione KAIROS con un focus dedicato a musica e musicalità in musicoterapia. Cosa significa prendersi cura delle persone con la musica, attraverso il suo linguaggio, i mezzi, gli stimoli, le corde sensoriali che tocca? Disciplina che negli ultimi anni si è conquistata uno spazio importante avvalorato anche dal ritorno di risultati e analisi, la Musicoterapia si può dire che abbraccia la sfera della musicalità nella sua totalità.

E proprio il grande compositore austriaco è tra i più studiati per gli effetti della sua musica sull'intelligenza e le attività celebrali tanto da far parlare del cosiddetto "Effetto Mozart". Una nuova sfaccettatura della straordinaria produzione di colui che è stato definito il compositore più universale nella storia della musica occidentale, lasciando pagine che hanno influenzato profondamente tutti i principali generi musicali della sua epoca e un patrimonio musicale immortale che dopo secoli continua a vibrare con accenti di forte attualità. Le composizioni di Mozart, conciliano semplicità e complessità, essenzialità e raffinatezza e sanno parlare a ogni singolo ascoltatore, indipendentemente dalla sua preparazione culturale o estrazione sociale.

Domenica 26 novembre Oida con "TuttoMozart" presenta alcuni dei suoi componimenti più celebri dal "Divertimento per archi n. 1 in Re maggiore K136" con il quale a soli sedici anni Mozart propone una sua scuola e un suo modello per la musica sinfonica, al "Concerto per pianoforte e orchestra n. 27 in Si bemolle maggiore K595" considerato il suo testamento e infine la "Sinfonia n.40 in Sol minore K55" forse la composizione più amata del grande Amadeus che in questa occasione, viene presentata nella prima versione scritta nel 1788 che è sprovvista dei due clarinetti inseriti successivamente da Mozart stesso. Al termine del concerto un'esecuzione straordinaria che vedrà protagonisti i giovanissimi allievi delle scuole musicali aretine: Le 7 Note, Cesalpino, Scuola di musica della banda di Talla, Scuola media Dovizi di Bibbiena e Scuola media Masaccio di Firenze. In ragazzi saranno diretti da un allievo del Liceo Petrarca di Arezzo.

Il direttore Pietro Billi, diplomato in pianoforte, ha studiato presso l'Accademia Musicale Valdarnese per lunghi anni nella classe di Andrea Turini ed è proprio sul palco del Teatro Petrarca che per la prima volta suoneranno insieme.

Per sapere come sostenere Oida e partecipare a tutte le iniziative dell'Orchestra Instabile di Arezzo è possibile consultare il sito web www.oidarezzo.it. Per info e biglietti: Segreteria OIDA: 339-7346471, segreteriaorganizzativa@oidarezzo.it; Rete Teatrale Aretina, Via Bicchieraia 34, martedì e giovedì 16-19, telefono 0575-1824380; Ufficio Cultura: teatro@comune.arezzo.it, tel. 0575 377503 - 504 - 505 - 506 - 501;

Biglietti: platea e I settore 30 ? intero, 27 ? ridotto; II e III settore 20 ? intero, 17 ? ridotto; IV settore 10 ? intero e 7 ? ridotto. Le riduzioni si applicano fino a 30 e oltre i 65 anni di età, agli iscritti alle Associazioni teatrali del Comune di Arezzo legalmente riconosciute, ai dipendenti dell'amministrazione comunale e ai soci Unicoop Firenze.

La prevendita è possibile presso Rete Teatrale Aretina, via Bicchieraia 34, telefono 0575 1824380, presso il Circuito BoxOffice Toscana: www.boxofficetoscana.it (punto vendita ad Arezzo Ipercoop) e su www.boxol.it.?Inoltre, vendita il giorno di spettacolo presso il Teatro Petrarca, in via Guido Monaco 12, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 fino a inizio spettacolo.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

TuttoMozart. Oida svela tutti i volti e le evoluzioni del più grande genio della musica

ArezzoNotizie è in caricamento