Martedì, 22 Giugno 2021
Cultura

Alla scoperta di sé tra rappresentazione e psicologia: torna il “Teatro interiore”

Il percorso della Libera Accademia del Teatro guiderà tra l’esplorazione e l’espressione del proprio Io

Un percorso tra teatro e psicologia per scoprirsi, approfondire le emozioni e conoscere le proprie potenzialità. La Libera Accademia del Teatro presenta la quarta edizione del “Teatro interiore” che prenderà il via da sabato 7 marzo e che si svilupperà attraverso una serie di quattro incontri pomeridiani dove ogni allievo-attore sarà accompagnato nell’esplorazione e nell’espressione del proprio Io. Questo particolare viaggio in sé stessi sarà proposto attraverso l’unione delle tecniche espressive del teatro e delle tecniche introspettive della psicologia, attivando un processo creativo di analisi del proprio mondo interiore tra emozioni, immaginazione, volontà e potenzialità. Gli appuntamenti del “Teatro interiore”, ospitati nei locali della Libera Accademia del Teatro in piazzetta della Santissima Annunziata, saranno aperti alla partecipazione di tutti i maggiorenni (anche senza pregresse esperienze teatrali) e proseguiranno sabato 28 marzo, domenica 5 aprile e sabato 18 aprile, sempre con orario dalle 15.30 alle 19.30.

Il percorso sarà tenuto dalle docenti Amina Kovacevich (attrice, regista e insegnante di recitazione e mimesica) e Francesca Barbagli (psicologa clinica con formazione in psicosintesi), che torneranno ad unire le rispettive competenze professionali per accompagnare i partecipanti a leggersi nel profondo, a scoprire le dinamiche in scena nel loro palcoscenico interiore e ad attivare un dialogo costruttivo con sé stessi e con gli altri. Il modello analitico di riferimento sarà la psicosintesi che fornirà gli strumenti per esplorare i vari aspetti dell’Io, per diventare interpreti consapevoli della realtà e per sviluppare le potenzialità espressive, comunicative e relazionali nei vari ambiti della vita quotidiana. Gli esercizi, le improvvisazioni e i giochi della pratica teatrale, invece, permetteranno di dar voce al proprio mondo interiore, arrivando ad una rappresentazione efficace, comprensibile, emozionante e riproducibile del sé che sarà facilitata dall’esperienza di gruppo. Per ulteriori informazioni e per iscrizioni è possibile contattare il numero 333/566.39.28.

«Ogni incontro - spiegano le due docenti, - si svilupperà su un duplice binario di introspezione e condivisione, con gli strumenti della psicologia che permetteranno di fare luce sul proprio inconscio e con gli strumenti della pratica teatrale che ne favoriranno l’espressione. L’obiettivo è di approfondire emozioni, volontà, creatività e potenzialità per permettere agli allievi di diventare interpreti più consapevoli della loro realtà quotidiana».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla scoperta di sé tra rappresentazione e psicologia: torna il “Teatro interiore”

ArezzoNotizie è in caricamento