Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cultura

La stagione di prosa ambita: abbonamenti, posti e polemiche. Ma il Petrarca non si allarga

Puntuali come la nebbia in Val Padana, parafrasando la nostra lettrice, ecco le polemiche sugli abbonamenti al teatro Petrarca, al via della nuova stagione. Oltre a quello di ieri, raccogliamo lo sfogo di un'altra lettrice. Nel mirino ci sono le...

teatro_petrarca

Puntuali come la nebbia in Val Padana, parafrasando la nostra lettrice, ecco le polemiche sugli abbonamenti al teatro Petrarca, al via della nuova stagione. Oltre a quello di ieri, raccogliamo lo sfogo di un'altra lettrice. Nel mirino ci sono le lunghe file, il diritto di prelazione dei vecchi abbonati, un sistema di vendita definito "ingessato".

Non è stata l'apocalisse, anzi. I feedback positivi, silenziosi, ovviamente non fanno rumore. E qualche scontento va messo in conto. Ma poco c'entra il lavoro di distribuzione curato con professionalità da Le Officine della Cultura.

Il teatro Petrarca, riportato fruibile da un paio d'anni, ha una grande attrattività. Ma i posti a disposizione sono 461, di questi 27 sono destinati agli accademici. Altri sono destinati a sponsor e altri ancora - a volte, a seconda della tipologia di allestimento - restano inaccessibili per ragioni tecniche. Una settantina, infine, sono quelli lasciati in vendita il giorno dell'evento.

Dall'inizio del 2016 gli spettacoli sono stati raddoppiati (aggiungendo una replica per ogni nuovo appuntamento), consentendo a un maggior numero di persone di partecipare. A spanne, ci sono circa 800 posti disponibili nella due serate di ogni spettacolo, di questi oltre 500 sono destinati agli abbonati.

Per quanto si possa tirare, la coperta rimane quella.

Nella stagione della riapertura il teatro non sempre è stato riempito per le repliche, ma nella stagione scorsa le cose sono andate meglio (alcuni spettacoli non sono andati esauriti per qualche decina di posti, al massimo): insomma, la stagione di prosa riscuote parecchio successo.

Posto che il teatro non è allargabile, la riflessione si potrebbe spostare sull'offerta: più spettacoli, più repliche?

@MattiaCialini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La stagione di prosa ambita: abbonamenti, posti e polemiche. Ma il Petrarca non si allarga

ArezzoNotizie è in caricamento