menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Street Food Village, dopo il successo di Strada adesso al lavoro per il decennale al Prato

Si chiude con grande successo di presenze a Strada in Casentino, frazione nel comune di Castel San Niccolò, la quinta edizione del Casentino Streetfood Village. A trionfare sono stati i sapori italiani di strada, a grande richiesta il fritto di pesce di San Benedetto del Tronto, le bombette pugliesi, poi la piada e lo gnocco fritto dall’Emilia Romagna e infine la patata farcita e l’hamburger di Chianina.

"E’ stata una prova tecnica nel territorio di quello che sarà per noi uno degli eventi dell’anno, la decima edizione dello Streetfood Village al Prato di Arezzo – spiega il presidente di Streetfood Italia, Massimiliano Ricciarini – dove abbiamo in mente grandi cose per omaggiare la città che ha dato i natali alla nostra associazione, l’unica in Italia a occuparsi in maniera culturale del fenomeno del cibo di strada, potendone vantare anche di esserne pioniera".

Streetfood al Prato di Arezzo: a settembre il decennale. Sarà un grande evento quello del Prato di Arezzo che dal 13 al 15 di settembre segnerà le dieci edizioni consecutive, nella città dove tutto ha avuto inizio dal master alla fondazione dell’associazione, l’unica in Italia, che tutela, ricerca e promuove i veri cibi di strada d’Italia e del mondo.

Un territorio che ci ha visto nascere e che è sempre stato generoso con i nostri operatori, alcuni dei quali hanno scelto questa città, Arezzo, come base per il loro lavoro annuale – commenta Massimiliano Ricciarini – siamo stati protagonisti di tante iniziative non solo legate all’evento in sé, ma alla conoscenza dei valori alimentari con corsi e appuntamenti a partire dai più piccoli, passando per le visite guidate alla città che hanno condotto negli anni centinaia di visitatori alla scoperta dei tesori nascosti di Arezzo.

Le visite alla città di Arezzo

Durante l’evento My Wonderful Tuscany organizzerà come di consueto alcune visite alla città. Questo è in effetti uno degli elementi caratterizzanti l’associazione Streetfood che si è sempre posta l’obiettivo di fare cultura. In questo caso aprendo le porte della città ai tanti avventori dei cibi di strada con visite guidate tematiche.

«Per questa edizione abbiamo preparato un percorso che porterà alla scoperta di San Domenico, del Duomo con le sue vetrate e il centro storico in particolare il set del film La Vita è Bella del premio Oscar Roberto Benigni – spiega Silvia Ruberto, guida e organizzatrice del percorso – l’obiettivo è quello di creare un ponte tra le eccellenze gastronomiche dello Streetfood Village e le eccellenze architettoniche e artistiche della città di Arezzo». Per info e prenotazioni per le visite: turismo@streetfood.it. 

I numeri di Streetfood

Oggi, dopo undici anni di attività, l’Associazione può vantare numeri importanti per il settore. A partire dagli eventi che negli anni hanno toccato oltre 120 città italiane, portando in degustazione centinaia di cibi di strada italiani e non solo, raggiungendo, si stimano, circa 6,5 milioni di appassionati negli oltre 430 eventi messi in piedi. A questi eventi vanno aggiunti, oltre alla somministrazione di cibi “certificati”, anche attività culturali collaterali, come le visite guidate ai centri storici delle città che hanno ospitato i cosiddetti “Streetfood Village”, ma anche convegni, seminari e master di approfondimento. Oltre a questo sono decine le tesi di laurea alla quali l’associazione ha contribuito, centinaia i professionisti aiutati a entrare in questo settore partendo da zero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento