Domenica, 25 Luglio 2021
Cultura

Storia, pace, sport e memoria. A Cavriglia torna "Le parole che non ti ho detto"

Anche nel 2018 si rinnova l'appuntamento con i pomeriggi all'insegna delle letteratura tradizionalmente promossi dall'Amministrazione Comunale con la terza edizione de “Le Parole che non ti ho detto”, la rassegna letteraria itinerante che porterà...

DCF 1.0-6

Anche nel 2018 si rinnova l'appuntamento con i pomeriggi all'insegna delle letteratura tradizionalmente promossi dall'Amministrazione Comunale con la terza edizione de "Le Parole che non ti ho detto", la rassegna letteraria itinerante che porterà nel Comune di Cavriglia autori importanti che permetteranno di affrontare tematiche attuali e di creare spunti di riflessione forti per i partecipanti. Quattro gli appuntamenti della rassegna diffusi in alcune frazioni del territorio comunale.

"Per noi questa rassegna è un appuntamento tradizionale e fondamentale - ha detto l'assessore alla cultura Filippo Boni -. Offre infatti l'opportunità di creare spunti di riflessione critici per i cittadini in relazione a tematiche attuali e mai banali. Anche quest'anno gli autori hanno uno spessore molto alto e mi auguro che gli appuntamenti possano essere partecipati ed animati. Abbiamo scelto quattro argomenti alla base del dibattito culturale italiano: la storia e la memoria con il Caso Moro e la terribile strage di Pian d'Albero del 1944, nel comune di Figline; quindi lo sport con il ricordo di un grande come Pantani ed infine la pace con Ernesto Olivero, un uomo che ha fatto la storia italiana per un percorso di pace, candidato anche al Nobel per il suo impegno e per la sua testimonianza. Non mancate, non ve ne pentirete":

Si parte domenica 25 febbraio alle 17 e 15 nella Sala della Filarmonica di Montegonzi dove Stefania Limiti presenterà "Complici. Il patto segreto tra DC e BR", il libro scritto insieme a Sandro Provvisionato, volto storico del TG5 scomparso nei mesi scorsi, e dedicato ai tanti risvolti oscuri del delitto Aldo Moro. Un delitto politico che è ancora, a 40 anni dalla scomparsa del leader storico della DC, cronaca viva. Perché quello che sappiamo oggi è il frutto della trattativa tra Democrazia cristiana e i vertici delle Brigate rosse. Ed è solo una minima parte di quanto è davvero accaduto. A presentare l'evento sarà Stefano Valentini, codirettore di CAMNES (Centro Internazionale di Ricerca, formazione e tutela per l'Archeologia del Mediterraneo e del vicino oriente).

Domenica 25 marzo alle 17 e 15 nella Chiesa di San Salvatore di Vacchereccia Riccardo Clementi presenterà "Un pirata in cielo", il libro dedicato alla storia sportiva e umana di Marco Pantani. Il volume è uscito in libreria il giorno di San Valentino, l'anniversario della morte del ciclista che aveva fatto innamorare gli italiani trovato senza vita il 14 febbraio 2004 in una camera d'albero nella riviera romagnola. Il libro ripercorre la carriera dello scalatore di Cesenatico, dagli esordi fino alla squalifica dal Giro d'Italia 1999, una ferita per Pantani mai rimarginata.

Domenica 6 maggio alle 17 e 15 al Circolo Sociale di Meleto Valdarno Matteo Barucci presenterà "Sulla strada per Firenze. La Brigata Sinigaglia e la strage di Pian d'Albero. Il libro è frutto della ricerca storica dell'autore sull''eccidio nazifascista di Pian d'Albero, località sulle colline figlinesi, dove il 20 giugno 1944 39 persone che furono uccise, dopo un rastrellamento e un assedio da parte delle truppe tedesche al casolare della famiglia Cavicchi, che dava rifugio ai giovani partigiani della zona.

Sabato 12 maggio alle 17 e 15 al Teatro Comunale di Cavriglia Ernesto Oliviero presenterà "È possibile. La regola della speranza", il libro in cui lo scrittore e fondatore del SERMIG (Servizio missionario giovani) cerca attraverso la fede di riavvicinare il lettore ai veri valori della vita, attraverso una sapienza ispirata dalla quotidianità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Storia, pace, sport e memoria. A Cavriglia torna "Le parole che non ti ho detto"

ArezzoNotizie è in caricamento