Sabato, 24 Luglio 2021
Cultura

La selva oscura di Dante nel cuore delle foreste. Le donne albero di Madhurya Kali Agostini in mostra nelle secolari faggete del parco

Venerdì 23 luglio Arts for Nature, l'evento esclusivo dell'artista casentinese all'interno del parco nazionale delle foreste casentinesi. "L’arte è per me è una sorta di sacerdozio e senza spettatore non ha senso"

Una selva oscura fatta di donne albero e di giganti verdi antichi quanto la storia che custodiscono. Misteriosa, affascinante, straordinaria. Così è possibile definire il progetto "Arts for Nature" di Madhurya Kali Agostini, artista casentinese che si accinge a dare vita ad un evento dove i versi di Dante Alighieri accompagneranno un’esposizione allestita proprio all’interno delle foreste del parco nazionale delle foreste casentinesi. Lungo il sentiero 00 della Giogana, arteria principale di tutti i camminamenti del parco, si snoderà un percorso parallelo fatto di suggestioni e momenti evocativi. “Io adoro la natura - spiega l’artista - sono un’insegnante di yoga e un’artista e le mie lezioni sono molto incentrate sul contatto con l’ambiente. Inoltre sono indigena di questa valle, sono nata ad Avena (Poppi), e per tanto ho vissuto tutta la mia vita a stretto contatto con le foreste, il bosco e questi luoghi così incontaminati. Questa mostra nasce da varie situazioni. In primo luogo, i mesi di lockdown mi hanno permesso di produrre molte opere durante le lunghe giornate in casa. Ho ritenuto necessario creare un evento espositivo perché le mostre per un artista sono fondamentali. Senza il feedback degli spettatori le nostre opere restano a incomplete. L’arte è per me è una sorta di sacerdozio e senza spettatore non ha senso. Quando vado a cercare nelle mie profondità più recondite raggiungo dei luoghi che appartengono a tutti e che ritengo vadano mostrati”.

L’evento, in calendario per venerdì 23 luglio, prevede l’esposizione di 51 opere della serie “Creature Femminili Fantastiche”. “Alba Chiara Tramonto Scuro-Aspettando la rinascita degli antichi mondi” questo il titolo scelto per l’esposizione che celebrerà - anche - i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. Un connubio magico, impreziosito da performance artistiche che spaziano dalla musica alla recitazione. Come detto l’inaugurazione è prevista all’inizio del sentiero 00. Qui i quadri verranno appoggiati direttamente agli alberi negli immediati pressi di Prato alla Penna per tutta la giornata di venerdì. A rendere tutto ancora più suggestivo un concerto per flauto che vedrà Laura Manescalchi, direttrice dell’accademia musicale fiorentina MusicArea, insieme agli studenti della sua master class estiva, esibirsi live. Roberta Maggi invece, lettrice d’eccezione, declamerà alcuni passi della Divina Commedia. 

“È da tanto che accarezzavo l’idea di riportare queste le creature femminili fantastiche dei miei quadri nei loro luoghi d’origine - spiega Madhurya Kali Agostini - Qui nell’ambiente che me le ispira saranno collocate per l’intera durata dell’evento. Una mostra simbolica, poetica e dal forte messaggio. La scelta di declamare la Divina Commedia poi, in accordo con Roberta Maggi, è sembrata naturale visto che vi sono delle parti che risuonano con la natura e con gli antichi culti, ambiti entrambi importanti per la mia arte. Sono sempre più convinta che la mia missione di vita sia quella di aiutare le persone a rivalutare le nostre antiche identità spirituali, rituali e di culto. La Divina Commedia è un libro che mi accompagna da sempre e a seconda della mia maturità spirituale vi scopro sempre cose nuove come ad esempio gli espliciti riferimenti all’antica religione”.

Le esibizioni musicali che accompagneranno il momento in cui verrà decantata la Divina Commedia, sono previste in occasione della partenza dei tre trekking guidati da professionisti del settore: la mattina alle 10:00 (trekking con Altertrek : prenotazioni, costi e info: prenotazioni@altertrek.it) il pomeriggio alle 16:00 (trekking con la Cooperativa Oros : prenotazioni, costi e info: 0575/503029) e in notturna alle 21 (trekking con I trekking delle Dee: prenotazioni, costi e info: 347 940 0903). L’evento è realizzato a cura della critica di Storia dell’Arte Alberta Piroci ed è patrocinato dall’ente Parco, Unione dei Comuni Montani del Casentino, l' Ecomuseo del Casentino, il comune di Poppi, il comune di Bagno di Romagna, i Parchi Letterari d’Italia, il Parco Letterario di Emma Perodi, il Centro Creativo  Casentino (C3) e l' Accademia Dantesca del Landino. In caso di maltempo l’opening, con l'esposizione delle opere, la declamazione e il concerto, si svolgeranno all’interno dei rifugi di Asqua e Fangacci che accoglieranno la mostra, da dopo il vernissage, anche per tutto il resto della stagione fino all' Equinozio d' Autunno, che verrà celebrato con il finissage dell' evento espositivo il 25 di settembre direttamente presso questi rifugi (per info sull' evento e sulla mostra stagionale inviare un messaggio whats app o contattare il 334.9257389). Presso i due rifugi sarà  possibile anche trovare disponibilità  di vitto e alloggio (per info, costi e prenotazioni contattare il rifugio di Asqua al 327.717 6235  e il rifugio di Fangacci al 347.940 0903).

ARTS FOR NATURE-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La selva oscura di Dante nel cuore delle foreste. Le donne albero di Madhurya Kali Agostini in mostra nelle secolari faggete del parco

ArezzoNotizie è in caricamento