Cultura

Secondo appuntamento per Teatro Ex Carbonaia

Dopo il successo ottenuto con “Love is in the hair”, rumorBianc(O) vi dà appuntamento alla seconda ed ultima serata di Teatro Ex Carbonaia, la micro-rassegna di teatro in spazi non convenzionali allestita nella suggestiva atmosfera della Sala...

GiuliaPont

Dopo il successo ottenuto con "Love is in the hair", rumorBianc(O) vi dà appuntamento alla seconda ed ultima serata di Teatro Ex Carbonaia, la micro-rassegna di teatro in spazi non convenzionali allestita nella suggestiva atmosfera della Sala dell'ex carbonaia di Foiano (via Solferino 7), location affascinante e dalle molteplici vite. Realizzata in collaborazione con il Comune di Foiano della Chiana, Teatro Ex Carbonaia torna infatti sabato 3 marzo alle ore 21 con "Ti lascio perché ho finito l'ossitocina", l'originale monologo scritto ed interpretato dall'attrice torinese Giulia Pont. "La prima edizione di Teatro Ex Carbonaia è stata una scommessa vinta e anche quest'anno la risposta del pubblico è stata sorprendente tanto che già con la prima serata abbiamo registrato il tutto esaurito- spiega Chiara Renzi, attrice e regista aretina presidente dell'associazione rumorBianc(O).- Con questa micro-rassegna, abbiamo cercato di dare un nuovo significato ad un luogo che, in passato, è stato una chiesa e una carbonaia e che oggi sta assumendo una nuova dimensione culturale ed artistica. Grazie a spettacoli sempre diversi e ad attori professionisti, anche questa progetto ha centrato il nostro obiettivo di valorizzare gli spazi urbani della provincia aretina attraverso il linguaggio e la pratica teatrali". Diretto dalla regista Francesca Lo Bue, "Ti lascio perché ho finito l'ossitocina" descrive, senza mezzi termini, la fine di una storia d'amore, uno degli eventi più comuni e traumatici della vita di ognuno di noi. Già vincitore del concorso di monologhi UNO di Firenze e menzionato come miglior testo originale al concorso attori Doc di Asti, lo spettacolo della Pont, applaudito da pubblico e critica al Fringe Festival 2013, approda a Foiano dopo aver collezionato oltre settanta repliche in tutta Italia con l'intento di coinvolgere il pubblico in un gioco commovente, divertente e catartico. La pièce di Giulia diventa infatti una bizzarra seduta di psicoterapia dove l'attrice-paziente interagisce senza sosta con un pubblico-terapeuta sperimentando in maniera folla il potere curativo del teatro. Plasmando situazioni e personaggi sempre diversi Giulia metterà a nudo i tormenti e le nevrosi nati dalla rottura con l'ex fidanzato Stefano che l'ha lasciata per potersi concedere i propri spazi e dedicarsi alla sua nuova passione per l'ukulele. Ritmato e dal sapore agrodolce, "Ti lascio perché ho finito l'ossitocina" saprà tenerci fino alla fine con il fiato sospeso smascherando le emozioni nascoste dietro ad un dramma dai risvolti comici e, talvolta, assurdi. Lo spettacolo, ad ingresso libero, avrà inizio alle ore 21 e la serata proseguirà con una degustazione di vino curata dalla storica cantina Fattoria Santa Vittoria di Pozzo della Chiana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Secondo appuntamento per Teatro Ex Carbonaia

ArezzoNotizie è in caricamento