Cultura

La sostenibilità firma la seconda edizione del festival Officine Social Movie

Presentato il festival Officine Social Movie, in quattro appuntamenti dal 30 giugno al 12 luglio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ArezzoNotizie

Pochi giorni ancora e Officine Social Movie aprirà le porte sulla seconda edizione del festival legato al concorso di cortometraggi, la prima in presenza, la prima con l’emozione del pubblico dal vivo a giudicare la qualità dei tanti progetti iscritti al concorso. Il programma del festival è stato presentato questa mattina al Cinema Eden alla presenza di Luca Roccia Baldini (Presidente Orchestra Multietnica di Arezzo), Massimo Ferri (Direttore Officine della Cultura), Federico Scapecchi (Assessore Sport e Politiche Giovanili Comune di Arezzo), Luciano Tagliaferri (Dirigente Liceo “Piero della Francesca”), Daniela Ceccarelli (Presidente Sez. Soci Coop Unicoop Firenze), Andrea Laurenzi (Presidente Associazione Autismo Arezzo) oltre a una discreta presenza degli studenti del Liceo aretino protagonisti del festival. "Al di là delle grandi produzioni cinematografiche e delle pellicole che riescono a raggiungere il pubblico, la solidarietà, l’impegno civile, i diritti, ciò che per questa edizione del festival abbiamo voluto raccogliere nel tema della “sostenibilità”, etica, ambientale e antropologica, sono temi preziosi portati avanti da tanti artisti di talento proprio attraverso la forma del cortometraggio" ha dichiarato Luca Roccia Baldini, presidente dell’Orchestra Multietnica di Arezzo, ispiratrice del progetto. "Siamo dunque lieti ed emozionati di poterli presentare alla nostra città insieme ai loro lavori, di discuterne insieme ai nostri ospiti, di farne il filo del racconto di una “società sostenibilie” capace di affrontare le proprie criticità". Quattro le giornate del festival presso l’Arena e il Cinema Eden di Arezzo, cinque gli ospiti principali che arrichiranno il cartellone delle proiezioni, dal giornalista Saverio Tommasi alla regista Sabrina Paravicini, dal giornalista Marco Maisano all’attrice Ottavia Piccolo, nel doppio ruolo di protagonista e presidente della giuria del festival, in compagnia del regista Simone Marcelli. Soddisfazione dunque da parte del numeroso staff del progetto che, iniziato dalla spinta civile dell’Orchestra Multietnica di Arezzo e di Officine della Cultura ha conquistato fin da subito il Cesvot insieme agli studenti del Liceo Artistico Coreutico Scientifico Internazionale “Piero della Francesca” annesso al Convitto Nazionale “Vittorio Emanuele II” di Arezzo, elemento vitale dell’intero percorso del festival, per aggiungere poi le fruttuose collaborazioni con l’Associazione Autismo Arezzo, Poti Pictures e il contributo della Fondazione CR Firenze, del Comune di Arezzo, di Prodigio Divino e della Sezione Soci Arezzo di Unicoop Firenze.

Appuntamento inaugurale mercoledì 30 giugno alle ore 18:30 con la presentazione del libro “In fondo basta una parola” (Feltrinelli) e la presenza dell’autore Saverio Tommasi. Dalle ore 21:30 proiezione dei corti finalisti per il Premio Miglior Attrice –Sofia Panizzi per “Il branco” di Antonio Corsini; Alice Di Demetrio per “Il gioco” di Alessandro Haber; Carlotta Antonielli per “Onolulo” di Iacopo Zanon - e per il Premio Miglior Attore - Francesco De Simone per “Servi di biciclette” di Michele Granata; Vinicio Marchioni per “Il gioco” di Alessandro Haber; Ivan Olivieri per “Il porto e la tempesta” di Antonio Chiricò. La serata si concluderà con l’assegnazione dei premi relativi alle due categorie e del Premio Autismo Arezzo. Giovedì 1 luglio inizio alle ore 21:30 con la proiezione dei corti finalisti per il premio Miglior Regia - Giulio Mastromauro per “Inverno”; Luigi Pironaci per “Iddhu”; Chris Holt per “3 Sleeps” -, assegnazione del premio e proiezione del film “Be Kind - un viaggio gentile all'interno della diversità” a cui farà seguito l’incontro con la regista Sabrina Paravicini. Lunedì 5 luglio appuntamento alle ore 21:30 ospite della serata sarà Marco Maisano, legato al concorso anche per la sua presenza nella giuria di qualità, con la proiezione del docu-film “L’Arte”. Nel corso della serata saranno proiettati e premiati i corti vincitori del Premio Libertà di Gusto - Prodigio Divino – finalisti: “Irreversibile” di Matteo De Liberato; “Pappo e Bucco” di Antonio Losito; “In Nature” di Marcel Barelli -, del Premio Nessun Uomo è un Isola assegnato da Unicoop Firenze Sezione Soci Arezzo, del Premio Linguaggio Giovanile assegnato dagli studenti del Liceo Artistico - finalisti: “Il gioco” di Alessandro Haber; Paper Boat” di Luca Esposito; “The Ribbon” di Jonathan Galland - e dell’atteso premio per il Miglior Cortometraggio al quale concorrono “The Role” di Farnoosh Samadi; “Song Sparrow” di Farzaneh Omidvarnia; “Inverno” di Giulio Mastromauro; “Il Gioco” di Alessandro Haber; “The Ribbon” di Jonathan Galland; “Eggshell” di Ryan William Harris; “Paper Boat” di Luca Esposito; “3 Sleeps” di Chris Holt e “Il Porto e la Tempesta” di Antonio Chiricò. Chiusura del festival lunedì 12 luglio dalle ore 21:30 con la proiezione del film “Occident Express – Haifa è nata per star ferma” con Ottavia Piccolo e i solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo. Un film originale firmato dal regista Simone Marcelli, presente in sala, riscrittura per il grande schermo dell’omonimo spettacolo scritto da Stefano Massini. La serata sarà arricchiata, grazie alla presenza di Ottavia Piccolo, dalla proiezione e premiazione dei corti vincitori del Premio Miglior Colonna Sonora, assegnato dai musicisti dell’OMA – finalisti: Rossano Baldini per “500 Cal”; Stefano Ottomano per “Come a Micono”; 2Two, Denya Okhra e Kaso per “Les Aingles de Carthage” - e del Premio Giuria Popolare.

Una nota a parte va scritta proprio per quest’ultimo Premio a cui potranno concorrere, ai fini dell’assegnazione, tutti gli appassionati. I nove corti finalisti potranno essere infatti visionati e votati dal 29 giugno al 4 luglio iscrivendosi al portale www.officinesocialmovie.com. Si ricorda infine che nei giorni del festival, 30 giugno, 1, 5 e 12 luglio, dalle ore 17:30 in poi presso il Cinema Eden sarà possibile vedere i cortometraggi in concorso in assoluta tranquillità.

Cortometraggi che saranno visibili anche su Teletruria media partner del festival. Ingresso alle serate € 3, gratuito fino a 25 anni. I biglietti potranno essere acquistati online su cinemaeden.ticka.it o presso il Cinema Eden nei giorni e orari di apertura. Ulteriori informazioni presso Officine della Cultura, tel. 0575 27961 – 3388431111 – segreteria@officinedellacultura.org.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sostenibilità firma la seconda edizione del festival Officine Social Movie

ArezzoNotizie è in caricamento