Martedì, 28 Settembre 2021
Cultura

Scavi al Pionta, esami di laboratorio sui resti dei gemellini. Mariottini: "Scopriremo qualcosa in più sulla loro vita"

Come morirono i due gemellini ritrovati al Pionta? Avevano qualche malattia? Furono vittime di qualche evento traumatico? Come ogni ritrovamento archeologico anche quello, straordinario, delle scorse settimane sul colle aretino è avvolto in un...

Come morirono i due gemellini ritrovati al Pionta? Avevano qualche malattia? Furono vittime di qualche evento traumatico? Come ogni ritrovamento archeologico anche quello, straordinario, delle scorse settimane sul colle aretino è avvolto in un pizzico di mistero. Che potrebbe essere presto svelato.

"E' possibile conoscere anche le cause dei decessi con esami di laboratorio in programmazione", rivela in un post sul suo profilo Facebook il professor Mauro Mariottini. Esami che richiederanno tempo, ma che possono portare a ricostruire qualcosa sulla vita dei due piccoli.

"E' necessario affidare tutto a laboratori specializzati - spiega Mariottini - ed è quello che ho intenzione di fare. Questi esami ci potrebbero aiutare anche a capire cosa accedeva in quell'epoca". Dalla possibilità di un'epidemia alle condizioni di vita degli aretini: insomma, un ritrovamento che potrebbe raccontare molto.

Intanto la campagna, che vede impegnati una decina di archeologi ed è diretta dalla professoressa Alessandra Molinari dell'Unioversità Tor Vergata, prosegue. Dopo una breve pausa per le vacanze, i lavori riprendono: "Anche se adesso siamo nella fase di studio e analisi dei reperti trovati: attività soprattutto di laboratorio".

Gli esiti delle ricerche saranno resi noti in autunno quando è prevista la pubblicazione e molto probabilmente una conferenza.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scavi al Pionta, esami di laboratorio sui resti dei gemellini. Mariottini: "Scopriremo qualcosa in più sulla loro vita"

ArezzoNotizie è in caricamento