Cultura

Sapori diVini 2018, grande soddisfazione per un evento dalle grandi potenzialità

L'ottima riuscita della manifestazione “Sapori DiVini 2018” ha messo in evidenza le tante potenzialità che possono essere correlate ad un evento che negli anni a venire potrà avere importanti implicazioni sia sul piano dello sviluppo culturale e...

sapori-divini-1-2

L'ottima riuscita della manifestazione "Sapori DiVini 2018" ha messo in evidenza le tante potenzialità che possono essere correlate ad un evento che negli anni a venire potrà avere importanti implicazioni sia sul piano dello sviluppo culturale e turistico, che su quello della valorizzazione dei prodotti tipici locali. "Oltre alla grande affluenza di pubblico - afferma l'Assessore alla Cultura del Comune biturgense Gabriele Marconcini - l'ampia partecipazione da parte delle cantine, delle aziende agro-alimentari, delle associazioni di categoria, dei commercianti e degli esercenti, rappresenta la riprova che questo evento ha un grande potenziale: un potenziale che vorremmo sfruttare appieno investendo ulteriormente su questa proposta e convogliando tutta l'attenzione dell'evento su un percorso di valorizzazione delle nostre peculiarità agro-alimentari."

"In un momento storico - continua l'assessore Marconcini - in cui a livello mondiale si sta registrando un'omologazione degli stili di vita e delle abitudini alimentari, crediamo convintamente che la riscoperta delle diverse e specifiche tradizioni culinarie rivesta un forte valore culturale: il cibo, oltre ad esprimere l'identità e l'essenza di un luogo, può esercitare una grande attrazione per un crescente target di persone e noi, anche sul campo alimentare, siamo intenzionati a promuovere dei modelli culturali più rispettosi e consapevoli. In altre parole, a partire dalla visibilità di questa iniziativa, vorremmo fare della nostra città un centro del mangiare sano e del vivere bene; un luogo dove ritrovare e realizzare il connubio tra cibo e cultura, proponendo ad esempio i giusti abbinamenti tra mangiare, bere e quieto vivere."

La strada per giungere a questo obiettivo è ancora lunga, ma nel frattempo la crescita di questa kermesse, oltre a catalizzarne l'attuazione, potrà sicuramente giocare in favore di una ripresa turistica che in città, stando ai dati ufficiali, negli ultimi mesi sta facendo registrare numeri piuttosto incoraggianti. Operativamente i primi passi da compiere saranno sicuramente quelli rivolti alla piena valorizzazione delle principali eccellenze culinarie del territorio, in particolare di quei prodotti che sono stati oggetto dei due concorsi "culinari": il Vin Santo e il Lombetto Sott'olio. Allo stesso tempo ci sarà da infondere una maggiore cultura sulla produzione e sul consumo dei vini, in maniera tale che questi possano contribuire ad esaltare le specificità locali della Valtiberina.

"Vorrei, infine, cogliere questa occasione - conclude Marconcini - per ringraziare sentitamente tutti i soggetti e le associazioni che hanno dedicato tempo, risorse ed entusiasmo all'organizzazione e alla riuscita di questo evento: attorno all'organizzazione di Sapori diVini si è creato un gruppo affiatato di persone che in futuro potrà contribuire a realizzare gli ambiziosi progetti sopra descritti."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sapori diVini 2018, grande soddisfazione per un evento dalle grandi potenzialità

ArezzoNotizie è in caricamento