Santo Spirito lancia la sfida: obiettivo vetta dell'albo d'oro. Gori: "Al termine del mio mandato saremo primi"

Ambizione, coraggio e una buona dose di sfrontatezza sono state le qualità grazie alle quali il cammino di Porta Santo Spirito ha cambiato passo negli ultimi anni. Una squadra giovane, coesa, compatta e ormai abituata a far fronte a tempeste e...

Porta SAnto Spirito Credit Omar Fantoni

Ambizione, coraggio e una buona dose di sfrontatezza sono state le qualità grazie alle quali il cammino di Porta Santo Spirito ha cambiato passo negli ultimi anni.

Una squadra giovane, coesa, compatta e ormai abituata a far fronte a tempeste e imprevisti. Ad aprile il popolo della Colombina ha aperto le urne per le votazioni che hanno portato al rinnovo dell’intero consiglio direttivo.

Per Ezio Gori, fratello del compianto Edo già glorioso rettore del quartiere gialloblù, è arrivata una conferma. Oltre 300 preferenze lo hanno voluto ancora una volta al timone di Porta Santo Spirito. Per i prossimi tre anni sarà lui, insieme al resto del consiglio direttivo, a guidare il quartiere con lo stesso impegno e la stessa dedizione che negli anni passati ha portato all’ascesa dell’albo d’oro della Giostra.

“Sono arrivato al quartiere e il nostro era l’ultimo - spiega Gori le lance d’oro conquistate erano poche rispetto agli altri. Adesso invece siamo riusciti a portarci a 35, una in meno di Sant’Andrea e due rispetto a Porta Crucifera. Alla fine del mio mandato, nel 2020, voglio conquistare la vetta dell’albo d’oro con il maggior numero di vittorie conquistate rispetto agli altri quartieri”.

35 lance d’oro, 8 conquistate con la coppia Elia Cicerchia e Gianmaria Scortecci di cui due cappotti (1934 e 2012) e un triplette (2016). Il tutto ottenuto con duro lavoro, cavalieri di grande talento ed una preparazione degna della Champions League.

Il quartiere della Colombina ha precorso i tempi e dato il via a quella che possiamo definire la nuova era della Giostra del Saracino. Non più cavalieri pescati a destra e a manca, o ingaggiati all’ultimo tuffo, ma bensì giovani talenti cresciuti all’interno delle scuderie di San Marco sotto l’attenta cura di preparatori atletici e tecnici come il grande Martino Gianni.

“Dopo sette anni di collaborazione - spiega ancora Ezio Gori - abbiamo scelto di andare avanti senza Martino. A lui dobbiamo non solo la nostra più completa amicizia ma anche la nostra gratitudine. E’ stato un elemento preziosissimo e con lui abbiamo ottenuto dei risultati che, forse, saranno irripetibili”.

In qualità di addetto ai cavalli e a disposizione dei giostratori in modo da aiutarli nella preparazione e durante gli allenamenti, è stata individuata la figura di Stefano Pelosi, uomo di Giostra e da sempre vicino al quartiere gialloblu in questo stesso ruolo.

Tra le conferme per quello che riguarda la dirigenza c’è anche Marco Geppetti al suo terzo mandato come capitano. Sei anni al servizio del quartiere e sotto la sua guida sono state conquistate le ultime lance d’oro.

“Tanto sacrificio, tanta passione ma poi tutti gli sforzi vengono ripagati - spiega il capitano - non abbiamo mai interrotto gli allenamenti qui alle scuderie e stiamo portando avanti un lavoro molto specifico per riuscire a formare e consolidare ulteriormente la nostra squadra”.

Inoltre da quest’anno è stata introdotta anche la figura del vice capitano. Un ruolo affidato a Francesco Ciardi, membro del consiglio nonché storico quartierista della Colombina. Ma nel nuovo direttivo non mancano neppure energie fresche. Ne è esempio Riccardo Meoni, neo eletto all’interno della dirigenza. 28 anni una passione viscerale per la Giostra e tanta voglia di mettersi alla prova fornendo aiuto e supporto al proprio quartiere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono sempre stato vicino a Santo Spirito - spiega - quest’anno è arrivata anche una carica. Ne sono felice ed onorato e cercherò di fare del mio meglio per non deludere le aspettative”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1823 casi in Toscana. 15 i decessi in 24 ore

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Coronavirus nell'Aretino: +252 casi oggi. I contagi per comune. Esauriti i posti in Terapia intensiva al San Donato

  • Schianto frontale tra un furgone e un bus di linea: c'è un ferito grave

  • 92 nuovi positivi nell'Aretino, più della metà nel capoluogo. Salgono a 79 i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento