Cultura

Sansepolcro ai premi Ubu 2017

Sabato 16 dicembre, al Piccolo Teatro di Milano, si è svolta la cerimonia di premiazione dei quarantesimi Premi Ubu, il riconoscimento più prestigioso del teatro italiano, assegnato dai critici teatrali alle migliori realtà della scena nazionale...

premio ubu

Sabato 16 dicembre, al Piccolo Teatro di Milano, si è svolta la cerimonia di premiazione dei quarantesimi Premi Ubu, il riconoscimento più prestigioso del teatro italiano, assegnato dai critici teatrali alle migliori realtà della scena nazionale. E c'è un po' di Sansepolcro nei premi di quest'anno.

Nella categoria Progetti Speciali, ha vinto infatti C.Re.S.Co., Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea. L'idea di creare questo coordinamento nacque da un gruppo di venti artisti, curatori e

professionisti dello spettacolo dal vivo, autoconvocatisi tra gli oltre cento invitati al convegno "Vietato parlare dell'aurora" che si tenne nel luglio 2009 proprio a Sansepolcro, ideato da Luca Ricci e Elena

Lamberti, nell'ambito di Kilowatt Festival 2009.

Fondato poi ufficialmente nel 2010 in Veneto, a Bassano del Grappa, C.Re.S.Co ha avuto come primo presidente proprio Luca Ricci, allora come adesso direttore artistico dell'Associazione CapoTrave / Kilowatt, mentre come coordinatrice nazionale venne eletta Elena Lamberti, che di Kilowatt è divenuta addetta stampa nel 2014. Da allora, dopo aver lasciato le rispettive cariche nel 2012 e nel 2015, Ricci e Lamberti sono sempre stati rieletti nel consiglio direttivo del coordinamento, del quale fanno parte ancora oggi. Le molteplici attività di CReSCo (incontri, conferenze, presentazioni di libri) sono state costantemente ospitate nelle varie edizioni di Kilowatt dal 2010 a oggi.

L'obiettivo di CReSCo è svolgere azioni poetiche e politiche funzionali alla crescita dei linguaggi del contemporaneo nella società italiana ed europea. Dalla sua fondazione CReSCo ha svolto ricerche qualitative e quantitative sullo spettacolo dal vivo, ha interloquito con Regioni, Parlamento e Ministeri per la formulazione di leggi e regolamenti di settore, ha ideato e realizzato progetti culturali.

I 66 critici teatrali e di danza che hanno votato per l'assegnazione degli Ubu 2017 hanno riservato a CReSCo la seguente motivazione: "per la sua funzione di osservatorio critico sulle politiche teatrali del nostro Paese e di "pensatoio" intorno alle questioni teoriche suscitate dalla scena contemporanea, oltre che di propulsore di iniziative finalizzate a una più viva presenza delle differenti realtà artistiche nel contesto socio-politico-culturale italiano".

Sansepolcro era già stata alla ribalta dei Premi Ubu nel 2010, quando fu premiato Kilowatt Festival per il suo coinvolgimento attivo dei cittadini biturgensi con la Selezione Visionari, un progetto che da allora ha guadagnato la ribalta nazionale e anche internazionale, fino a vincere anche un progetto di cooperazione europeo su larga scala (Be SpectACTive).
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sansepolcro ai premi Ubu 2017

ArezzoNotizie è in caricamento