Sanremo, il 20esimo posto dei Negrita e il pasticcio dell'endorsement del giurato Joe Bastianich

All'ultimo minuto il gruppo aretino aveva avuto anche un endorsement da parte di Joe Bastianich - membro della giuria d'onore - che ha pubblicato sulle sue stories di Instagram un video dell'esibizione della band sul palco, con la scritta 'Vote @negritaband', esortando i suoi followers a televotare la band in gara. Un appello che è stato in breve tempo cancellato. Resta il dubbio: questa gaffe di un giurato li avrà avvantaggiati o penalizzati?

Cinque giorni di musica e un'altalena di emozioni. Il Festival di Sanremo quest'anno ha regalato ad Arezzo picchi di euforia, ma ha anche aperto voragini di delusione. SDai Negrita ai Zen Circus fino a Motta, passando per gli Sbandieratori, il Cile, i Rasenna Brass, gli aretini coinvolti erano molti. 

La classifica però è stata avara per gli artisti aretini o comuque legati ad Arezzo, in gara.

Negrita e il caso Bastianich

Solo un 20esimo posto per i Negrita e la loro "I ragazzi stanno bene", che porta la firma, tra gli altri del Cile. All'ultimo minuto il gruppo aretino aveva avuto anche un endorsement da parte di Joe Bastianich - membro della giuria d'onore - che ha pubblicato sulle sue stories di Instagram un video dell'esibizione della band sul palco, con la scritta 'Vote @negritaband', esortando i suoi followers a televotare la band in gara. Un appello che è stato in breve tempo cancellato. Resta il dubbio: questa gaffe di un giurato li avrà avvantaggiati o penalizzati?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Zen Circus e Motta

sbandieratori zen circus-217esima posizione per The Zen Circus con l'"Amore è una dittatura". La loro canzone di sicuro resterà nella memoria degli aretini per lungo tempo, non solo perché particolarmente bella, ma anche perché ha portato sul palco dell'Ariston anche una piccola rappresentanza degli Sbandieratori di Arezzo. Con vessilli scuri e abiti da soldato hanno dimostrato, anche senza i consueti costumi, di riuscire ad ammaliare qualsiasi pubblico con la loro arte dello sbandierare. E poi Motta, 14esimo con "Dov'è l'Italia", brano che si è portato a casa il premio della giuria d'onore grazie al duetto con Nada. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

  • Muore in moto a 51 anni: dramma alle porte della provincia di Arezzo. Era in viaggio col figlio

  • Miss Toscana a 17 anni, il teatro Petrarca, gli affetti. Anna Safroncik: "Vi racconto la mia Arezzo"

  • Pioggia di bonus in arrivo: sconti sulle cene al ristorante, scarpe, vestiti e arredi

  • Altri nove positivi in provincia di Arezzo: per lo più giovani e giovanissimi rientrati da Grecia, India e Romania

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento