Martedì, 27 Luglio 2021
Cultura Centro Storico / Piazza Grande

Arezzo ai tempi di Michelangelo e Giorgio, piazza Grande ancora una volta set cinematografico

Sul set aretino sono in tutto impegnate 80 comparse oltre agli attori principali e alla troupe per un totale circa di 150 persone. Le riprese andranno avanti fino a tutto domani e si snoderanno tra piazza Grande e via di Pescaia

film-piazza-grande1

Un viaggio sulle orme di Michelangelo ripercorrendo con la telecamera i luoghi che hanno segnato la vita del grande artista aretino. Sono partite lo scorso 28 agosto le riprese del fil “Il Peccato. Una visione”, opera del regista russo Andrei Konchalovsky interamente incentrata sulla vita del sommo artista.

Dopo alcune settimane trascorse in giro per la Toscana, ecco che il set si è spostato ad Arezzo in piazza Grande. Qui attori e comparse hanno potuto cimentarsi in uno dei luoghi simbolo della città e dell’arte cinquecentesca. Le logge vasariane sono state infatti trasformate in un mercato a cielo aperto. Carri, buoi, bestiame, stoffe, mendicanti, soldati, frati. Un via vai tumultuoso quando realistico che ha catapultato la città indietro di secoli.

In collaborazione con Toscana Film Commission, “ArezzoCinema” lavora a fianco di uno dei grandi del cinema, Andrei Konchalovsky, per la realizzazione del film “Il Peccato. Una visione”. Il grande film d’autore che Konchalovsky dedica a Michelangelo è prodotto dalla Fondazione Andrei Konchalovsky per il sostegno al Cinema e alle Arti Sceniche e Jean Vigo Italia con Rai Cinema. Il film è sostenuto dal Programma Sensi Contemporanei Toscana per il cinema. Il ruolo di Michelangelo è interpretato da Alberto Testone e Massimo De Francovich interpreterà Papa Giulio II, oltre a tanti attori anche non professionisti.

Sul set aretino sono in tutto impegnate 80 comparse oltre agli attori principali e alla troupe per un totale circa di 150 persone. Le riprese andranno avanti fino a tutto domani e si snoderanno tra piazza Grande e via di Pescaia.

Il Palazzo della Fraternita dei Laici è stato adibito, su disposizione del primo rettore Pier Luigi Rossi a punto di appoggio logistico per truccatori, attori, comparse e regia.

“Un piacere per noi dare il nostro contributo - spiega Pier Luigi Rossi - abbiamo fatto del nostro meglio per collaborare a pieno con la produzione. Abbiamo inoltre messo a disposizione degli spazi all’interno del Palazzo per truccatori e comparse. Mentre i nostri ortaggi e le nostre mele, quelle raccolte dai frutteti delle nostre tenute, sono state utilizzate per allestire la sceneggiatura”.

E dopo la tappa in città la troupe si sposterà in Casentino.

“In alcuni giorni di ottobre il Castello di Poppi potrà rimanere chiuso (anche senza preavviso) per le riprese cinematografiche del film "Il Peccato" del grande regista russo Andrej Konchalovsky”.

Questa avvertenza, apparsa anche sul sito internet del Comune di Poppi, con la quale viene data comunicazione dell'avvio delle riprese in una delle più suggestive cornici della cittadina casentinese.

Il regista russo Andrej Konchalovsky, fratello del regista Nikita Michalkov e figlio dello scrittore Sergej Michalkov ha diretto tantissime opere di grande successo e per due volte ha vinto il Leone d’argento per la regia al festival del cinema di Venezia. Molte, nella sua lunga e luminosa carriera, le nomination all’Oscar, all’orso d’oro del festival di Berlino e alla Palma d’oro di quello di Cannes.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo ai tempi di Michelangelo e Giorgio, piazza Grande ancora una volta set cinematografico

ArezzoNotizie è in caricamento