Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cultura

RiCreando Oltre Il Suono: la Musica come strumento d’integrazione e cura

Partendo dal principio che la musica possiede straordinarie e uniche capacità di cura e sviluppo del benessere della persona, l’Associazione Le 7 Note presenta ad Arezzo “RiCreando – Oltre il Suono”, un nuovo progetto finalizzato alla lotta alla...

Conferenza stampa3

Partendo dal principio che la musica possiede straordinarie e uniche capacità di cura e sviluppo del benessere della persona, l'Associazione Le 7 Note presenta ad Arezzo "RiCreando - Oltre il Suono", un nuovo progetto finalizzato alla lotta alla povertà educativa e a favorire la coesione sociale.

Masterclasses, corsi, seminari, concerti e varie proposte culturali animeranno la città di Arezzo a partire dal 23 luglio fino a dicembre, con un importante filo conduttore: tutte le attività saranno rigorosamente gratuite per i partecipanti.

Ideato dall'Associazione Le 7 Note e realizzato con il Patrocinio del Comune di Arezzo e il co-finanziamento di Fondazione CR Firenze, "RiCreando" mette in rete numerose realtà del territorio: Azienda USL Toscana Sud Est, Università di Siena - Dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale, Campus del Pionta, Cooperativa Koinè, Associazione Academo, Unicoop Firenze sezione Coop.fi Arezzo, Fondazione Scuola di Musica di Fiesole Onlus, CaMu - Casa della Musica di Arezzo, Oberlin College (OHIO) per Oberlin in Italy, Associazione Kairòs, Associazione Culturale Bangladesh Arezzo, Amici del Pionta , A piede libero, Giotto in Musica, A.Gi.Mus. sede di Firenze.

A questi si aggiungono vari soggetti ospiti: Fondazione Il Cuore si Scioglie, Coro Vox Cordis, Concorso Musicale Calcit, AME orchestra amatoriale di Fiesole, Arezzo Open Orchestra Orchestra amatoriale di Arezzo, che collaboreranno ad alcune delle iniziative.

E' un progetto imponente perché mette al centro la persona, utilizzando la musica per curare, migliorare, incuriosire, combattere la paura della diversità, ridurre il disagio sociale toccando tutte le età dell'uomo, dall'infanzia fino alla terza età.

Il progetto prende vita in un luogo simbolico di Arezzo, il Colle del Pionta, dove il monaco Guido d'Arezzo nell'XI secolo ha sviluppato l'odierna notazione musicale, utilizzata oggi in tutto il mondo.

"Con questa iniziativa si tengono insieme tre parole chiave: musica, Pionta e coesione sociale. Questo progetto, che comprende sei mesi di eventi, fa parte dell'idea sviluppata dall'associazione Le 7 Note di una declinazione della musica in molti ambiti, musica attraverso la quale ci vogliamo qualificare. Questa è la città che ha dato i natali a Guido d'Arezzo, che alla musica ha dato voce. La coesione non passa solo attraverso i servizi di assistenza ma anche di crescita sociale" ha detto l'assessore alle politiche sociali Lucia Tanti.

"Proprio in questo luogo denso di significati urbani e sociali vogliamo far partire il nostro progetto - ha commentato Luca Provenzani, Presidente dell'Associazione Le 7 Note, iniziando dalla nostra scuola di Musica, situata dentro il Parco del Pionta, e uscendo da essa per tracciare traiettorie che uniscano attraverso l'arte e la musica".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

RiCreando Oltre Il Suono: la Musica come strumento d’integrazione e cura

ArezzoNotizie è in caricamento