Cultura

Ricostruzione 3D e realtà virtuale: ecco com'era il Duomo Vecchio al Pionta

Una ricostruzione 3d e gli strumenti della realtà virtuale per vedere con i propri occhi il Duomo di San Donato. E' quanto è possibile grazie al video elaborato dal professore Giorgio Verdiani del Dipartimento di Architettura dell’Università di...

verdiani-cripta

Una ricostruzione 3d e gli strumenti della realtà virtuale per vedere con i propri occhi il Duomo di San Donato. E' quanto è possibile grazie al video elaborato dal professore Giorgio Verdiani del Dipartimento di Architettura dell'Università di Firenze e dai collaboratori dei laboratori Mirco Pucci e Carlo Gira.

Il video permette di entrare nella cattedrale, ricostruita sulla base della pianta del Vasari e di altri indizi. Una sorta di punti uniti grazie alla ricostruzione che danno un'idea di come fosse verosimilmente.

"In realtà è stata un'operazione semplice fatta in base agli indizi a disposizione - spiega il professore Giorgio Verdiani - a quel poco che rimane del Duomo di San Donato e abbiamo creato la sua forma geometrica per capire quali fossero i rapporti tra le forme."

Grazie ad alcuni software la visita virtuale parte dalla collina e porta l'utente fino a dentro la chiesa:

"Certo gli interni e gli esterni sono approssimativi, ci sono alcune idealizzazioni, ma ci serve per avere la percezione dello spazio. Abbiamo inserito anche altri strumenti come le mani virtuali che entrano in scena e questo permette di avere un raffronto metrico e di proporzioni più realistico."

La ricostruzione 3d è già stata presentata con successo a Berlino al convegno nel quale si è parlato approfonditamente degli scavi archeologici del Pionta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricostruzione 3D e realtà virtuale: ecco com'era il Duomo Vecchio al Pionta

ArezzoNotizie è in caricamento