Cultura

Gli affreschi di Piero e il museo Archeologico riaprono il 4 maggio

Il programma del Polo museale della Toscana: da domani via libera al Museo delle Arti e Tradizioni popolari dell'Alta Valtiberina ad Anghiari e da lunedì 3 maggio riaprono le porte di Casa Vasari

Il direttore regionale dei musei della Toscana Stefano Casciu ha parlato della riapertura, a partire da domani domenica 1° maggio, di oltre 30 dei 49 musei, pinacoteche, aree archeologiche, parchi, giardini storici e ville medicee di pertinenza della Direzione.

“Una nuova ripartenza, questa volta anche nei fine settimana, che ho voluto simultanea e corale – afferma Stefano Casciu – per sottolineare il valore simbolico del passaggio da una fase di resilienza, che ha visto i nostri musei particolarmente attivi con iniziative digitali, lavori di restauro, catalogo, allestimento e manutenzione ordinaria e straordinaria, a una fase di ripresa, incoraggiata dalle Istituzioni, tale da intercettare la domanda di cultura e favorire la ripartenza delle attività turistiche. Abbiamo iniziato già nei giorni scorsi con alcune aperture frutto degli accordi di valorizzazione con gli enti locali promosse in questi anni dalla Direzione, per proseguire con altre, dal forte valore simbolico, il 1 maggio. Il maggior numero di aperture si concentrerà tra il 3 e il 4 maggio quando sarà possibile riaprire in concomitanza con gli altri istituti nazionali della Regione”.

Cosa riapre in provincia di Arezzo

Tra il 1 e il 4 maggio - spiega la nota del Polo Museale - riaprono le porte il Museo delle Arti e Tradizioni popolari dell'Alta Valtiberina - Palazzo Taglieschi ad Anghiari, al quale sarà possibile accedere anche con un nuovo biglietto integrato con il Museo della Battaglia di Anghiari, e l’Area archeologica del Sodo a Cortona, mentre ad Arezzo tornano ad ospitare il pubblico il Museo Archeologico Nazionale Gaio Cilnio Mecenate, il Museo di Casa Vasari e la Basilica di San Francesco, finalmente fruibile al termine dei i lavori di restauro dei prospetti esterni, della Cappella Guasconi, della Cappella Tarlati di Pietramala e delle vetrate policrome. Già dal 26 aprile è di nuovo visitabile l'Area Archeologica del Sodo a Cortona mentre l’Abbazia di S. Salvatore a Soffena a Castelfranco Piandiscò riaprirà sabato 8 maggio.

Il dettaglio

Basilica di San Francesco. Leggenda della Vera Croce di Piero della Francesca   
Dal 4 maggio: martedì, giovedì e venerdì 9.00-19.00 (interruzione dalle 10.30 alle 11.00 per svolgimento di funzione religiosa); sabato 9.00-18.00 (interruzione dalle 10.30 alle 11.00 per svolgimento di funzione religiosa); domenica 13.00-18.00

Museo Archeologico Nazionale G. C. Mecenate  
Dal 4 maggio: martedì 9.00-10.30-12.00; giovedì 14.30-16.00-17.30; venerdì 9.00-10.30-12.00; sabato pomeriggio 14.30-16.00-17.30; domenica prima e ultima del mese 14.30-16.00-17.30. Ingresso esclusivamente agli orari indicati.

Museo di Casa Vasari
Dal 3 maggio: lunedi  14.15 - 19.45 (ultimo ingresso 18.45);  mercoledì  e  venerdì  9.00 - 13.30 (ultimo ingresso 12.20); sabato 1° e 3° del mese – 14.15-19.45 (ultimo ingresso 18.45);  sabato 2° e 4° del mese 9.00-13.30 (ultimo ingresso 12.20); domenica 9.00 - 13.30 (ultimo ingresso 12.20)

Anghiari Museo delle Arti e Tradizioni popolari dell'Alta Valtiberina (Palazzo Taglieschi) 
Dal 1 maggio: mercoledì e venerdì 10.00 - 14.00 (ingresso ultimo turno di visita); martedì e giovedì 13.00 - 17.00 (ingresso ultimo turno di visita); sabato e domenica 10.00-14.00 (ingresso ultimo turno di visita)

Castelfranco Piandiscò Abbazia di S.Salvatore a Soffena
Dall'8 maggio: lunedì, mercoledì, venerdì: ore 14.15 - 18.45; martedì e giovedì: ore 9.15 - 13.45; sabato 1° e 3° del mese -  ore 9.15 - 13.45; sabato 2° e 4° del mese - ore 9.15 - 12.45; domenica 2° e 4° del mese – ore 8.30 -13.45

Cortona - Area archeologica del Sodo  (In gestione al Comune di Cortona)
Dal 26 aprile: tutti i giorni 10-13 e 15-18

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli affreschi di Piero e il museo Archeologico riaprono il 4 maggio

ArezzoNotizie è in caricamento