Sabato, 31 Luglio 2021
Cultura

Quattro nuovi naturopati all'Università popolare di Arezzo. Consegnate tre borse di studio

Il titolo è stato conferito durante la solenne cerimonia di proclamazione diretta dal Professor Giuseppe Sabato, con la partecipazione del Preside Prof. Adolfo Panfili e il Presidente della commissione il Dott. Roberto Solimé

Sono quattro i nuovi professionisti Naturopati pronti ad operare nel campo della Medicina Naturale: Meri Nanni di Monte San Savino, Mariella Congiu di Monte San Savino, Cortonese Paolo Bonanni e Paola Bindi di Arezzo. Il titolo è stato conferito durante la solenne cerimonia di proclamazione diretta dal Professor Giuseppe Sabato, con la partecipazione del Preside Prof. Adolfo Panfili e il Presidente della commissione il Dott. Roberto Solimé.

Le tre borse di studio, in ricordo di Francesco Solimé scomparso prematuramente qualche anno fa, sono state assegnate alle studentesse Meri Nanni, Serena Bolgi e Federica Cucurnia, le quali si sono distinte nel corso degli studi.

L'Università Popolare di Arezzo è riconosciuta dal Ministero della Pubblica Istruzione, Università e Ricerca Scientifica, quale ente di formazione ai sensi del D.M. 177/101 per il corso triennale di Bio Energie Naturali – Naturopatia.

L’Università Popolare di Arezzo eroga, inoltre, il corso di alta formazione in” Biofisica e modelli quantici della mente” e il corso di alta formazione “sostegno allo sviluppo integrato e funzioni del cervello”, vantando fra il corpo docenti nomi illustri quali il Prof Panfili, già preside della Facoltà e il fisico Prof. Caligiuri.

La proclamazione dei nuovi Naturopati si è conclusa con le parole del prof. Sabato che in accordo con la definizione di salute dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) – ha rimarcato l’importanza di uno stato di totale benessere psicofisico, che consente alla persona di sviluppare appieno le proprie potenzialità. In questo modo, quando si parla di naturopatia, continua Il Professore - non si parla tanto di diagnosi, cura, malattia, che restano di competenza della medicina ufficiale, quanto di un supporto per raggiungere quello stato di benessere a cui tutti aspiriamo. Confermando che la naturopatia non si pone come alternativa alla medicina considerata tradizionale, ma come integrazione alla stessa nonché supporto al medico.

È fondamentale evidenziare – conclude il Professor Sabato – che la Naturopatia è una disciplina volta a stimolare le funzioni e la vitalità dell’organismo, rafforzandolo in modo naturale e non invasiva, in grado altresì di risvegliare la capacità di auto-guarigione innata e insita in ogni individuo; in questa ottica si connota come medicina integrata nella prevenzione e nel sostegno alla cura.

La giornata si conclude con l’intervento del dott. Giancarlo Turchetti, nonché referente degli studenti dell’Università Popolare di Arezzo, che ha riportato i dati delle tante nuove richieste di iscrizione che sono giunte alla segreteria dell’Università. Tutto questo fa ben sperare per il futuro dei corsi e dei professionisti che si stanno formando.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro nuovi naturopati all'Università popolare di Arezzo. Consegnate tre borse di studio

ArezzoNotizie è in caricamento