Cultura

Tutto pronto per il 42esimo Palio dei Rioni fra Porta Romana e Porta Fiorentina

Il Palio dei Rioni fra Porta Romana e Porta Fiorentina è da sempre il gustoso “antipasto” di quello secolare fra i balestrieri di Gubbio e di Sansepolcro, che va in scena nella serata del mercoledì antecedente alla tenzone più attesa. E quindi...

Il Palio dei Rioni fra Porta Romana e Porta Fiorentina è da sempre il gustoso "antipasto" di quello secolare fra i balestrieri di Gubbio e di Sansepolcro, che va in scena nella serata del mercoledì antecedente alla tenzone più attesa. E quindi, alle 21 del 5 settembre, appuntamento in costume nello scenario di una piazza Torre di Berta che si colora con un tifo da stadio e con qualche garbato sfottò fra le due parti della città, fin da quando i cortei vi giungono dai rispettivi versanti. Sul piano agonistico, Porta Fiorentina è netto vantaggio nei confronti di Porta Romana: l'edizione di quest'anno è la 42esima e nelle 41 precedenti i tiratori del "giglio" hanno messo insieme qualcosa come 29 vittorie nei confronti delle 12 collezionate dai rivali della "lupa", il cui ultimo trionfo risale al 2014. A parte i primi anni, questa gara ha assunto un cliché consolidato e di successo, anche perchè più immediato e avvincente: undici sfide dirette fra i singoli portacolori indicati sul momento; chi dei due si avvicina di più alla bulletta (e spesso il pubblico lo nota a occhio nudo, ma a volte regna la suspence quando si gioca sul filo del millimetro), consegna il punto al rione e quando il totale arriva a 6 il trionfo diventa matematico. In base al regolamento, sarà Silvio Panichi, capitano di Porta Romana (che ha perso l'anno precedente), a scegliere il primo capobanco, poi il collega di Porta Fiorentina, Maurizio Alessandrini, a rispondere con il suo balestriere. A tornate alterne, ognuno avrà diritto a indicare il primo tiratore. È l'esordio per entrambi nelle vesti di capitano e al termine delle qualifiche di martedì 4 verranno definite le due griglie di balestrieri, per cui soltanto nella giornata di svolgimento della competizione si conosceranno i 22 protagonisti complessivi. La scaletta del Palio dei Rioni prevede ancora una volta l'esecuzione degli stornelli in ottava rima con i quali la "Romana" e la "Fiorentina" si punzecchiano a vicenda: i cantori sono sempre Giancarlo Baglioni per la parte in giallorosso e Massimo Mazzi per quella in viola, poi - prima di salire sui banchi - la città saluterà il nuovo campione cittadino, Riccardo Bonauguri, che verrà premiato al centro della piazza assieme al secondo e al terzo classificato, Andrea Giovagnini e Gian Luca Baldi. Annunciata sulle tribune una nutrita presenza sia dei balestrieri di Gubbio, che di un primo gruppo della folta delegazione di Visè, la città belga con la quale è stato stipulato il patto di amicizia e che in questa occasione è ospite ufficiale di Sansepolcro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto per il 42esimo Palio dei Rioni fra Porta Romana e Porta Fiorentina

ArezzoNotizie è in caricamento