Venerdì, 23 Luglio 2021
Cultura

Presentata la stagione teatrale 2018-19 al Teatro Spina: ecco il calendario

Fra impegno e comicità la nuova stagione del Teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino prende il via, dal 28 ottobre, nel segno di una novità: alla consolidata partnership progettuale di Fondazione Toscana Spettacolo onlus e dell’amministrazione...

conferenza-castiglion-fiorentino

Fra impegno e comicità la nuova stagione del Teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino prende il via, dal 28 ottobre, nel segno di una novità: alla consolidata partnership progettuale di Fondazione Toscana Spettacolo onlus e dell'amministrazione comunale quest'anno si affianca Community News, a cui è affidata la gestione del teatro.

"Il Teatro è il cuore pulsante della cultura - dichiara Massimiliano Lachi, assessore alla cultura - Ogni anno viene impegnato per 180 giorni, tra spettacoli teatrali e manifestazioni a cura delle associazioni locali, segno, appunto, di questa vivacità culturale. Il connubio con l'associazione pisana, che opera in Toscana nell'ambito dell'organizzazione di eventi culturali, ha spinto nella direzione di una proposta che intreccia il linguaggio contemporaneo con la comicità e la musica".

"Castiglion Fiorentino è diventato un luogo dove si fa teatro in maniera diversa, dove l'amministrazione si rinnova sempre - dichiara Alfredo Gnerucci della Fondazione Spettacolo - Oltre alla stagione di prosa che presentiamo quest'oggi sono previsti spettacoli di musica e di lirica".

"Tutta la stagione verrà presentata il prossimo 21 ottobre in un concerto gratuito al quale tutta la cittadinanza è invitata" sostiene Paolo Tognocchi, presidente di Community News.

La direzione artistica - condivisa fra FTS, il direttore artistico Mario Menicagli (direttore d'orchestra con un importante curriculum professionale), Paolo Tognocchi (presidente di Community News), e Ubaldo Pantani (imitatore lanciato dalla Gialappa's nei panni di Max Allegri e Massimo Giletti) presenta una stagione di sette titoli in cui si alternano spettacoli che raccontano il presente attraverso storie di vita vissute (La bastarda di Istanbul), riletture di classici in chiave contemporanea (Uno zio Vania, Dialoghi degli dei), personaggi storici come modelli di integrità e coraggio (Giovanna D'Arco), a spettacoli portati in scena dai comici nazionali - Ubaldo Pantani, Maurizio Lastrico - fino al gioco virtuoso fra musica e divertimento (Duo Baldo).

Prezzi invariati : biglietti a partire da 10 euro e abbonamenti da 60 euro.

Novità: per gli universitari possessori della Carta dello Studente è riservato un prezzo speciale di 8 euro; le riduzioni per i giovani sono valide fino a 30 anni.

FTS "Aspettando i 30 anni" : per il suo trentennale (autunno 2019) Fondazione Toscana Spettacolo già nella stagione 2018-2019 propone iniziative rivolte al pubblico per offrire sempre nuove occasioni di vivere lo spettacolo dal vivo e di raccontare l'esperienza a teatro: carta dello spettatore FTS, biglietto sospeso, biglietto futuro, buon compleanno a teatro, carta dello Studente della Toscana, diventa storyteller. Proposte per il pubblico di oggi e di domani, per una partecipazione ancora più inclusiva.

Rinnovo abbonamenti dal 16 al 21 settembre e nuovi abbonamenti dal 24 al 29 settembre.

La stagione si apre domenica 28 ottobre (ore 21.15, come per tutti gli spettacoli) con il genere della saga familiare, al centro de LA BASTARDA DI ISTANBUL, riduzione teatrale del romanzo di Elif Shafak curata da Angelo Savelli. Un sapiente intreccio fra meravigliosi personaggi femminili, storie brucianti e segreti indicibili, per un'opera drammatica e divertente che dà voce al popolo armeno, vittima cento anni fa di un disumano genocidio, e alla società turca costretta a fare i conti con antiche colpe. In scena una intensa Serra Yilmaz con, tra gli altri, Valentina Chico, Riccardo Naldini e Monica Bauco.

Segue, giovedì 22 novembre, il progetto Duo Baldo CONdivertimentoCERTO, firmato dal pianista Aldo Gentileschi e dal violinista Brad Repp. Una serata all'insegna della musica e del divertimento con i due protagonisti impegnati nel "giocare" a enfatizzare le differenze tra violinista solista protagonista e pianista accompagnatore in cerca di riscatto.

Martedì 4 dicembre Monica Guerritore è GIOVANNA D'ARCO. L'eroina francese rivive nella nostra epoca, compagna di ribellione e speranza di Che Guevara, del giovane cinese che a piazza Tienanmen ferma col suo corpo un carro armato... Uno spettacolo di grande intensità di cui la Guerritore è autrice, regista e interprete. "A più di 10 anni di distanza dalla prima messa in scena - racconta l'attrice - sferzo il mio corpo e il mio cuore perché restituiscano ancora una volta sul palcoscenico la forza immensa del suo coraggio. Quello di cui noi tutti abbiamo bisogno".

In occasione della Giornata della memoria, venerdì 25 gennaio, Ubaldo Pantani veste i panni di BARTALI il campione e l'eroe. Uno spettacolo che rende omaggio alla storia del grande campione di ciclismo e che approfondisce, attraverso la sua vicenda umana e sportiva, la storia del nostro Paese durante la seconda guerra mondiale.

Domenica 10 febbraio arriva Maurizio Lastrico con il suo NEL MEZZO DI CASIN DI NOSTRA VITA. Da Zelig alle serie tv, Lastrico porta sul palco tutto il suo vissuto in un'esplosione di energia e comicità teatrale. I suoi endecasillabi danteschi sulle "sfighe" quotidiani sono inframezzati da esilaranti monologhi sull'attualità e sui pregiudizi umani.

Si prosegue, domenica 17 febbraio, con la rilettura di uno dei testi più importanti e più intensi di Anton Cechov. UNO ZIO VANIA, questo il titolo dello spettacolo diretto da Vinicio Marchioni anche protagonista insieme a Francesco Montanari, è incentrato sui temi universali della famiglia, dell'arte, dell'amore, dell'ambizione e del fallimento. Una importante riedizione del capolavoro dell'Ottocento messo in scena con i linguaggi della regia del teatro contemporaneo.

La stagione si chiude sabato 2 marzo nel segno del sorriso e del teatro intelligente con DIALOGHI DEGLI DEI, l'ultimo lavoro della compagnia toscana I Sacchi di Sabbia. Gabriella Carli, Giovanni Guerrieri, Enzo Illiano e Giulia Solano, guidati da Massimiliano Civica (autore, regista pluripremiato e da quest'anno consulente artistico del Teatro Metastasio), portano in scena i Dialoghi di Luciano di Samosata (scrittore e retore greco di origini siriane del II secolo d.C.) con leggerezza e umorismo per farci sorridere anche delle nostre piccole debolezze.

campagna abbonamenti

vecchi abbonati dal 16 al 21 settembre

nuovi abbonati dal 24 al 29 settembre

presso il Teatro Comunale Mario Spina dalle

ore 16.30 alle ore 19

prevendita:

Castiglion Fiorentino

Pro Loco, piazza Risorgimento

Dal lunedi al sabato 10-12 e 16-18

Punti vendita:

Boxoffice 055 210804 e Punti vendita Coop

Biglietteria online: ticketone.it

info eventi:

communitylive.it

INFOLINE:

339 8556862

info@communitylive.it

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentata la stagione teatrale 2018-19 al Teatro Spina: ecco il calendario

ArezzoNotizie è in caricamento