Porta del Foro insegue il sogno di una lancia. Felici: "Primo obiettivo, poi la nuova sede"

Un quartiere in fermento. Reduce dalle elezioni che hanno cambiato l'assetto del gruppo dirigente, Porta del Foro attende la prossima Giostra col cuore in gola. La speranza è quella di infrangere il triste primato: 11 anni senza vittoria. A questo...

campo prove porta del foro

Un quartiere in fermento. Reduce dalle elezioni che hanno cambiato l'assetto del gruppo dirigente, Porta del Foro attende la prossima Giostra col cuore in gola. La speranza è quella di infrangere il triste primato: 11 anni senza vittoria. A questo sta lavorando il primis la nuova dirigenza giallocremisi, eletta da appena due mesi.

"Ho raccolto un'eredità importante - ha commentato Roberto Felici, il neorettore - e adesso dovremo lavorare per raccogliere frutti importnati. Il quartiere ha un numero di adesioni sempre maggiore: questo ci lusinga ma sappiamo che le aspettative sono sempre più alte".

Aspettative che adesso sono riposte in Andrea Vernaccini e Davide Parsi, i due giostratori cresciuti tantissimo negli ultimi anni e riconfermati anche per queste giostre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Nella sede storica del quartiere è già pronto il posto per una nuova lancia: "In realtà - dice sorridendo il capitano Dante Nocentini - abbiamo spazio per almeno altre quattro lance. Detto questo, ci sono stati lasciati due cavalieri molto forti e siamo sicuri che in lizza daranno tutto pur di portare un risultato al quartiere. Certo, abbiamo iniziato a lavorare da appena due mesi: il tempo purtroppo è stato poco, speriamo che questo non ci penalizzi".

Intanto lavora il nuovo allenatore, mentre i consigli arrivano anche da Martino Gianni: "E' un amico - dice Nocentini - non ci sono accordi o contratti, ma ci ha dato alcune dritte e noi le abbiamo accolte con gratitudine, perché sappiamo il valore delle sue parole in tema di Giostra".

Gli allenamenti vanno avanti, ma non al campo prove di Petrognano, bensì a San Leo, ospiti della struttura di Vernaccini. Sul campo di Petrognano infatti gravano una serie di vincoli che rendono difficile la realizzazione di box dove ospitare i cavalli. E' questo uno dei temi ai quali dovrà far fronte la nuova dirigenza. C'è poi un obiettivo importante: "La sede - spiega Felici -. Abbiamo aperto un dialogo con il Comune e stiamo cercando insieme delle soluzioni. Mi auguro di riuscire presto a imboccare la strada giusta". Adesso però è il momento di inseguire il sogno più a portata di lancia: tornare i re della piazza. E la prima opportunità arriverà tra meno di due settimane. @NadiaFrulli @ClaudiaFailli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Dilettanti, ecco i campionati costretti allo stop

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento