Passaggio all'Inferno, a Pratovecchio la mostra in onore dei 750 dalla nascita di Dante

Giovedì 27 agosto si è svolta a Pratovecchio l’inaugurazione della mostra “Passaggio all’inferno”, una iniziativa che vuole commemorare la Divina Commedia attraverso le opere di decine di artisti provenienti da 20 paesi del mondo. Filo conduttore...

passaggio dall inferno 2

Giovedì 27 agosto si è svolta a Pratovecchio l’inaugurazione della mostra “Passaggio all’inferno”, una iniziativa che vuole commemorare la Divina Commedia attraverso le opere di decine di artisti provenienti da 20 paesi del mondo. Filo conduttore e origine dell’idea, i manifesti che hanno partecipato alla mostra internazionale svoltosi dal 15 al 30 aprile 2015 a Charkiv, in Ucraina. Il concorso, dedicato quest’anno al Sommo Poeta, ha visto la partecipazione di 1.112 autori con 3500 manifesti ed è stato organizzato dall’associazione di grafici e designer "the 4th Block" così chiamata in memoria del reattore numero 4 che causò, il 26 aprile 1986, il Disastro di Chernobyl; un parallelo fra l’inferno dantesco e l’inferno del disastro nucleare.

Passaggio dall infernoIl vernissage della mostra casentinese, svoltosi presso il Parco delle Rimembranze di Pratovecchio, sono intervenuti Nicolò Caleri, Sindaco di Pratovecchio Stia, Luca Alterini, Presidente del Consorzio Casentino Sviluppo & Turismo, Federica Mondanelli, consigliere del Comune di Poppi con delega al turismo, Andrey Amlinsky, regista, promotore della mostra, Oleg Veklenko, pittore e grafico, creatore e presidente della Triennale Internazionale di Manifesto Ecologico “4th Block, Sergei Serov,cuatore della mostra e presidente della Biennale Internazionale di Mosca di Graphic Design “Golden Bee”, Riccardo Starnotti – presidente dell’Associazione Amici di Dante in Casentino e Oleksij Chekal, artista ucraino che si è esibito in una suggestiva performance calligrafica, riproducendo i vizi capitali e le opposte virtù descritte nella Divina Commedia. La mostra rimarrà visibile fino a domenica 27 settembre, e i luoghi dove sono esposti i manifesti sono il Borgo di Pratovecchio (Via Garibaldi), Piazza Tanucci a Stia e il centro storico di Poppi.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento