Sabato, 31 Luglio 2021
Cultura

Palio della Vittoria: vince Badia Tedalda. Giuseppe Marini trionfa

Badia Tedalda, Comune situato in provincia di Arezzo, si è aggiudicato per la prima volta nell’era moderna il Palio della Vittoria e lo ha fatto grazie alla splendida prestazione di Giuseppe Marini. Un successo meritato arrivato al termine di una...

Il Palio della Vittoria alzato al cielo da Marini

Badia Tedalda, Comune situato in provincia di Arezzo, si è aggiudicato per la prima volta nell'era moderna il Palio della Vittoria e lo ha fatto grazie alla splendida prestazione di Giuseppe Marini. Un successo meritato arrivato al termine di una gara combattuta, equilibrata ed avvincente che si è svolta come ogni 29 giugno in memoria della Battaglia di Anghiari. Marini ha coperto i 1440 metri (distanza che evoca l'anno della storica battaglia) con il tempo di 5'38" superando, nel tratto più difficile della Ruga di San Martino (la salita che caratterizza il borgo tiberino) Lorenzo Bucca del Comune di Arezzo e tagliando a braccia alzate la linea del traguardo posta in Piazza Baldaccio.

La manifestazione è stata come sempre organizzata dall'Associazione Culturale Palio della Vittoria per celebrare ciò che avvenne il 29 giugno del 1440 nella Battaglia di Anghiari, quando l'esercito di Firenze, alleato con i pontifici e con una lega veneziana, sconfisse i milanesi capitanati da Niccolò Piccinino. La Battaglia di Anghiari nel 1503 fu dipinta da Leonardo da Vinci in Palazzo Vecchio nella Sala del Consiglio (oggi Salone dei Cinquecento) e fu descritta da Macchiavelli nelle "Historie Fiorentine".

La 16° edizione dell'era moderna del Palio della Vittoria si è disputata al calar del sole, al termine della rievocazione storica che ha visto l'ingresso in piazza dei Sindaci, la sfilata dei cortei storici di Anghiari, Sansepolcro, Arezzo, Scannagallo e Firenze e lo spettacolo degli Sbandieratori di Arezzo. La manifestazione ha unito come da tradizione l'importanza storica dell'evento con il fascino dei gruppi e con la bellezza di una competizione unica al mondo in cui gli atleti oltre ad affrontare la salita con pendenze del 10% si possono strattonare e danneggiare. Uno spettacolo che ha regalato le emozioni più intense con la corsa a piedi. E' stata una gara da record con la presenza di 75 atleti in rappresentanza di 17 Comuni (compresi anche Firenze e Milano). Il Palio della Vittoria 2018 è stato consegnato dal sindaco di Anghiari Alessandro Polcri a Giuseppe Marini e sarà esposto nel Comune di Badia Tedalda. Ad impreziosire ancora di più questa edizione le immagini realizzate con telecamere in fisse, in moto e dal drone e da una regia sul posto che ha permesso di ammirare gli aspetti più belli della giornata sul maxi-schermo posizionato in Piazza Baldaccio. La serata si è conclusa con la conviviale effettuata sulle Antiche Mura di Anghiari in uno scenario meraviglioso e con 720 presenti.

Prima dell'inizio della manifestazione il sindaco di Anghiari Alessandro Polcri e la presidente dell'Associazione Culturale Palio della Vittoria Miriam Petruccioli hanno ricordato l'anghiarese Stefano Pasqui che ha perso la vita mercoledì in un incidente stradale. Alla famiglia l'abbraccio simbolico delle autorità e di tutta la cittadinanza. In segno di lutto gli atleti del Comune di Anghiari hanno corso con il lutto al braccio.

La gara

La corsa ha regalato forti emozioni fin dal via (avvenuta di fronte alla Cappella della Vittoria, nel punto in cui fu combattuta la celebre battaglia) che è stata come da previsione animata dalle solite schermaglie (trattenute, placcaggi, spinte). Dopo un inizio equilibrato e combattuto Lorenzo Bucca del Comune di Arezzo ha preso il comando della gara ed ha iniziato in testa la salita della Ruga di San Martino, ma è stato rimontato nel tratto con le pendenze più "aspre" da Giuseppe Marini del Comune di Badia Tedalda che ha effettuato il sorpasso nella fase finale prendendo quel vantaggio che si è poi rivelato decisivo per il successo finale). Marini ha vinto in 5'38"ed ha preceduto di 8" Lorenzo Bucca del Comune di Arezzo. 3° posto, con un distacco di 12" per Yuri Beers del Comune di Sansepolcro.

L'albo d'oro aggiornato vede Anghiari in testa con 4 successi. A quota 3 Pieve Santo Stefano, a quota 2 San Giustino, Sansepolcro e Arezzo, a quota 1 Città di Castello, Firenze e Badia Tedalda.

Le dichiarazioni

Giuseppe Marini (Comune di Badia Tedalda e vincitore del Palio). "Sono davvero molto contento di aver vinto questa meravigliosa corsa e di aver regalato il successo al mio Comune. Ho fatto tanta fatica, ma quando sono entrato in Piazza, dopo le difficoltà delle schermaglie al via e della salita, ho provato un'emozione indescrivibile. Sono partito in quarta griglia, ma sono riuscito a divincolarmi e nonostante le due trattenute che ho subito sono andato via in progressione. Ho attaccato la salita in 4° posizione, mi sono gestito e poi nel finale ho effettuato lo scatto decisivo superando Bucca per andare a cogliere il successo. Ho capito che era fatta ed è stato bellissimo festeggiare questo trionfo e alzare al cielo il meraviglioso Palio della Vittoria. Bellissimo davvero".

Miriam Petruccioli (Vicario della Magistratura del Palio). "E' stata una splendida edizione che ci ha regalato straordinarie emozioni. Siamo soddisfatti per come si è svolta tutta la manifestazione e per aver permesso a tutti di viverla in ogni momento anche grazie alla bellezza delle riprese ed alle emozioni che ci trasmette questa corsa unica al mondo. Abbiamo avuto una partecipazione record alla gara e la rievocazione storica è stata come sempre ricca di fascino così come la conviviale che ha avuto luogo in serata sulle Antiche Mura di Anghiari. Ringrazio i componenti dell'Associazione Culturale Palio della Vittoria, le istituzioni, gli sponsor e tutti i volontari che hanno collaborato alla realizzazione dell'evento e rinnovo l'appuntamento fin da ora per l'edizione 2019".

Alessandro Polcri (Sindaco di Anghiari). "Il Palio della Vittoria ha fatto un deciso salto di qualità rispetto agli anni scorsi grazie alla presenza di telecamere e regia che ci hanno permesso di gustare al meglio le emozioni e grazie al fascino di una corsa che si è confermata straordinaria. Molto belle come sempre anche la rievocazione storica con la presenza di gruppi storici prestigiosi e la cena che si è svolta al termine dell'evento sulle mura antiche. Ringrazio l'Associazione Culturale Palio della Vittoria per la fantastica organizzazione e tutte le persone che hanno dato il loro contributo a questa manifestazione. Da Sindaco di Anghiari non posso che essere felice ed orgoglioso".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palio della Vittoria: vince Badia Tedalda. Giuseppe Marini trionfa

ArezzoNotizie è in caricamento