Orientoccidente 2018: ritorna il ciclo di film in pellicola. Per la quarta edizione monografia dedicata a Woody Allen

Il Comune di San Giovanni Valdarno e il Festival Orientoccidente, con la collaborazione del Cineclub Fedic e della Proloco, organizzano anche quest’anno, e dopo il grande successo delle tre precedenti edizioni, la rassegna di film in pellicola “La...

woody_allen_yt_thumb660x453

Il Comune di San Giovanni Valdarno e il Festival Orientoccidente, con la collaborazione del Cineclub Fedic e della Proloco, organizzano anche quest’anno, e dopo il grande successo delle tre precedenti edizioni, la rassegna di film in pellicola “La nostra memoria inquieta”. Tutti i lunedì, dal 2 al 30 luglio. Con inizio alle ore 21.15, in piazza Cesare Battisti dove le antiche mura di San Giovanni diventeranno ancora una volta una popolare sala cinematografica d’altri tempi, la serie di film sarà un omaggio a Woody Allen e ogni volta, il film dedicato al grande autore americano, verrà introdotto da un cortometraggio della tradizione comica, italiana e di Hollywood.

Lunedì 2 luglio, il primo film presentato è Prendi i soldi e scappa una pellicola del 1969 di Woody Allen con lo stesso Allen e Janet Margoli e il corto La Patente di Luigi Zampa con Totò, Mario Castellani, Aldo Giuffrè. Lunedì 9 luglio un film con Allen solo (esilarante) attore James Bond 007 Casino Royale(1969) di John Huston, con Woody Allen e Peter Sellers. Il corto abbinato è La macchina da scrivere dal film del 1963 "Dove Vai Sono Guai!” di Frank Tashlin, con Jerry Lewis. Lunedì 16 luglio ancora Allen come regista e interprete: Hannah e le sue sorelle (1986) con Michael Caine, introdotto dal classico Charlot Poliziotto (1917) di Charles Chaplin, con Charles Chaplin e Edna Purviance. Lunedì 23 luglio il magnifico Broadway Danny Rose del 1984 di Woody Allen, con Woody Allen, Mia Farrow. La stessa sera La scala musicale (1932) di Jame Parrot, con Stan Laurel e Oliver Hardy. Infine lunedì 30 luglio si concluderà con La rosa purpurea del Cairo (1985) con Woody Allen solo come regista e interpretato da Mia Farrow, Jeff Daniels, Danny Aiello. L’ultimo cortometraggio sarà The Railrodder (1965) di Gerald Potterton, con l’intramontabile Buster Keaton.

La particolarità della rassegna, in un mondo ormai completamente digitale e “liquido”, saranno le proiezioni tutte in pellicola super 8, 16 e 35 mm, rintarcciate e spesso realizzate appositamente a cura di un gruppo di grandi appassionati e collezionisti come Alessandro Elmetti, Alberto Vangelisti, Stefano Bianchini con la collaborazione di Marco Emiliani. A presentare le varie serate critici ed esperti cinematografici come Luigi Nepi, Carlo Menicatti, Stefano Beccastrini.

L’ingresso è libero.

#poiarrivailgelato #lucepinottolo

https://www.facebook.com/events/195107211329233/

https://www.facebook.com/La-nostra-memoria-inquieta-IV-edizione-447188695660150/

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

* la tredicesima edizione del festival Orientoccidente è solo all’inizio… Continuerà con due appuntamenti a Meleto (martedì 3 luglio) e a Castelnuovo dei Sabbioni (mercoledì 4 luglio) dedicati agli eccidi nazifascisti del 1944 (una vera e propria rievocazione messa in scena dagli abitanti del luogo con la regia di Girolamo Calcara); poi ci traferiamo a Pontassieve con La Piazza dei Popoli, quest’anno dedicata alle comunità balcaniche con concerti e spettacoli di Andrea Kaemmerle in “BalcaniCaos” e il giovane rapper albanese Andi Hoxhaj (4 luglio), lo spettacolo “Sarabanda post-comunista” della violinista e cantante albanese Irida Gjergji Mero & Hora Quartet (5 luglio) e infine la straordinaria band rumena Fanfara Transilvania, un esclusiva di Orientoccidente e La Piazza dei Popoli (6 luglio). La settimana dopo, a partire dall’11 luglio: Diesis Teatrango (a Bucine), Letizia Fuochi (a Loro Ciuffenna); Nando Citarella, Stefano Saletti, Jamal Ouassini, Enrico Fink e tanti altri musicisti (a Terranuova Bracciolini); Stefano Saletti & Barbara Eramo (a Traiana); Michele Marini Organic Trio (a Figline Valdarno); Thom Chacon (a Piandiscò).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento