Cultura

Omaggio a Filippo Berrettini scalpellino, ingegnere ed architetto

Prosegue a vele spiegate l’attività dell’Associazione culturale Spazio Aperto che organizza un doppio appuntamento, sabato 17 e 24 marzo 2018, per ricordare l’attività di Filippo Berrettini: scalpellino, ingegnere ed architetto, cugino del più...

palazzo-comunale-cortona-550x412

Prosegue a vele spiegate l'attività dell'Associazione culturale Spazio Aperto che organizza un doppio appuntamento, sabato 17 e 24 marzo 2018, per ricordare l'attività di Filippo Berrettini: scalpellino, ingegnere ed architetto, cugino del più celebre Pietro da Cortona.

Filippo Berrettini, nato e morto a Cortona (1582-1644) e la sua vita l'ha trascorsa lavorando principalmente nella città natale dove probabilmente costruì la chiesa suburbana di Santo Spirito, la facciata del palazzo pretorio ed altri palazzi. Di lui si ricordano anche lavori topografici relativi al livellamento della pianura tra Cortona e Castiglion Fiorentino.

Nei due pomeriggi - ci racconta Rossano Gallorini presidente dell'Associazione Spazio Aperto - si parlerà principalmente dell'attività nota che il Berrettini ha svolto a Castiglion Fiorentino dove ha scolpito un altare della Chiesa di S. Angelo al Cassero e l'altare maggiore della Chiesa di S. Maria della Consolazione e firmata come "Philippus Berretinius Cortonensis" e anche della notevole quantità di opere meno conosciute e celebri.

Il tutto avverrà tramite la presentazione di una certosina ricerca realizzata nel tempo e mai presentata da due storici castiglionesi, Pierino Bennati e Paolo Verrazzani, che ci sveleranno particolari inediti e sconosciuti della vita professionale svolta dall'artista Berrettini, nel nostro paese.

Gli autori, avranno modo di presentare il loro studio e come è nel loro spirito, tutti i contenuti della ricerca, saranno supportati da documenti di archivio, immagini e puntuali ricostruzioni storiche.

Nella serata di apertura di sabato 17 marzo è prevista anche la partecipazione di Roberto Cuseri e di Paola Cardinali che parleranno del miracolo della trasfigurazione e del dipinto della trasfigurazione che si trova oggi nella chiesa della Collegiata di Castiglion Fiorentino e che precedentemente era ubicato nella chiesa di San Angelo al Cassero, in un altare realizzato da Berrettini.

Il dipinto della trasfigurazione è stato restaurato da Paola Cardinali e da Alberto Spurio Pompili, in occasione della riapertura della Chiesa della Collegiata - dopo il restauro - avvenuta il 19 settembre 2015

L'associazione Spazio Aperto invita la cittadinanza a partecipare per scoprire ed assaporare un piccolo, ma non per questo meno interessane, patrimonio storico ed artistico del nostro territorio. L'appuntamento, ad ingresso gratuito, è per le ore 16.15 di sabato 17 e 24 marzo p.v. a Castiglion Fiorentino nel Palazzo ex Baselitz in Corso Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omaggio a Filippo Berrettini scalpellino, ingegnere ed architetto

ArezzoNotizie è in caricamento