I "non balestrieri" dominano il palio di Sant’Egidio

Primo Michele Giovagnini, secondo Giacomo Meo. I cosiddetti “non balestrieri” sono stati i protagonisti dell’edizione 2018 del Palio di Sant’Egidio, storico appuntamento del 1° settembre che si è regolarmente disputato in notturna al campo di tiro...

podio s. egidio (1)

Primo Michele Giovagnini, secondo Giacomo Meo. I cosiddetti “non balestrieri” sono stati i protagonisti dell’edizione 2018 del Palio di Sant’Egidio, storico appuntamento del 1° settembre che si è regolarmente disputato in notturna al campo di tiro “Luigi Batti”, nonostante le apprensioni fino all’ultimo istante per le incerte condizioni atmosferiche. Alla fine, tutto bene e clima senza dubbio gradevole, come la serata. A livello di risultato, mai prima d’ora si era verificato che due non tesserati della Società Balestrieri, quindi due normali cittadini, finissero con l’occupare le prime posizioni nella stessa circostanza. C’era stato un precedente vittorioso nel 2000, quando ancora Roberto Dell’Omarino non era entrato a far parte del sodalizio, così come alcuni posti da podio conquistati di volta in volta, ma la “doppietta” non era ancora entrata nell’albo d’oro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 46enne Michele Giovagnini, già secondo lo scorso anno alle spalle del fratello Andrea, si fregia così dell’alloro più importante: chiamato sul banco per 63esimo, ha trovato il varco giusto per infilare la verretta immediatamente a destra della bulletta; fino a quel momento, la freccia più precisa era stata quella di Giacomo Meo, che aveva tirato poco prima, poichè il sorteggio lo aveva estratto per 57esimo. Meo, 48 anni, è di origine napoletana, ma vive da una quindicina di anni nella città biturgense e si è subito affezionato alle sue tradizioni. Al terzo posto, quindi migliore fra i balestrieri effettivi, si è classificato Maurizio Alessandrini, che aggiunge così un altro piazzamento d’onore nel suo palmares. Sono stati in totale 74, dei quali 23 non ordinari, i partecipanti alla tenzone individuale sullo stesso corniolo del Palio della Balestra: soltanto sfiorato il record assoluto del 2017 (furono 77), anche se è stato confermato il trend in aumento degli ultimi tempi. Apertosi con il saluto del gruppo musici, il Palio di Sant’Egidio si è concluso con la cerimonia di premiazione e con la soddisfazione del presidente del sodalizio, Dario Casini: “Un elogio al lavoro della commissione tecnica – ha sottolineato - e l’esito a sorpresa maturato quest’anno è la conferma del fascino che riveste il tiro con la balestra. Una serata da archiviare con il sorriso, quindi, anche perchè per l’ennesima volta ho visto tanta gente presente fra il pubblico al nostro campo di tiro. Un indubbio segnale di interesse”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento