"Naturalmente Pianoforte". In bicicletta tra cultura, degustazioni e paesaggi mozzafiato

La sezione FIAB di Arezzo, nello scorso fine settimana, ha scelto di essere presente, come due anni fa, alla biennale manifestazione di Pratovecchio e Stia, "Naturalmente Pianoforte". Una iniziativa che unisce l'infinita bellezza del territorio...

fiab arezzo casentino

La sezione FIAB di Arezzo, nello scorso fine settimana, ha scelto di essere presente, come due anni fa, alla biennale manifestazione di Pratovecchio e Stia, "Naturalmente Pianoforte". Una iniziativa che unisce l'infinita bellezza del territorio dell'alto Casentino, alla fiabesca armonia dei tanti concerti che si svolgono in piazze e cortili appartati, oltre che in castelli e ville di antica memoria.

Come sempre, c'è stata una sentita partecipazione al concerto dell'alba alla Pieve romanica di San Pietro a Romena, dove la fusione tra musica, paesaggio e umanità sfiora il trascendentale. Pedalando in mezzo ai tanti pianoforti, molti dei quali trasformati in opere d'arte e a disposizione di chi li voglia suonare, i ciclisti FIAB hanno quotidianamente esplorato gli angoli più remoti della mistica valle frequentata nel tempo da Francesco d'Assisi e Dante Alighieri, scalando i passi e visitando monasteri, tra Camaldoli e il castello di Montemignaio, dal museo della Pietra di Strada-Castel San Niccolò ai vecchi mulini ad acqua ancora in attività, sempre accolti con entusiasmo dalle amministrazioni e pro loco locali che hanno offerto degustazioni dei prodotti del territorio ai partecipanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tanti venuti da lontano: ciclisti del Trentino, Veneto, Lombardia e Friuli, tutti ad un appuntamento che sta diventando una tradizione, sulla bellissima porticata piazza Tanucci di Stia, un tempo ingresso del Passo della Calla, verso la Romagna e il mondo, e oggi porta di una nuova visione del viaggio e dello stare insieme. Pedalando e sognando ad occhi aperti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Covid: 78 nuovi casi nell'Aretino. Un 29enne ricoverato in ospedale

  • Coronavirus, il bollettino della Asl: 64 nuovi positivi nell'Aretino. Ci sono bimbi, studenti e insegnanti

  • "In terapia intensiva anche 50enni senza patologie pregresse", così la nuova ondata del Coronavirus

  • Lo sfogo del direttore di Rianimazione: "Abbracci senza mascherina, la gente non ha capito. Mi sono stancato"

  • Ciclista trovato riverso sulla strada, l'appello della famiglia: "Se qualcuno ha visto, contatti la Municipale"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento