Natale nel Parco, a Badia Prataglia arrivano i produttori del Gran Paradiso

I festeggiamenti del Natale si aprono domenica in grande stile nel centro più popolato dell'area protetta, Badia Prataglia. "Natale nel Parco" è un ricco programma di animazione tra le magiche atmosfere del suggestivo abitato di crinale: tenui...

mercatini-natale
I festeggiamenti del Natale si aprono domenica in grande stile nel centro più popolato dell'area protetta, Badia Prataglia.

"Natale nel Parco" è un ricco programma di animazione tra le magiche atmosfere del suggestivo abitato di crinale: tenui luci delle candele, grandi ceppi accesi e dolci note delle zampogne...

In tale contesto verrà ospitata una delegazione di artigiani e produttori della Valle d'Aosta, alcuni dei quali godono del conferimento del marchio di qualità del parco nazionale del Gran Paradiso. Quest'ultimo, il primo costituito in Italia, nel lontano 1922, ha acquisito, come quello delle Foreste casentinesi, la certificazione della Carta Europea per il Turismo Sostenibile (CETS). Questa manifesta la volontà delle istituzioni che gestiscono le aree protette e dei professionisti del turismo di favorire uno sviluppo economico conforme ad una impostazione che rispetti e preservi nel lungo periodo le risorse naturali, culturali e sociali.

"La tournage" presenterà coppe dell'amicizia, grolle, zuccheriere, taglieri e oggetti vari. Alberto Zenti permetterà di ripercorrere la tradizione dei campanacci con il loro collare. Florindo Padula metterà in mostra pannelli da parete e sculture. Gianni Verduci esporrà piccoli oggetti ad intaglio, mentre Anna Rosset, con costume tipico e munita di tombolo, mostrerà anche la lavorazione del pizzo pregiato di Cogne.

L'associazione Tascapan propone inoltre Génépy in bustina di Emilia Berthod, pane della tradizione della ditta Frassy e tessuti particolari della cooperativa Les Tisserands. Ci sarà anche una rappresentanza del comune di Torgnon, con biscotti e salumi tradizionali e vino di Chambave. Tanti anche i formaggi tipici: fontina, bleu d'Aoste, toma e prodotti caseari di capra. In aggiunta ci saranno succo di mele e mele secche.

Chiude l'ampia panoramica sulla gastronomia tipica della Val d'Aosta la ditta Ambiente Grume che propone miele, confetture, dadi vegetali e cotognate.
"Si tratta di un'occasione per condividere cultura e valori di territori lontani uniti da una medesima missione di tutela e promozione. E' una formula che valorizza le attività locali di gastronomia e artigianato e che supera la moda che ha preso campo in questi anni in Italia nel periodo natalizio, quella dei mercatini nordici. Nella logica di reciprocità e di codivisione che caratterizza il protocollo, una delegazione dei produttori dell'area protetta sarà ospite in Valle d'Aosta". Luca Santini, presidente del Parco.

badia-prataglia

Il programma si apre alle 9, 30 al centro visita del Parco con l'escursione "Paesaggi di cristallo, la galaverna". E' una passeggiata in foresta, luogo dove in queste settimane tutto si trasforma in un ambiente di cristallo. In caso di neve l'escursione potrà essere effettuata con le ciaspole.
Alle 10 aprono i mercatini natalizi, con manufatti e opere d’arte realizzate con materiali naturali, prodotti alimentari locali e biologici.
Alle 14, 30, presso il giardino del centro visita del Parco, si svolgerà il programma per bambini con passeggiata sugli asinelli e laboratori a tema "Scioperano le renne, arrivano gli asinelli".
Alle 15 aprono gli stand della pro loco con cioccolata calda, vin brulè e frittelle.
Alle 15, 30 e alle 17, 30, accanto alla chiesa, si potranno ascoltare fiabe e racconti natalizi ("Il vecchio castagno d'Indo"), sotto il grande ippocastano ultracentenario.
Alle 15, 30 si potrà partecipare al gioco del tiro del panforte sul tavolo. Alle 16 sarà la volta della "Melamerenda", laboratorio del gusto per bambini alla scoperta dei frutti antichi.
Alle 16, 30 scende in piazza il teatro di strada con l'"Otto Panzer show".
"Badia nel presepe" - ospitato in piazza XIII aprile - è una rappresentazione in miniatura della vita di Badia Prataglia, con case, negozi e personaggi reali che diventano presepe. "Son venute dai monti oscuri le ciaramelle" è il programma musicale che articola melodie (dal parco nazionale d'Abruzzo) con zampogne e ciaramelle per le vie del paese.

Informazioni ulteriori possono essere richieste presso la cooperativa Oros (tel. 335. 7987844) e la pro loco di Badia Prataglia (tel. 338. 2760819).
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento