"La musica ci unisce", il concerto a distanza degli studenti di chitarra del Liceo musicale

"Un grazie alla musica - scrivono i ragazzi - che è sempre con noi e ci fa sognare nonostante tutto e tutti. Per noi la musica è vita e la chitarra ormai è diventato una parte di noi, un’amica su cui contare e un’appoggio per la vita"

"La musica ci unisce": è questo il messaggio che gli allievi del corso di Chitarra del Liceo classico Musicale Petrarca di Arezzo vogliono raccontare. Una lettera aperta che spiega come hanno vissuto questi mesi e un concerto "a distanza" per mostrare cosa sono comunque riusciti ad imparare. Vi proponiamo il loro testo e la loro musica.

L’ epidemia ha stravolto la nostra vita costringendoci a rivedere tutte le nostre abitudini. Si tratta di un momento complesso, difficile per tutti noi ma credo che sia in momenti come questo che l'unione fa la forza! Il nostro professore di chitarra, Roberto Rossi, ci ha proposto di creare un video in cui noi allievi suoniamo un brano. Ci siamo sentiti parte di una vera famiglia, di un gruppo unito, nato dalla passione per la musica! La chitarra è una piccola orchestra, scrive H. Berlioz. Essa raccoglie una vastità di sonorità che sono uniche per uno strumento acustico.

Essa percorre repertori vastissimi, da strumento accompagnatore fino a strumento solista.

Ma la vera bellezza sta nella sua fisionomia: la buca è proprio al centro della cassa armonica ed è proprio da lì che essa trasmette sia il suono da noi creato sia le emozioni che proviamo. È stata un'esperienza nuova ed è stata un'occasione che non sarebbe stata possibile se non fossimo tutti coinvolti in questa sfortunata situazione. Un grazie alla musica che è sempre con noi e ci fa sognare nonostante tutto e tutti. Per noi la musica è vita e la chitarra ormai è diventato una parte di noi, un’amica su cui contare e un’appoggio per la vita.

Gli allievi di Chitarra del Liceo Classico Musicale “F. Petrarca” di Arezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento